1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Corso piante commestibili

Discussione in 'Cibo' iniziata da cotopaxi, 14 Giugno 2010.

  1. cotopaxi

    cotopaxi

    Dal:
    17 Marzo 2008
    Qualche settimana addietro, ho partecipato ad una gita/lezione sulle piante commestibili in montagna.
    In pratica durante un percorso, dai 1200 ai 1700 metri, ogni volta che il capogita/insegnante vedeva una pianta interessante, ci fermavamo e ne venivano spiegate
    proprietà ed utilizzi.
    Quello che segue sono le mie impressioni generali (molto generali, visto che per il riconoscimento delle singole piante è meglio che mi cerchi un libro con delle buone foto)
    su quello che può essere l'utilizzo di date piante nell'attività di trekking/campeggio.
    Premessa: il corso riguardava le "erbe", niente piante ad alto fusto o cortecce, niente bacche ( anche perchè era troppo presto).

    1) Sono tante: non credevo, ma tra i 1000 ed i 1800 metri di quota in primavera/estate si trova facilmente un sacco di roba.
    2) Ossalato di calcio: una buona metà di questo "sacco di roba", è ricca di ossalato di calcio, che aiuta la formazione di calcoli ai reni.
    Questa categoria andrebbe quindi bollita e separata dal brodo di bollitura, per lo meno nel caso di uso continuato.
    3)Parassiti: il rischio parassiti c'è soprattutto in vicinanza degli alpeggi, per sicurezza le piante andrebbero cotte, anche se con questo
    si compromette l'apporto di vitamine.
    4)Gusto e principi nutritivi: il gusto esplora le varie sfumature dell'amaro, per quanto riguarda i nutritivi,fibre, sali minerali, qualche zucchero, vitamine, ed in qualche radice
    anche carboidrati.

    Condiderazioni finali:
    Decidere di partire per trekking di una settimana contando sulle sulle erbe che uno trova camminando, è sicuramente un bell'azzardo oltre che una discreta prova di volontà, visto che da sole non è che siano granchè buone.
    Interessante è invece il discorso dell'integrazione, si parte con un tot di pasti a lunga conservazione: liofilizzati, fagioli, farina di polenta, riso
    e si utilizzano le erbe commestibili per la funzione di "fresco", visto che la verdura a portata da casa, deperisce in fetta e pesa.
    saluti
     

  2. squob

    squob

    Dal:
    7 Febbraio 2008
    Media:
    146
    Località:
    Cave (RM)
    Nome:
    Daniele
    Interessante. Una domanda. Ti ha illustrato solo le piante commestibili o anche quelle che non vanno mangiate perchè tossiche/velenose?
     
  3. Nemeton

    Nemeton

    Dal:
    12 Settembre 2006
    Media:
    28
    Località:
    Prov. di Roma
    Sono proprio questi i motivi per cui mi sono interessato all'argomento: con tutto quello che la natura ha da offrire ci si potrebbe non dico vivere, ma quasi... e io ogni volta devo caricare lo zaino di cibi perchè non ho la più pallida idea di quali piante possano essere mangiate.
    L'idea di un "corso" è comunque encomiabile: sempre meglio farsi guidare da una persona "esperta", piuttosto che basarsi sul confronto con una foto/descrizione.
     
  4. cotopaxi

    cotopaxi

    Dal:
    17 Marzo 2008
    1) niente velenose solo quelle commestibili

    2) in realtà in una giornata sola, peraltro con una lezione affrontata in modo tranquillo, ti fai solo un'idea generale.

    Nel momento in cui deciderò di cominciare a raccogliere qualcosa che non sia un'ortica, dovrò farlo con in mano un libro a prova di idiota.

    saluti
     
  5. Nemeton

    Nemeton

    Dal:
    12 Settembre 2006
    Media:
    28
    Località:
    Prov. di Roma
    D'accordo, però tu hai parlato di un corso, non di una lezione! :p
     
  6. Metalluss

    Metalluss

    Dal:
    17 Aprile 2010
    Località:
    Torino, già Val Susa
    quindi con un corso simile puoi anche imparare a sfruttare piante sconosciute alla massa per fare ottimi liquori!!! :)
     
  7. beppeG76

    beppeG76

    Dal:
    31 Maggio 2010
    Media:
    33
    Località:
    Torino
    Nome:
    Giuseppe
    caro Metallus, lo so cosa ti passa per la testa, sono della valle anche io... il Genepy non lo puoi raccogliere :D
     
  8. Metalluss

    Metalluss

    Dal:
    17 Aprile 2010
    Località:
    Torino, già Val Susa
    ....uff....
     
  9. cotopaxi

    cotopaxi

    Dal:
    17 Marzo 2008
    nel corso, che peraltro si è svolto in valle, sono state anche date indicazioni su un paio di piante, non protette, che messe in infusione in alcool, sono buone per farci degli amari.

    saluti
     
  10. upupa2000

    upupa2000

    Dal:
    26 Agosto 2011
    Località:
    Montesilvano
    Nome:
    giuseppe
    Scusa potresti dirmi i nomi di queste piante non protette grazie giuseppe:)
     

Sto caricando...

Condividi questa Pagina