Ultime luci su Novele

Ultime luci su Novele

  • 0
  • 0
la frana

la frana

  • 0
  • 0
passaggio obbligato

passaggio obbligato

  • 0
  • 0
Arabeschi

Arabeschi

  • 0
  • 0
angolo cucina

angolo cucina

  • 0
  • 0
pranzo mancato

pranzo mancato

  • 0
  • 0
masso dopo masso

masso dopo masso

  • 0
  • 0
Pensando agli Anasazi

Pensando agli Anasazi

  • 0
  • 0
mutazione

mutazione

  • 0
  • 0
slalom speciale

slalom speciale

  • 0
  • 0
tuffo ad ostacoli

tuffo ad ostacoli

  • 0
  • 0
prime luci su Novele

prime luci su Novele

  • 0
  • 1
SemiMonade

Rio Novele 14/02/14

Parto da Novele (frazione di Acquasanta terme) alle 06:45 con la primissima luce e una temperatura di 10°C (per essere il periodo più freddo dell'anno non c'è male).

Purtroppo sono costretto a percorrere la invadente carrareccia che risale la valle perchè, attorno, il territorio è composto quasi unicamente da ripidi scivoli di roccia intervallati da cenge boscose che regalano un affascinante panorama primordiale e selvaggio ma nessuna possibilità di passaggio (avrei dovuto scegliere la traccia che seguiva il fiume).

Seguo quasi fedelmente la strada fino alla imponente frana dopo il ponte dell'acquedotto dove si trasforma in sentiero che seguo fino unione tra il Rio Novele e il Rio Lacerito: come direzione avevo scelto il Fosso di Cervara e il sentiero mi avrebbe portato fuori strada.

Comincio così a risalire il Rio Novele dovendo cercare continuamente una via praticabile ed essendo costretto quindi ad innumerevoli guadi, estenuanti arrampicate a forza di rampiccozza e a dovermi districare tra i rami di una invadente pianta cespugliosa di foglie aghiforme (non ginepro per forutna).

Passate da poco le undici mi trovo di nuovo sul fiume all'attacco del Fosso di Cervara e decido di prepararmi un pranzetto a base di radici di rovo in un prato lì vicino.

Decido di sostare fino al massimo alle 14, purtroppo per quell'ora le radici non sono ancora pronte e dovrò rinunciare al pranzo.

Riparto con l'intenzione di rintracciare il sentiero che secondo la mappa scende da Peracchia ma trovo solo tracce di animali, e così mi ritrovo impegnato a dovermi nuovamente districare tra i rami dei cespugli non definiti, a calate con la corda e ad innumerevoli guadi. La direzione da seguire è lampante: è il corso del fiume, ma trovare una via che permetta di percorrerlo all'asciutto non è facile, intanto il tempo passa e il ponte dell'acquedotto (che combacia con la "salvezza") non si fa trovare.

Infine riesco a raggiungere la frana dove finisce/comincia la carrareccia alle 15:45 dove c'è un cartello che indica Novele a un'ora e 15 minuti. La ripercorro fedelmente e alle 16:30, esausto ma appagato, torno alla macchina.
Non ci sono commenti da visualizzare.

Informazioni sull'album

Autore
SemiMonade
Data di creazione
Contenuti
15
Visite
1.412
Commenti
0
Valutazione
0,00 stelle/a 0 voti

Privacy dell'album

SemiMonade

Può vedere l'album
Tutti gli utenti
Può aggiungere contenuti
Autore dell'album

Condividi questo album

Alto Basso