Bambini 1 Notte in tenda con Bimba 4 anni

Ben ritrovati,erano anni che nn scrivevo qui,nel frattempo ho messo in sicurezza il genere umano :)
Ora da buon papà vorrei far provare a mia figlia di quasi 4 anni il fascino di camminare in montagna tra l'erba fresca ,i ruscelli,le vacche e passare una notte assieme in tenda.Ovviamente il papà sarà l'asino che porterà tutto in spalla(tenda,cibo,cambi etc...)
Noi siamo di Vicenza quindi ci verrebbe facile andare sull altopiano,qualcuno può consigliarmi qualche percorso semplice e soprattutto, si può dormire in mezzo alla montagna(certamente nn porterei mia figlia a dormire in mezzo al Nulla, quindi è più per passare un avventura Papà e Figlia)
Grazie a tutti
 
Ciao, ho due figli (F11 e M9) e da anni li porto con me nei boschi.
Ti consiglio di leggere i (molti) post sul campeggio libero che ci sono sul forum, per il problema di distinguere tra bivacco (sempre ammesso salvo espresso divieto locale, tipo alcuni Comuni) oppure campeggio (sempre vitato fuori dalle aree consentite per legge).
Lo stesso suggerimento per decidere se fare il fuoco o mangiare con il fornellino.
Per il resto Ti assicuro che è una splendida idea e, se fatto almeno i primi tempi in condizioni ideali (niente lampi di notte...) probabilmente sarà un ottimo seme che germoglierà...
Ti racconto la mia prima esperienza di notte in tenda, qualche anno fa, con i miei due.
Ho cominciato il "programma addestrativo" qualche mese prima facendoli dormire in cameretta per terra, con sacco a pelo e modulo, per vedere come reagivano. Poi ho fatto fare loro due notti in tenda ma in giardino, sempre in stagione molto tiepida. Da soli (io ero nella tenda a fianco).
Infine, un weekend d'estate, ho fatto il grande passo: sulle prime colline dell'Appennino conosco molti posti solitari, per cui mi sono recato lì ed ho apprestato il campo, ho messo la tenda per loro ed il tarp per me. Nota: la macchina era parcheggiata a non più di 600mt.
Notte stellata, fuoco di bivacco, cena alla trapper: tutto perfetto! Temperatura media 20-22 gradi, pensa che io non ho preso neanche il sacco a pelo ed ho dormito sullo stuoino in pantaloni corti e tshirt, sotto il tarp e, per il caldo, a loro ho montato solo il telo di sotto, in pratica una zanzariera con due pali ad arco...
Bene, alle due di notte vedo in lontananza sulla pianura lampi e tuoni, si alza il vento, nel giro di mezz'ora il temporale era sopra di noi. Pioggia a catinelle. Mi alzo e monto in fretta il sopratelo alla tenda dei bimbi. Vedo una luce accendersi dentro, chiedo se va tutto bene e mia figlia più grande mi tranquillizza (l'altro manco si è svegliato...). Torno sotto il tarp e aspetto che finisca.
Tempo mezz'ora tutto finisce. Ok, dico, e riprendo a dormire.
Alle 5 di mattina tutto ricomincia da capo, un pochino più violento.
A questo punto, però, è stata mia figlia che, dalla sua tenda, ha acceso la luce e mi ha chiesto, tranquillissima: "Papà tutto bene?" :music:
Inutile dire che dei tre quello che ha passato la notte peggiore sono stato io :rofl:
P.S. ora sono tutti e due negli scout, ogni uscita nei boschi per loro è una festa, meglio che il Natale..

