Proposta 23/03/2019 - Mtb - Capranica-Civitavecchia

Il 23 o 24 marzo 2019, se le previsioni meteo saranno confortanti (sole pieno per tutto il giorno e nessunissima ipotesi di pioggia), ho intenzione di percorrere il rinomato tracciato dell'ex ferrovia Capranica - Civitavecchia (in procinto di essere ripristinata?!)
Non l'ho mai fatto...e non sono un appassionato di Mtb...della serie ce l'ho e basta..e la uso una o due volte l'anno :)
Tuttavia, per non allarmarVi troppo, ho già percorso distanze di 60-70 km.
Mi prenderò tutta la giornata, anche se non sarà lunga come una giornata di giugno/luglio..ma sarà sufficiente.
Non essendoci mai stato, farò tante soste per fare fotografie...e considerando che in rete tutti hanno sempre descritto questo percorso come estremamente bello, le soste non saranno poche.
Insomma, propongo a chi vorrà unirsi, una pedalata tranquilla, nessuna corsa, nessun record da inseguire.

Si parte da Roma direttamente in treno verso le 7:00, con la bici al seguito, sulla linea FR3 Roma-Viterbo, salendo sul treno in una delle tante fermate urbane, per poi scendere a Capranica, dopo un'ora abbondante di tragitto. Da Capranica a Civitavecchia si pedala (51 km)...per poi tornare indietro col primo treno utile da Civitavecchia (scendendo dove più fa comodo).

Quindi, detto ciò, può interessare a qualcuno?
capranicaponte.jpg

Il giorno non è ancora definito perchè dipende sia dalla previsioni meteo sia dalla disponibilità degli amici con cui intendo fare il giro.
Io preferirei di gran lunga il sabato, ma posso anche la domenica se il meteo lo dovesse consigliare.


Dati

Data: 23 o 24 marzo 2019
Regione e provincia: Lazio (VT)
Località di partenza: Capranica
Località di arrivo: Civitavecchia
Tempo di percorrenza: indefinito
Chilometri: 51
Grado di difficoltà: fattibile (spero)
Descrizione delle difficoltà: attraversamento rovi, passaggio in 10 gallerie buie...alcune allagate, fango, un paio di muri da scavalcare..
Periodo consigliato: il 23 marzo 2019 :)
Segnaletica: assente
Dislivello in salita: circa 350-500 m
Dislivello in discesa: circa 800
Quota massima: 400 m
Accesso stradale: dalla stazione Capranica
Traccia GPS: varie disponibile ovunque in rete


Descrizione

Non l'ho mai fatta, ho solo letto qualche relazione per cui, consiglio di portarsi:
- torcia frontale efficiente per attraversare le gallerie completamente buie (una gallerie è lunga 1 km e oltre)
- buste di plastica da mettere ai piedi nel caso siano inevitabili le zone allagate e qualcosa per tenere su le buste (oppure disponibilità ad immergere le scarpe nella melma e/o nell'acqua);
- cibo e acqua;
- tutto quello che vi serve.
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per chiarire: le difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.

Ultima modifica:
Siccome l'ho fatta moltissime volte vorrei dare alcuni consigli in piu se posso: le torce devono essere almeno due a persona,una fissata sul manubrio che illumini davanti alla ruota a circa tre quattro metri e una torcia frontale o anche una tenuta in mano sempre stretta sul manubrio.Non salire mai sui tavelloni di cemento centrali che coprono una trincea di circa quaranta centimetri perchè sono sconnessi e crepati,tenersi sempre a destra o sinistra. Kit di riparazione di almeno due camere d'aria se si utilizza questo sistema. Circa i tratti allagati i direi di partire con un paio di vecchie scarpe da buttare poi al primo cassonetto e indossare quelle buone dopo la galleria del viadotto di Ripa Maiale,perchè se ci si bagnano i piedi anche con le buste bisogna stare con i piedi bagnati fino al ritorno_Ovviamente anche calzini di ricambio. Giunti alla stazione di Mole sul MIgnone il tracciato proseguirebbe ma è invaso dai rovi e impraticabile.Megli salire a destra per un sentiero che in breve porta ad un viale alberato in discesa verso l'Aurelia.Spero di essere stato utile.Buona pedalata.
 
