Resource icon

Curve di livello

CURVE DI LIVELLO:
E' uno dei sistemi utilizzato per rappresentare le informazioni altimetriche, ogni linea è il luogo geometrico dei punti aventi stessa quota e deriva dall’incrocio della superficie topografica con un piano orizzontale su una quota predeterminata, non si intersecano tra di loro e hanno una distanza costante di quota (equidistanza).
L’equidistanza viene calcolata in base alla scala della carta ed è circa 1/1000 della stessa, (scala 1:25.000 = 25 metri), le quote saranno così dei valori interi e multipli di 25 metri.
A determinati intervalli (multipli dell’equidistanza) vengono rappresentate delle curve con tratto più marcato (scala 1:25.000 = 100 m), che prendono il nome di curve direttrici, mentre dove il territorio risulta pianeggiante e le curve ordinarie risultano molto distanti vengono utilizzate le curve ausiliarie, raffigurate con linee tratteggiate.
La distanza planimetrica tra le curve di livello dipende dalla pendenza del rilievo, più le curve di livello sono ravvicinate tra loro maggiore è la pendenza, più sono lontane tra loro minore è la pendenza.
L'applicazione delle curve di livello consente non solo la comprensione dell’altimetria di un punto sulla carta, ma anche la morfologia del territorio.
Nelle carte topografiche, la tecnica delle curve di livello è spesso utilizzata
contemporaneamente ad altri sistemi di rappresentazione:
• sfumo con lumeggiamento obliquo, per far si che il rilievo sia più visibile sulla carta
• tratteggio lumeggiato, per visualizzare particolari che per l’elevata pendenza non sarebbero
descrivibili (come le pareti rocciose).

Per rappresentare le particolari forme di un rilievo si utilizzano le “barbette”, composte da una serie di trattini a forma di triangolo isoscele con la base sempre rivolta verso la quota maggiore e allineati in corrispondenza di un brusco dislivello ma di entità inferiore all’equidistanza tra le curve di livello, come:
• depressioni, come le doline carsiche o alcuni tipi di cave
• scarpate e terrazzi fluviali
• incisioni fluviali di modesta entità
• argini



Fonte:
Web
Università degli studi di Firenze Facoltà di Lettere e Filosofia

Autore
macchiaonline
Visite
1.348
Risorsa creata il
Ultimo aggiornamento
Valutazione
0,00 stelle/a 0 voti

Altre risorse da macchiaonline

Alto Basso