Una foto di quella serata.
221880


Una foto di un'uscita di questo inverno
221881
 
Ultima modifica:
Ciao, ho due figli (F11 e M9) e da anni li porto con me nei boschi.
Ti consiglio di leggere i (molti) post sul campeggio libero che ci sono sul forum, per il problema di distinguere tra bivacco (sempre ammesso salvo espresso divieto locale, tipo alcuni Comuni) oppure campeggio (sempre vitato fuori dalle aree consentite per legge).
Lo stesso suggerimento per decidere se fare il fuoco o mangiare con il fornellino.
Per il resto Ti assicuro che è una splendida idea e, se fatto almeno i primi tempi in condizioni ideali (niente lampi di notte...) probabilmente sarà un ottimo seme che germoglierà...
Ti racconto la mia prima esperienza di notte in tenda, qualche anno fa, con i miei due.
Ho cominciato il "programma addestrativo" qualche mese prima facendoli dormire in cameretta per terra, con sacco a pelo e modulo, per vedere come reagivano. Poi ho fatto fare loro due notti in tenda ma in giardino, sempre in stagione molto tiepida. Da soli (io ero nella tenda a fianco).
Infine, un weekend d'estate, ho fatto il grande passo: sulle prime colline dell'Appennino conosco molti posti solitari, per cui mi sono recato lì ed ho apprestato il campo, ho messo la tenda per loro ed il tarp per me. Nota: la macchina era parcheggiata a non più di 600mt.
Notte stellata, fuoco di bivacco, cena alla trapper: tutto perfetto! Temperatura media 20-22 gradi, pensa che io non ho preso neanche il sacco a pelo ed ho dormito sullo stuoino in pantaloni corti e tshirt, sotto il tarp e, per il caldo, a loro ho montato solo il telo di sotto, in pratica una zanzariera con due pali ad arco...
Bene, alle due di notte vedo in lontananza sulla pianura lampi e tuoni, si alza il vento, nel giro di mezz'ora il temporale era sopra di noi. Pioggia a catinelle. Mi alzo e monto in fretta il sopratelo alla tenda dei bimbi. Vedo una luce accendersi dentro, chiedo se va tutto bene e mia figlia più grande mi tranquillizza (l'altro manco si è svegliato...). Torno sotto il tarp e aspetto che finisca.
Tempo mezz'ora tutto finisce. Ok, dico, e riprendo a dormire.
Alle 5 di mattina tutto ricomincia da capo, un pochino più violento.
A questo punto, però, è stata mia figlia che, dalla sua tenda, ha acceso la luce e mi ha chiesto, tranquillissima: "Papà tutto bene?" :music:
Inutile dire che dei tre quello che ha passato la notte peggiore sono stato io :rofl:
P.S. ora sono tutti e due negli scout, ogni uscita nei boschi per loro è una festa, meglio che il Natale..

Una foto di quella serata.
Vedi l'allegato 221880

Una foto di un'uscita di questo inverno
Vedi l'allegato 221881
Grazie del consiglio e d'aver condiviso la tua esperienza
 
...vorrei far provare a mia figlia di quasi 4 anni il fascino di camminare in montagna tra l'erba fresca ,i ruscelli,le vacche e passare una notte assieme in tenda. ...
Parlo da "figlio", con un vago ricordo della inconsistenza emotiva delle mie esperienze precoci... senz' altro ricordo una curiosità infinita (il mio primo campeggio fu a 8 anni, da "lupetto", in un gruppo di ragazzi mediamente più grandi) ed una esperienza educativa di cui credo mi sia rimasto l'ideale di vivere con l' essenziale ed il sentirmi a mio agio in ambiente naturale. Il fascino, le emozioni, sono venute più tardi, in età adulta, forse grazie a quell' "imprinting" iniziale, questo lo devo riconoscere...
 
Anch'io parlo da figlio, prima tendata a 13 a 2100 metri a 4 ore dalla macchina. L'equipaggiamento era abbastanza inadeguato soprattutto per la notte: mi ricordo che avevo patito un freddo becco, però quell'esperienza mi è rimasta veramente nel cuore ed è stata la molla che mi ha fatto appassionare veramente a questo mondo. Apprezzo leggere papà che vogliono svezzare i figli alla vita outdoor così presto.
 
Beh, ho fatto 4 volte l'Ultrabericus, ho visto abbastanza bene le "colline" dietro casa tua, i Berici: credo che per un'esperienza del genere possa andare anche stare "vicino", basta un luogo dove - prese le debite precauzioni- tu possa "operare" in tranquillità.
Certo, l'ideale sarebbe un fondo privato, un amico o conoscente che ha un campo o un bosco. Almeno finchè i bimbi non hanno capito che molte cose che facciamo con loro sono un pò "tirate"....
Sabato per esempio ho iniziato l'attività primaverile con la mia "scuola" di survival, con il progetto "Bushcraft for kids", e sono andato a pochi km da casa, sulle prime colline, in un posto dove vanno molti a camminare nel weekend. I ragazzi, entusiasti come non mai, schiamazzavano che era un piacere, ma per fortuna la forra era profonda e non ci ha sentito nessuno.

221939


221940


Non avete idea di che voglia di natura abbiano 'sti ragazzi, come stanno bene all'aria aperta, stare con loro in un bosco è un alimento per l'anima.
--- Aggiornamento ---

La sua prima volta.. cena al rifugio, e via a montare la tenda...
Senti, bisogna che facciamo qualcosa insieme, vista la Tua vicinanza!!
 

Discussioni simili



Alto Basso