Siccome l'ho fatta moltissime volte vorrei dare alcuni consigli in piu se posso: le torce devono essere almeno due a persona,una fissata sul manubrio che illumini davanti alla ruota a circa tre quattro metri e una torcia frontale o anche una tenuta in mano sempre stretta sul manubrio.Non salire mai sui tavelloni di cemento centrali che coprono una trincea di circa quaranta centimetri perchè sono sconnessi e crepati,tenersi sempre a destra o sinistra. Kit di riparazione di almeno due camere d'aria se si utilizza questo sistema. Circa i tratti allagati i direi di partire con un paio di vecchie scarpe da buttare poi al primo cassonetto e indossare quelle buone dopo la galleria del viadotto di Ripa Maiale,perchè se ci si bagnano i piedi anche con le buste bisogna stare con i piedi bagnati fino al ritorno_Ovviamente anche calzini di ricambio. Giunti alla stazione di Mole sul MIgnone il tracciato proseguirebbe ma è invaso dai rovi e impraticabile.Megli salire a destra per un sentiero che in breve porta ad un viale alberato in discesa verso l'Aurelia.Spero di essere stato utile.Buona pedalata.
Grazie per le info/conferme. Più che a scarpe da buttare pensavo appunto a buste tenute su da elastici...non dovrei imbarcare acqua se non a livelli oltre al mezzo metro d'acqua :) Sulla impraticabilità del tratto finale in effetti ho notato una certa varietà dei percorsi su wikiloc...ed ecco spiegato il perché! Ma ho visto che la stazione che dici tu sta al 38° km....significa quindi che mi faccio gli ultimi 12 km su asfalto?
Per l'impianto luci avrò appunto una luce con supporto per manubrio ed una frontale che dovrebbe illuminarmi a giorno le gallerie.
 
Io non mi fiderei molto delle buste perchè basta un buchetto...Il fondo delle pozze potrebbe contenere oggetti ,tipo rottami vetri sterpi ecc che ti possono bucare i bustoni.Se mi ricordo bene fino a Civitavecchia sono 60 km.Comunque il tratto su asfalto non è pericoloso o particolamente fastidioso.Il vialone alberato,in discesa,che dicevo finisce sulla Aurelia,poi c'è un pezzetto di super strada all'altezza dello svincolo dell'autostrada e poi ci si immette subito sulla vecchia Aurelia,c'è un tratto in salita che passa davanti alla caserma dei carristi.poi il bivio per S.Agostino e subito si arriva alla periferia di Civitavecchia.Forse c'era un percorso postato da @Montinvisibili che consigliava,una volta giunti alla stazione di Mole sol Mignone di girare a sinistra però non lo conosco.
https://www.montinvisibili.it/ferrovia abbandonata 2
 
Come già avevo scritto su un altro post, ho fatto questa escursione recentemente e ha ricevuto così tanto successo che molti amici mi hanno chiesto di accompagnarli. Non so quando ci tornerò, ma in ogni caso se vado ti contatto, nel caso in cui non vai e ovviamente se ti fa piacere.
Dell'acqua non mi preoccuperei più di tanto di bagnarmi. Calcola che sono andato nel periodo di tramontana bella rigida e non avevamo nulla, solo un paio di calzini di ricambio. Abbiamo fatto asciugare tutto nel lungomare di Civitavecchia, prima di prendere il treno.
Ho visto la traccia di Marco (montinvisibili) è molto valida, se vuoi stare su strade minori. Noi passata l'autostrada abbiamo preso addirittura il raccordo Civitavecchia - Viterbo, che può sembrare pericoloso, ma vi assicuro che è meglio dell'Aurelia: c'è un'ampia corsia d'emergenza, con un bell'asfalto e c'avranno superato circa 6/7 auto. (se ti metti a ritmo, fai questi 7/8 km in meno di 15 minuti e arrivi in centro).
Se vuoi dividere il viaggio con bella sosta di consiglio di andare a pranzo all'agriturismo la Farnesiana, dove si mangia con poco a menù fisso a buffet (molto veloce). In ogni caso ti consiglio di andarci per vedere la chiesa gotica (se segui la traccia di Marco, ti ci porta).
Un'altra cosa che potresti fare è una sosta alle terme della Ficoncella, adiacenti all'autostrada, se segui la traccia di Marco e prendi via della Ficoncella ci arrivi dentro.
 
