Abbigliamento per escursione termica

Ciao a tutti, sono nuovo in questo forum e avrei bisogno di qualche parere generale riguardo all'abbigliamento che dovrei procurarmi per questa fantastica esperienza che vivrò a breve: a luglio parteciperò ad un campo di volontariato internazionale nel bel mezzo della Taiga russa, dove la neve non è affatto un problema, per via del clima comunque "mite" e piovoso in quel periodo. Comunque l'escursione termica può essere notevole, e la temperatura sfiorare i 30 gradi di giorno e toccare lo 0 di notte. Inoltre, seguiremo un percorso lungo un fiume in rafting, quindi schizzi vari alla meno peggio, cui si aggiunge l'imprevedibilità delle precipitazioni, che spesso si traducono in frequenti rovesci inattesi. Il mio obiettivo è sopravvivere a quelle due settimane mantenendomi il più possibile caldo e asciutto, facendo fronte ad un clima abbastanza vario, freddo (forse freddissimo) e non caldissimo, per cui so già che probabilmente dovrò attenermi alla vecchia tecnica degli "strati". Quello che vi chiedo qui sono in particolare consigli per quanto riguarda una buona giacca "versatile", impermeabile in primis e calda (non so se il termine esatto possa essere "isolante"), e se non è il modello almeno i materiali o le "tecnologie" (passatemi l'espressione), in modo da potermi muovere più scioltamente nel web, e non solo. Ho sempre fatto esperienze in ambito Scout, eppure non c'è mai stata l'esigenza di avere una giacca così ben scelta (sostanzialmente, non voglio morire di freddo per due settimane), per cui mi rimetto pienamente a chi ne sa di più. Sperando possiate aiutarmi, ringraziamenti anticipati
 
Ciao Davide97 e benvenuto, puoi fornire altre informazioni riguardo l'organizzazione del campo?
Mi spiego meglio: chi ha organizzato il campo non vi ha fornito una lista di cosa portare per se stessi e cosa per la vostra collettività?
Che attività di volontariato farete? Sarete ospitati in una qualche struttura fissa o farete campo in giro?
Comunque per stare asciutti strato esterno Goretex, per stare caldi capo tecnico polartec/pile, a pelle intimo in sintetico, calze/calzettoni di ricambio; se viaggi con lo zaino metti tutto in un sacco stagno, così galleggia anche lo zaino, ai piedi per il rafting tieni scarpette leggere o sandali. Tieni conto che zanzare e moscerini ti faranno assidua compagnia:)
Ciao e buona avventura:si:
 
Ciao Charlie, ti spiego: l'attività di volontariato consiste nel mantenere agibile un'area di un parco nazionale - precisamente lo Yugyd Va National Park -, tenendo puliti sentieri da rami e sedimenti vari, oltre a marcare gli stessi sentieri, e nella sensibilizzazione all'importanza del parco in se, sia rivolta a noi che a gente del posto (il parco in realtà è poco conosciuto e visitato anche in ambito nazionale). Ogni giorno il luogo di pernottamento sarà diverso, e consisterà in tende o rifugi lungo il percorso, a seconda della tappa. Purtroppo ho conosciuto questo campo nell'ambito di una più ampia organizzazione mediatrice italiana, per cui i contatti con l'associazione organizzatrice russa sono scarsi e mediati, e l'infosheet molto generica (equipaggiamento: stuoino, sacco a pelo, abbigliamento impermeabile,...). Quindi la giacca ritieni sia sufficiente? Sapresti indicarmi un modello/marca (possibilmente sull'economico, ma per l'equipaggiamento con moderazione ahaha)?Grazie davvero per le dritte!
 
Ciao @Davide97 e buona giornata, da quello che capisco sarete seguiti da una ''organizzazione'' locale che fornirà un supporto logistico per le necessità di tutto il gruppo: ricoveri,cibo, acqua, mezzi di trasporto.
Ai singoli spetterà dotarsi dell'equipaggiamento individuale: abbigliamento, sacco a pelo, calzature, contenitore individuale per l'acqua da bere, posate e gavetta ecc.
Per la giacca in goretex, a meno ti voglia vendere un rene, la soluzione valida ed economica è pescare nel surplus militare, cerca nel sito questa discussione:
DPM basha british army

 

Discussioni simili



Alto Basso