Luci e ombre a Pratofiorito (Foto CorradoB)

Rinuncio ad ogni tetto per andare ramingo e solitario ad affrontare l'inclemenza dell'aria, e ad avere compagni il lupo e il gufo, e provar come loro e insieme a loro il morso della fame e del bisogno. (King Lear - William Shakespeare)


Ultimi diari

Ultime recensioni

Ultime tracce GPS

Uno degli anelli che si possono fare per salire a casera Rupeit ( o alla soprastante Pala d'Altei) partendo da Grizzo.
Partenza dall'inizio della rotabile della val di Bartolo (ultime case di Camporosso). Per forestale fino ad un centinaio di metri prima del divieto di passaggio (ponte sul torrente) e prendere la traccia che parte da li e che dovrebbe essere il sentiero 509A (segnavia). Passaggio per capanna Muli e via di seguito fino a traversare ad est il monte Acomizza fino alla malga Acomizza. Da li a destra per il sentiero 403(austriaco) e rientro in val di Bartolo qualche centinaio di metri prima della sella di Bartolo e per forestale fino al punto di partenza . Difficoltà E.
Partenza dal parcheggio dove si trovava una volta il rifugio Nordio. Salita per il sentiero 507A. Arrivo a malga Acomizza e continuazione per sella Pleccia.Da sella Pleccia per sentiero 507 fino alla Chiesetta della Madonna della neve. Da dietro la chiesa salita per traccia a mezza costa fino al forte austriaco della prima guerra e da li salita per dorsale fino in cima al monte Gozman. Discesa sempre per la dorsale fino a tornare alla chiesa e da li di nuovo a sella Pleccia e per sentiero 507 ritorno esattamente al punto di partenza. Difficolta T/E.
Escursione breve e facile. Il percorso dalla stazione della teleferica al colle dei Larici e discesa fino alla strada forestale è tutto sulla facile cresta, per cui molto appagante.
Via normale durante una bella giornata di ottobre.
Classico anello per il lago di Bordaglia con qualche piccola variazione. Senza il passaggio per il passo Giramondo, ed invece visita alla quota Pascoli davanti al laghetto Pera e alla croce soprastante alla Casera Bordaglia di sopra.
Escursione con piccolo anello. Bel balcone sul gruppo del Canin.
Difficoltà E. Il percorso non presenta grosse difficoltà. Si chiede solo attenzione negli ultimi metri per salire al Ciastelat, e finendo l'anello di ritorno da casera Valfreda nell'ultimo km per via dell'esposizione.
Da Pierabech per la valle del rio Fleons fino al passo Giogo di Veranis. Bella Passeggiata di circa 11km e 950 m di dislivello.
Anello di cima Tulsti da Prato di Resia. Incredibile balcone sulla Val Resia.

Ultimi articoli tecnici

I 2.000 degli Appennini Phantom
Elenco dei monti degli Appennini superiori a 2.000 metri
0,00 stelle/a 0 voti
Ultimo aggiornamento
Stile Alpino Phantom
Stile di ascensione alpinistica
0,00 stelle/a 0 voti
Ultimo aggiornamento
Stile himalayano Phantom
Stile di ascensione alpinistica
0,00 stelle/a 0 voti
Ultimo aggiornamento
I 4.000 delle Alpi Phantom
Elenco ufficiale dei 4.000
5,00 stelle/a 1 voti
Ultimo aggiornamento
Normativa ARTVA Phantom
Panoramica sulle leggi italiane relative all'ARTVA
5,00 stelle/a 2 voti
Ultimo aggiornamento
Rudimenti dell'escursionista principiante
Non tutti sono Indiana Jones...
4,40 stelle/a 5 voti
Ultimo aggiornamento
una simpatica idea alla portata di tutti
0,00 stelle/a 0 voti
Ultimo aggiornamento
Cura della corda Phantom
Come prendersi cura della propria corda
5,00 stelle/a 1 voti
Ultimo aggiornamento
Freno Moschettone Phantom
0,00 stelle/a 0 voti
Ultimo aggiornamento
Cordino da Ghiacciaio Phantom
Cos'è e come realizzare un cordino da ghiacciaio.
0,00 stelle/a 0 voti
Ultimo aggiornamento

Mappa Utenti-Escursioni

Migliori discussioni del mese

Migliori risorse

Migliori discussioni dell'anno

Gadget di Avventurosamente

Alto