Certo che mi farà piacere ricevere l'invito, la certezza di andare ci sarà solo tra una settimana! E non vedo l'ora. Il pranzo all'agriturismo mi solletica...cosi da non dovermi caricare anche i panini. Ma non so valutare la durata della "traversata", anche perché prevedo molte soste per fare foto...e la sosta pranzo certamente un'oretta te la porta via (se te la vuoi godere..). Grazie per i consigli comunque, mi segno tutto.
 
Lungo il percorso, qualche decina di metri prima del ponte di ferro, c'è il sito archeologico di Luni sul Mignone, per vederlo bisogna arrampicarsi un pochino, c'è anche una scala metallica, ma merita la visita anche per il panorama.
Questo è il link dell'agriturismo, che si trova di fronte alla chiesa gotica: http://www.farnesiana.it/ristorazione.html
(noi avevamo fatto solo il menù antipasti)
 
sull'agriturismo ho trovato stesso sito...e nelle recensioni Google...scrivono (2 anni fa) che si mangia alle 13. Non lo so se riesco a stare li per quell'ora...
 
Lungo il percorso, qualche decina di metri prima del ponte di ferro, c'è il sito archeologico di Luni sul Mignone, per vederlo bisogna arrampicarsi un pochino, c'è anche una scala metallica, ma merita la visita anche per il panorama.
Questo è il link dell'agriturismo, che si trova di fronte alla chiesa gotica: http://www.farnesiana.it/ristorazione.html
(noi avevamo fatto solo il menù antipasti)
si e' vero confermo il sito va' visto assolutamente poi da sopra c'e un panorama stupendo
 
sull'agriturismo ho trovato stesso sito...e nelle recensioni Google...scrivono (2 anni fa) che si mangia alle 13. Non lo so se riesco a stare li per quell'ora...
Penso che fino alle 13,30/14,00 fanno mangiare senza problemi, se ti limiti al buffet di antipasti.
Comunque noi siamo partiti da Capranica alle 9,30, un mio amico ha subito bucato e non aveva la chiave per smontare la ruota. Siamo andati in giro per supermercati per trovare l'arnese e alla fine dopo la sostituzione siam partiti. Abbiamo fatto una deviazione per il centro storico di Blera, dove siamo rimasti una mezz'oretta in un simpatico bar del centro. Varie soste in giro per le foto e alle 13,15 stavamo alla Farnesiana... sono solo 31 km e tutti in pianura/discesa, ce la fai senza troppo stress!
 
Penso che fino alle 13,30/14,00 fanno mangiare senza problemi, se ti limiti al buffet di antipasti.
Comunque noi siamo partiti da Capranica alle 9,30, un mio amico ha subito bucato e non aveva la chiave per smontare la ruota. Siamo andati in giro per supermercati per trovare l'arnese e alla fine dopo la sostituzione siam partiti. Abbiamo fatto una deviazione per il centro storico di Blera, dove siamo rimasti una mezz'oretta in un simpatico bar del centro. Varie soste in giro per le foto e alle 13,15 stavamo alla Farnesiana... sono solo 31 km e tutti in pianura/discesa, ce la fai senza troppo stress!
Ho chiamato l'agriturismo e mi hanno detto 14/14:30...inoltre hanno detto che il sabato non serve prenotare.Sull'orario se voi ce l'avete fatta con tutti quegli imprevisti allora posso pensare anche io di partire piu tardi, sperando di esser piu fortunato del tuo amico.
 
Consiglio pedante: sostituire al più presto i bulloni del mozzo con gli sganci rapidi.E poi due camere d'aria e il kit con colla e tip top.;)
Come ho scritto in apertura, sono meno del "ciclista della domenica"..andrò con quello che ho, sperando di sopravvivere☺.Per il momento mi son solo dotato del kit...le camere d'aria stanno nelle varie borsette...da quasi 10 anni.Dite che quando le srotolerò su sbricioleranno?
 
