Accesso regolamentato Dolomiti e Lago di Braies

Per prima cosa vi do due link
Sul Lago di Braies
https://initalia.virgilio.it/lago-braies-contro-turisti-selfie-un-passo-dal-cielo-34731
E sulle Dolomiti in generale
https://initalia.virgilio.it/dolomi...assalto-turisti-luglio-ztl-montagna-21548/amp
Si parla di limitare fortemente o almeno regolamentare in modo rigido l'accesso a questi bellissimi luoghi.
Per quanto riguarda il Lago di Braies mi meraviglia che una cosa del genere non sia già stata fatta. Accesso con navette da pracheggi a debita distanza. D'altra parte cosa credevano che tutto la pubblicità derivata dalla fiction non avrebbe portato a questo? Poca intellegenza o lungimiranza. Accetto una fiction? La uso per farmi pubblicità? Bene ! Ma questo vuole dire un cospicuo aumento di persone e quindi di mezzi di trasporto. Bisogna prevenire, non curare. Tuttavia siamo ancora in tempo.
Per il secondo articolo ,beh accesso limitato con permessi pur gratuiti ,ma così ridotti potrebbe contenere essere un boomerang
Voi cosa ne pensate ?
 
U

Utente 24852

Guest
È da anni che desideriamo organizzare una vacanza da quelle parti, "fiction" o "non fiction".
Da esseri umani, amanti della natura, della montagna.

Sicuramente, il mio punto di vista, quindi cosa ne penso, é che quel genere di limitazioni, accessi regolamentati, ecc... riguardante spazi naturali (montagna) mi porta semplicemente a non volerci più andare del tutto. Preferendo poter visitare ambienti naturali, la terra, dove é "naturalmente" libero farlo.

Purtroppo c'é una sorta di gelosia, possessività nell'essere umano... dimenticandosi che indifferentemente da tutto, la terra, di qualunque luogo si parli, non é di nessuno... o meglio, é di tutti gli esseri viventi. Quindi raggiungendo certi livelli anche quei luoghi diventano alla pari delle città, delle proprietà abitative private, del genere di persone, autorità, ecc...

NB: non é oro colato... é la mia opinione a riguardo.
 
più che altro TUTTI i posti dovrebbero essere belli così e restarlo senza divieti e limiti di nessun tipo in mezzo alle sfere perchè la gente invece di fare disastri si comporta bene.


ma si su marte forse...
 
Il lago e i dintorni sono davvero belli (tra i più belli delle Dolomiti).
Non sto distantissimo da lì, ma ci devo ancora andare.
Così come al rifugio Vandelli - lago Sorapiss (raggiungibile dal Passo 3 croci, vicino Cortina d'Ampezzo).
Il problema (come a Venezia) di questi posti è quello che si chiama "overtourism", cioè sovraffollamento di turisti oltre la capienza limite.
Non vedo altro modo che quello di limitarne l'affollamento in qualche modo.
Per il lago di Braies l'anno scorso l'Alto Adige ha scelto di limitarne l'accesso ai mezzi privati dal 10 Luglio al 10 settembre: si può quindi raggiungere solo con autobus da Dobbiaco (Toblach) o Villabassa (Niederdorf) o Monguelfo (Welsberg), la macchina la devi lasciare in uno di questi 3 posti.
Il problema è andare in questi posti nel pieno della stagione estiva e in orari "da turisti".
Fuori stagione (in giugno e da metà settembre in poi) possono diventare accessibili.
 
Da quello che ho letto io in un altro articolo vorrebbero la botte piena e la moglie ubriaca : meno turisti, ma gente che spende centinaia di euro in alberghi e ristoranti. Attualmente le persone che affollano le rive del lago di Braies si fermano giusto il tempo per selfarsi e farsi un panino, forse anche perché i prezzi sono piuttosto alti (mi sembra di aver pagato 2 euro il caffè al bar)
Come dice @andreal l'accesso in macchina nel periodo estivo è già vietato, devi parcheggiare ben distante e pagare la navetta. La novità principale, mi sembra di capire, sarebbe il pass che permette a chi soggiorna in albergo di circolare liberamente in macchina e il treno che ti porta fino a Braies.
--- ---

...quindi insomma, nel caso del lago, l'impressione è che vogliano incentivare un altro tipo di turismo più che limitare.
 
