Recensione Giant ExpressWay 2 (pieghevole)

Discussione in 'Mountain Bike e cicloturismo' iniziata da ciclotore2, 5 Febbraio 2017.

  1. ciclotore2

    ciclotore2

    Dal:
    1 Marzo 2014
    Località:
    Pinerolese e Val Pellice
    Nome:
    Salvatore (Tore)
    I piace parecchio sperimentare nuovi sistemi di viaggio. Questo non sarà originale ma ha comunque il suo fascino. Parlo delle bici pieghevoli che da qualche tempo spopolano nelle città. Un giorno andai al Decathlon di Grugliasco per poterne vedere qualcuna dal vivo. Mi incuriosiva questo curioso telaio che si piegava in più pezzi come un origami, il cambio a sei rapporti e queste curiose routine da 20" che ricordavano tanto la mia adorata Graziella nei bei tempi dell'infanzia e della pubertà, che usavo per fare di tutto... Il prezzo di circa 230 era in po' alto, considerato l'importante upgrade che le avrei dovuto fare: cambio freni, pneumatici, sella portapacchi ed altro. I componenti originali delle bici Decathlon sono scadenti.
    Tornai a casa convinto della bontà ed utilità di questo tipo di bici, ma sicuramente occorreva qualcosa di meglio per evitare brutte sorprese. Così un mattino mi sono recato al Bikecafe' di Pinerolo, il migliore bike store del torinese ed a colpo d'occhio ho preso questa Giant ExpressWay.
    IMG_20170103_163015.jpg
    È una bici di qualità superiore rispetto a quelle del Decathlon e di listino costa 600 euro (io ho beneficiato di un sostanzioso sconto amicizia). Un altro pianeta e me ne accorgo fin dalle prime pedalate. Comoda, ottimo il cambio Shimano a 7 rapporti, ottima la regolazione dell'altezza del manubrio grazie al cannotto telescopico, ottima la regolazione dell'altezza sella con un cannotto molto lungo, portapacchi, buoni i freni V-Brake, comode le manopole ergonomiche del manubrio e pratico il sistema di chiusura a clip con tanto di sacca per il trasporto in tutti i luoghi quali i treni, il bus, l'ufficio, il super market, l'aereo, ecc...
    Dopo averla usata come mezzo da trasporto per un mese, ho ritenuto opportuno farle un paio di upgrade: il cambio degli pneumatici con altri a sezione più larga e con un battistrada maggiorato, poi la sella, poco comoda oltre i 15 km di percorrenza, con la mia storica Brooks Flyer molleggiata che montero' nel pomeriggio.
    Mi sono chiesto se questa bici possa essere idonea per il cicloturismo avanzato e per viaggiare. Dovrò testarla ancora, ma la risposta è si a patto di mettere dei rapporti che mi possano agevolare in salita. Il cambio attuale mi sembra più che altro da pianura, ma è ancora tutto da vedere.
    In strada si comporta bene, è stabile, ogni cosa è ben congegnata per funzionare bene e poi le ruete da 20" permettono di dribblare gli ostacoli un modo fulmineo.
    È una spesa ben fatta, però e chiaro che non consiglio a chi la bici la usa poco. Questa bici vuole essere usata assiduamente meglio e più di una automobile.
    Seguiranno altri aggiornamenti.
    IMG_20170204_195916.jpg
     

    A mezcal, alien62 e OrsoGrigio66 piace questo elemento.
  2. giangi4

    giangi4

    Dal:
    7 Agosto 2014
    Località:
    treviso
    beh è interessante anche per chi ha un camper e non vuole/può mettere il portabici, ma anche per chi deve fare un pezzo in macchina per andare al lavoro e poi un pezzo di strada dal parcheggio al lavoro.
     
    A ciclotore2 piace questo elemento.
  3. ciclotore2

    ciclotore2

    Dal:
    1 Marzo 2014
    Località:
    Pinerolese e Val Pellice
    Nome:
    Salvatore (Tore)
    Hanno una versatilità universale... Un jolly, una bici per tutto.
     
  4. alien62

    alien62

    Dal:
    30 Settembre 2015
    Località:
    Piombino-Livorno
    Nome:
    andrea
    già l'anno scorso mi era presa la voglia di avere una bici da portare in auto e così ordinai un telaio in 'chinaland' che avevo visto girovagando sul web....poi montata a pezzi... xxxx 008.JPG
    questo è il risultato
     
    A ciclotore2 piace questo elemento.
  5. mezcal

    mezcal

    Dal:
    12 Maggio 2010
    Nome:
    Sandro
    Penso che hai fatto un ottimo acquisto.
    La pieghevole ha una versatilità incredibile, che ho scoperto con il tempo e ci si può fare di tutto. Hai fatto bene a prendere un prodotto superiore rispetto a quello del Decathlon. Io ho un Dahon che ha caratteristiche molto simili.
    Ho visto una corona molto grande, che permette di dare una spinta importante in pianura. Il difetto delle bici economiche e che hanno una corona molto piccola e per raggiungere una discreta velocità, devi 'frullare' molto.
    Ho visto che ha 7 pignoni 14X28 contro gli 8 pignoni 11x32 della mia, ma non penso che rappresenti uno svantaggio sostanziale: due anni fa ci feci lo Stelvio, con grande soddisfazione e il 32 non l'ho mai inserito.
    Buone pedalate

    24.jpg
     
    A ciclotore2 piace questo elemento.
  6. ciclotore2

    ciclotore2

    Dal:
    1 Marzo 2014
    Località:
    Pinerolese e Val Pellice
    Nome:
    Salvatore (Tore)
    In estate priovero a fare da Pinerolo il Sestriere e poi il Monginevro, madari scendendo verso Gap la Costa Azzurra... Si vedrà. Complimenti per la tua Dahon...
     
  7. ciclotore2

    ciclotore2

    Dal:
    1 Marzo 2014
    Località:
    Pinerolese e Val Pellice
    Nome:
    Salvatore (Tore)
    Bel risultato non c'è che dire. Montata benissimo.
     
    A alien62 piace questo elemento.
  8. Agos80

    Agos80

    Dal:
    24 Gennaio 2015
    Località:
    Mestre
    Nome:
    Dario
    Io da sbarbato avevo la graziella ... Piccola e pieghevole.
    Ne ho ancora due alla casa al mare per andare fino in spiaggia
     

Sto caricando...