Le camera d'aria sarebbe meglio almeno controllarle gonfiandole e lubrificare le valvole.Per i bulloni dei mozzi procurati assolutamente una chiave adatta se non hai gli sganci rapidi,perchè altrimenti non puoi sostituire la camera d'aria.E' vero che c'è modo di riparare il foro senza smontare la ruota però...Si passa quasi sempre lontano da centri abitati e rovinarsi l'escursione non vale la pena.La pompa ce l'hai vero!!
 
Le camera d'aria sarebbe meglio almeno controllarle gonfiandole e lubrificare le valvole.Per i bulloni dei mozzi procurati assolutamente una chiave adatta se non hai gli sganci rapidi,perchè altrimenti non puoi sostituire la camera d'aria.E' vero che c'è modo di riparare il foro senza smontare la ruota però...Si passa quasi sempre lontano da centri abitati e rovinarsi l'escursione non vale la pena.La pompa ce l'hai vero!!
Si, la pompa ce l'ho....insieme ad altri attrezzi acquistati tempo (10anni fa...insieme alle camere d'aria)e mai usati...al punto che non ricordo neanche cosa io abbia.Devo vedere se ho la chiave adatta per smontare la ruota posteriore :)
 
Ho fatto questa escursione l'estate passata e non ho trovato particolari difficoltà oltre a quelle ben note come il muro alla fine della galleria più lunga e le pozze d'acqua. Non ho invece trovato ovini nelle gallerie, cosa che avevo letto su qualche descrizione online.
Prendi alla lettera i consigli del primo msg di lanfranco51; per non bagnarsi i piedi, se fa caldo, bastano anche le buste e un paio di calzini di scorta. Alla fine del vecchio tracciato ferroviario, dopo l'ultima stazione di Mole sul Mignone ho preso anch'io la breve salita a sx. Si incrocia poco dopo un viale alberato: andando a dx si va a Civitavecchia passando per l'Aurelia mentre se si va a sx si arriva sulla Braccianese che, in discesa e incontrando poco traffico porta a Civitavecchia. Quest'ultima soluzione è quella che ho percorso io e vedo anche Montinvisibili: non presenta nessuna difficoltà tranne un breve tratto di circa 50 m da fare a spinta per il fondo ciottoloso su uno stretto sentiero che costeggia la recinzione di una casa.
Andate attrezzati con tutto l'occorrente per essere autosufficienti in caso di forature o guasti perchè per gran parte dell'escursione sarete lontani da tutto e da tutti.
Traccia e descrizione qui:
https://it.wikiloc.com/percorsi-mountain-bike/vecchia-ferrovia-capranica-civitavecchia-26158998
 
trovato ovini nelle gallerie
Ah! E' vero,una volta è capitato anche a me di trovare delle mucche al fresco nella grande galleria dopo il ponte,ma era appunto fine Agosto.Comunque non costituiscono un pericolo,basta palesare la propria presenza da lontano canticchiando o fischiettando (se si è stonati :rofl: ) e loro cedono il passo senza problemi.La prossima volta che ci capito voglio proprio provare la variante Braccianese, il problema è che alla fine vengo sempre attratto dal sito di Cencelle in alto sulla collina. E poi mi auguro che presto tutti noi "galleriisti" si possa tornare a percorrere la Spoleto Norcia quella vera.
 
Ho fatto questa escursione l'estate passata e non ho trovato particolari difficoltà oltre a quelle ben note come il muro alla fine della galleria più lunga e le pozze d'acqua.
Traccia e descrizione qui:
https://it.wikiloc.com/percorsi-mountain-bike/vecchia-ferrovia-capranica-civitavecchia-26158998
Grazie, la tua descrizione e la tua traccia, su wikiloc, le avevo già salvate! Alla fine credo che saremo solo in due ad andare e siamo fermamente convinti di seguire le indicazioni/suggerimenti ricevuti ovvero pranzo all'agriturismo e visita dell'area archeologica di Luni sul Mignone. Parlando di attrezzature, con mia grande sorpresa ho letteralmente scoperto ieri sera che anche la ruota posteriore della mia mtb è dotata di attacco rapido! Mi sono dotato di 2 ulteriori camere d'aria e di una bomboletta riparagomme., oltre al kit toppe+colla.
 


Contenuti correlati

Alto