Abbigliamento Righeschi

Ciao regaz, volevo rendervi partecipi di una felice scoperta da me fatta casualmente:
Cercando online della roba in stile tradizionale in canvas mi sono imbattuto in questo sito: https://www.righeschicountry.it/it/catalogo/index
La felicità più grande è stata vedere che si trovano a 10 minuti da casa mia! Ovviamente alla prima occasione mi sono presentato davanti alla porta con il dito puntato al campanello :biggrin:

Mi apre Irene, titolare del laboratorio, coetanea e gentilissima; dentro sembra il mio armadio ma venti volte più grande!
Passo da un capo all'altro come un bambino farebbe sulle giostre a Disneyland sotto la guida di Irene che mi descrive tutto in maniera dettagliata e condita di passione.
Esco con un paio di pantaloni in cotone canvas che a sensazione mi sembrano strepitosi; tagliati e cuciti in modo magistrale, su cui nessun dettaglio è lasciato alla sorte.
Tasche cargo con soffietto posteriore che intelligentemente non si impigliano passando tra i rovi con chiusure a velcro abbondanti.
Le altre tasche sono ( finalmente!) profonde, ci metti dentro le cose e lì rimangono senza timore di esser perse per strada.
Sono capi tecnici ma non come siamo abituati ad intendere: sono tutte fibre naturali, quindi devono piacere esteticamente ma anche ideologicamente.
Il passato è li che mi guarda chuedendomi " che ne pensi?"
E allora me li infilo e parto col test.
Saranno anche autunnali ma col tempaccio di ieri e la temperatura di oggi son pronto per la mia giornata di lavoro classica; fuori all'aria da sole a sole.
Fresco la mattina, mite a mezzodì... il cotone traspira e vado alla grande.
Come si comporteranno con l'andare dell'uso ve lo dirò fra un po. Certo è che, almeno a bocce ferme, fanno ben sperare perché roba così è innegabile che i numeri li ha.
Avrò modo di tornare in laboratorio sicuramente piu volte perché di cose che mi piacciono ce ne sono fin troppe, quindi...
Stay tuned!
20240419_085042.jpg
 
Ultima modifica:
Ciao regaz, volevo rendervi partecipi di una felice scoperta da me fatta casualmente:
Cercando online della roba in stile tradizionale in canvas mi sono imbattuto in questo sito: https://www.righeschicountry.it/it/catalogo/index
La felicità più grande è stata vedere che si trovano a 10 minuti da casa mia! Ovviamente alla prima occasione mi sono presentato davanti alla porta con il dito puntato al campanello :biggrin:

Mi apre Irene, titolare del laboratorio, coetanea e gentilissima; dentro sembra il mio armadio ma venti volte più grande!
Passo da un capo all'altro come un bambino farebbe sulle giostre a Disneyland sotto la guida di Irene che mi descrive tutto in maniera dettagliata e condita di passione.
Esco con un paio di pantaloni in cotone canvas che a sensazione mi sembrano strepitosi; tagliati e cuciti in modo magistrale, su cui nessun dettaglio è lasciato alla sorte.
Tasche cargo con soffietto posteriore che intelligentemente non si impigliano passando tra i rovi con chiusure a velcro abbondanti.
Le altre tasche sono ( finalmente!) profonde, ci metti dentro le cose e lì rimangono senza timore di esser perse per strada.
Sono capi tecnici ma non come siamo abituati ad intendere: sono tutte fibre naturali, quindi devono piacere esteticamente ma anche ideologicamente.
Il passato è li che mi guarda chuedendomi " che ne pensi?"
E allora me li infilo e parto col test.
Saranno anche autunnali ma col tempaccio di ieri e la temperatura di oggi son pronto per la mia giornata di lavoro classica; fuori all'aria da sole a sole.
Fresco la mattina, mite a mezzodì... il cotone traspira e vado alla grande.
Come si comporteranno con l'andare dell'uso ve lo dirò fra un po. Certo è che, almeno a bocce ferme, fanno ben sperare perché roba così è innegabile che i numeri li ha.
Avrò modo di tornare in laboratorio sicuramente piu volte perché di cose che mi piacciono ce ne sono fin troppe, quindi...
Stay tuned!
Vedi l'allegato 257602
Belli Nikke, si vede che è giusto per il bosco e neanche troppo caro.
L'abbigliamento da caccia nella macchia è il migliore.
Ne ho trovato uno anch'io di questi artigiani tramite un rivenditore di Castiglione Fiorentino...
Se non ricordo male si dovrebbe chiamare Macchie di Maremma.
Ho un cargo estivo in cotone semi elasticizzato a prezzo modico che é il top.
 
Esatto Nikke.
Li presi senza i rinforzi, solo cotone a 50 €.
Li porto tutto l'anno, tranne d'inverno.
Si trovano anche più robusti per l'inverno, oppure con rinforzi e protezioni in Kevlar per gli spini...
 
Senza aperture di ventilazione col caldo mi sa che è dura. Sono un po' simili ai Fjällräven Keb e altri pantaloni di marchi scandinàvi, ma meno costosi e non ventilati (non so il peso, i Keb sono pesantucci).
Mi è piaciuto molto lo zainetto da pastore, che invece è caro. Pare di panno casentino, in ogni caso non proprio in grado di attrarre i sobri pastori bergamaschi o balcanici stipendiati dai bergamaschi.
Anche qualche panciotto mi attrae, in particolare quello di velluto, ma non saprei come e dove metterlo, e poi dovrei puzzare un po' di sigaro e vino, ma non fumo e sono astemio.
 
Ho capito l'antifona e vorrei risponderti con le stesse parole lette per descrivere uno zaino completamente in canvas e pelle, qualitativamente altissimo ma che definirlo vintage è riduttivo;

" immagina una Ferrari degli anni '70: lo sai già che non c'è il servosterzo, l'aria condizionata e tutti gli opzional moderni, eppure... "

Sai, alla fine me lo son preso quello zainetto in canvas e menomale l'ho fatto perché lo uso con soddisfazione nonostante non abbia "il servosterzo e l'aria condizionata". ;)

Per questi capi, per quanto mi riguarda, vale lo stesso principio e devono piacere ideologicamente prima che tecnicamente.
 
Alto Basso