Zecche

Zecche

Al fine di essere piuttosto schematico in questa area del Forum, rimando ogni approfondimento e richiesta a questa discussione:

http://www.avventurosamente.it/xf/threads/zecche-facciamo-il-punto-concretamente.43385/

Nell'ambito delle scarse competenze in materia, la premessa che si può fare è quella che la zecca è un parassita, diffusa da tempo in Europa (inizialmente Scandinavia, poi si è diffusa altrove) ed anche in Italia. Per espletare il suo ciclo vitale (circa 2 anni) si nutre di sangue ed in questo non fa grossa distinzione tra uomo ed animali... questo in se non sarebbe un pericolo, il morso della zecca non è pericoloso, ma essa può essere veicolo di trasmissione di malattie anche piuttosto gravi ma soprattutto subdole per sintomatologia e quindi diagnosi. La più nota è quella di Lyme, ma ve ne sono altre. Vi sono zone in cui da tempo si convive col parassita, in Europa ed in Italia stessa ma essa si diffonde sempre di più (io ho "raccolto" l'allarme di alcuni micologi con cui ho contatti) e si diffonde anche in zone diverse dai pratoni con pascoli erbosi, come ad esempio i giardinetti in città, quindi aumentano anche i casi di morsi e relative infezioni. E poiché vi è effettivamente una certa confusione sull'argomento, diversi enti vicini al problema (dalle ASL a qualche CAI ecc)

Qui di seguito una serie di link che ritengo utili ai vari aspetti della questione, che vanno dalla conoscenza del parassita, alle modalità di abbassare le possibilità di puntura (prevenzione, uso di repellenti o insetticidi), alla sua rimozione in caso si riscontri la sua presenza.

Inizio con un video che trovo riassuma molto bene l'argomento, a cura della ULSS di Belluno


Link a documento della AUSL Ravenna sulla rimozione in caso di puntura

https://www.dropbox.com/s/pkb8vm5nb7t6ift/Procedura estrazione zecche.pdf?dl=0

Un compendio sulla Borelliosi di Lyme a cura della regione Emilia Romagna, gruppo italiano per lo studio della malattia di Lyme

https://www.dropbox.com/s/ep9hhvyu19h2x5h/Linee Guida Borreliosi di Lyme - GISML.pdf?dl=0

Documento meno dettagliato ma altrettanto puntuale sull'epidemiologia

http://www.antropozoonosi.it/Malattie/Malattia di Lyme/ispesl LYME/epidemiologiag.htm

Breve documento riassuntivo del CAI di Bologna

http://scienzegeologichemagistrale.unipr.it/documenti/cai-zecche.pdf

Per quanto l'uso di repellenti o insetticidi, le sostanze maggiormente usate sono il DEET come repellente e la PERMETRINA quale insetticida.

Il DEET è utilizzabile sulla pelle, ma può dare problemi con alcune plastiche (rovinare, scioglierle) in quanto è assimilabile ad un solvente, quindi leggere sempre bene le istruzioni.
qui una tabella con le percentuali di DEET nei prodotti più diffusi in commercio (fonte Regione Veneto)

https://salute.regione.veneto.it/c/document_library/get_file?uuid=05fdabeb-f5b6-436a-90cb-11f57d1270c2&groupId=73838

Come scritto in apertura, per ulteriori approfondimenti utilizzare la discussione linkata all'inizio, con grande attenzione al contributo riassuntivo di esperienze personali presente a pagina 4 a cura dell'utente giangi4 che vive e frequenta da anni la montagna di una zona che da molto tempo vede una grande presenza del parassita sul territorio

http://www.avventurosamente.it/xf/threads/zecche-facciamo-il-punto-concretamente.43385/page-4


Autore
Ciccio74
Visite
1
Risorsa creata il
Ultimo aggiornamento
Valutazione
5,00 stelle/a 2 voti

Ultime recensioni

Validissimo argomento, assolutamente non da sottovalutare
Alto