Cordino da Ghiacciaio

Cos'è e come realizzare un cordino da ghiacciaio.

  1. Phantom
    Il cordino da ghiacciaio è un cordino che viene utilizzato durante la progressione di una cordata su ghiacciaio per l’esecuzione delle manovre di soccorso.
    Cordino da ghiacciaio (9).JPG
    In particolare viene utilizzato per:

    - Ancorare e bloccare il compagno caduto in un crepaccio utilizzando un ancoraggio provvisorio (ad es. la piccozza). Questo permette di divincolarsi dalla cordata per eseguire le manovre di recupero o chiamare i soccorsi.
    - Per bilanciarsi con una mano, quando ci si protende in avanti per sondare un crepaccio.
    - Come staffa per scaricare il peso del corpo, infilandovi un piede, in caso di caduta in un crepaccio.

    Si realizza solitamente con un cordino lungo 3 – 4 metri in kevlar, ma vanno bene anche nylon (almeno 7 mm) o dyneema.

    Modalità di esecuzione:

    1. Prendere un estremità della corda e realizzare un nodo delle guide con frizione ripassato (http://www.avventurosamente.it/xf/r...de-con-frizione-ripassato-otto-ripassato.403/) con una ricchezza di 10 cm
    2. Realizzare un'asola chiusa con un nodo a 8. L'asola può essere realizzata anche alla fine tramite un nodo delle guide con frizione.
    2. Passare il capo libero all’interno dell’asola del nodo delle guide con frizione ripassato
    3. Realizzare un’asola e una contro asola di bloccaggio

    index3.jpg
    Legare tramite un prusik (http://www.avventurosamente.it/xf/risorse/nodo-prusik.383/) il cordino alla corda di cordata.
    index.jpg
    Il cordino durante la cordata non viene impugnato, ma solitamente viene portato all’imbragatura (cosciale) in modo da non essere di intralcio alla progressione.

    ATTENZIONE
    Le informazioni riportate hanno solo carattere informativo e non esortativo o didattico. Eseguire il cordino solo sotto la supervisione di personale esperto e qualificato.



    A Epeira piace questo elemento.