SemiMonade

Traversata Rocca Arquata 10-11 apr 13

Con l'arrivo della primavera arriva il "risveglio del pernotto", e come meta per questo battesimo annuale voglio ritornare nel "Parchetto del Ceresa", questa volta armato di cartina 1:25000 (con curve di livello, ma senza sentieri, stampata da google maps) e con l'intenzione di unirne i vertici, ovvero Roccafluvione e Arquata del Tronto passando per la cresta che le unisce (+o-).

Parto alle 09:33 da Rocca e m'incammino per la brecciata che sale a Vetoli, al primo tornante scelgo di risalire il torrente e dopo un pò (come appunto sosteneva la mappa) mi trovo a dovermi inerpicare per un pendio scosceso, mi aiuto con una picca ricavata da un mio bastoncino ed un picchetto (vedasi discussione: "come NON fare una piccozza") che in questo caso funziona a meraviglia, e in breve guadagno la cresta, qui mi trovo su una strada che mi riporta sulla via già percorsa il mese prima e che dovrò seguire "para para" fino all'inizio del sentiero con i segnali bianco-rossi (unica deviazione: appena aggirato Osoli, evito una fattoria sulla destra invece che sulla sinistra. pochi km).

Giunto al sentiero invece che imboccarlo sul versante Nord-Ovest, prendo quello Sud-Est, questo è molto più suggestivo dell'altro (mi permette di ammirare alcune formazioni rocciose davvero impressionanti) ma anche più "avventuroso" (ci sono punti in cui il fondo è ripido e scivoloso e proprio sopra alcuni salti di roccia che invitano alla prudenza).

Stranamente già dalla partenza non ero in forma, mi sentivo un pò fiacco, lo dimostra il fatto che, nonostante il tragitto in parte lo avevo già percorso, sono molto indietro rispetto all'ultima volta e ho il problema che comincia ad essere un pò tardi e se non trovo una piazzoletta in piano mi tocca a bivaccare sul pendio. Alle 16:30 trovo la piazzola e mi accampo.

Riparto alle 07:00 e non è che stia tanto meglio, trovo un sentiero (sempre segnali bianco-rossi ma non lo stesso) e lo percorro, qui la descrizione diventa confusa (più confusa) perchè le strade formano un intreccio in stile Escher, comunque aggiro il Ceresa (almeno penso che lo fosse) sul verante Sud-Est e poi decido di ripiegare verso valle, la cresta presenta troppe incognite ed io non sono proprio in condizione.

Mi aspetta comunque estenuante riavvicinamento alla civiltà passando per boschi, mulattiere e prati che mi lasciano a Pretare (frazione di Arquata) alle 12:08.

Devo comunque completare la traversata fino a Trisungo (meta ufficiale delll'impresa), anche se solo via asfalto, perchè le corriere partono da lì. Dovrò ancora percorrere 1,5 km a piedi da Mozzano fino alla coincidenza per Roccafluvione, ma questa è un'altra piccola odissea.
Non ci sono commenti da visualizzare.

Informazioni sull'album

Autore
SemiMonade
Data di creazione
Contenuti
16
Visite
1.330
Commenti
0
Valutazione
0,00 stelle/a 0 voti

Privacy dell'album

SemiMonade

Può vedere l'album
Tutti gli utenti
Può aggiungere contenuti
Autore dell'album

Condividi questo album

Alto Basso