Ultima modifica:
Vietare no regolamentare sì.
ErikaG ha centrato il problema da me accennato : poca gente ma che spende tanto.
Turismo solo per ricchi ? Beh se così fosse conserverò indelebile dentro di me i ricordi di tutti i posti visti e che se li tengano.
Ovviamente solo in una versione tragica del futuro che spero non si avveri.
D'altra parte aumentano Alberghi appartamenti piste impianti di risalita capillare intrattenimenti per chi? Solo per chi ci va in bicicletta, che tra l'altro invidio ?
Siamo in troppi e facciamo tutti le stesse cose nello stesso momento.
Quando sarò in pensione approfitterò per andare fuori stagione dove mi piace.

ErikaG
Condivido in pieno aggiornamento per il Lago, ma sarebbe bene che lo chiarissero se no secondo me tanti "diranno teneteveli per voi quei posti" famoso effetto boomerang
 
Turismo solo per ricchi ? Beh se così fosse conserverò indelebile dentro di me i ricordi di tutti i posti visti e che se li tengano.

Siamo in troppi e facciamo tutti le stesse cose nello stesso momento.

Quando sarò in pensione approfitterò per andare fuori stagione dove mi piace.
Mi sa che è proprio quello che vogliono e condivido in pieno l'ultima frase
 
Sono stato 3 volte al lago di Braies, la prima 25 anni fa, le ultime due a distanza di 3 anni (l'ultima volta due anni fa) e non penso che ci andrò più al di là degli eventuali divieti che metteranno. Posto diventato negli anni invivibile. Sono convnto che ogni luogo, dal più bello al più brutto, è degno di essere visitato ma questo è sopravvalutato e decisamente sovrasfruttato.
 
Purtroppo le situazioni di questo genere aumenteranno temo negli anni e allora luoghi come Fai della Paganella,dove sono stato lo scorso anno, acquistano più significato pur non offrendo molto , natura a parte ovviamente.
L'altro lato della medaglia è che sono posti piccoli e quindi reggeranno l'impatto per poco tempo.
Grazie Erika per la segnalazione ,che conferma le impressioni. Tutelare turismo e territorio si ,ma anche gli interessi economici. Per dirla breve un boomerang gli e già tornato indietro, pubblicità della TV,ma adesso devono rimediare ai danni e fare molte frittate con le uova che hanno rotto loro stessi.
Mi sta andando via la voglia di andarci questa estate e dirottare verso Moena che non vedo da tanto.
 
Ragazzi ma davvero in Agosto il Lago di Braies è così invivibile? Pensavo di andare per fare il giro del lago e poi spingerlo anche più in alto in più escursioni.
Anche 15 anni fa sul Sella-Sassolungo sul pullman da Castelrotto a li i salire sull'Alpe di Siusi c'era molto caos . Poi in alto il caos so fermava quasi tutto nei rifugi e in giro per la montagna c'era spazio per tutti. File anche alle funivie ed affini ma non tutte.
 
La mia marcata propensione alla misantropia e incondizionato amore per le Montagne mi porterebbe ad immaginare le nostre Vette "depurate" dal gregge umano, al 90% costituito dal classico turista da selfie mordi e fuggi, stimolato ed interessato ai luoghi montani tanto quanto una Domenica passata ad osservare le vetrine di un centro commerciale qualsiasi. Però, come giustamente riportato poco sopra, non devo e non dobbiamo commettere l'errore di pensare che le Montagne siano esclusivo patrimonio di chi le sa veramente amare ed apprezzare! E dico questo con non poco rammarico specialmente se penso ai soggetti assolutamente inadeguati che si trovano in quota. Per me possono limitare e regolamentare finché vogliono. Le Dolomiti sono ampie a sufficienza e per fortuna esistono ancora tanti posti dove ci arrivi A PIEDI sudando e faticando!
--- ---

Ragazzi ma davvero in Agosto il Lago di Braies è così invivibile? Pensavo di andare per fare il giro del lago e poi spingerlo anche più in alto in più escursioni.
Anche 15 anni fa sul Sella-Sassolungo sul pullman da Castelrotto a li i salire sull'Alpe di Siusi c'era molto caos . Poi in alto il caos so fermava quasi tutto nei rifugi e in giro per la montagna c'era spazio per tutti. File anche alle funivie ed affini ma non tutte.

Guido, stai citando posti che richiedono ZERO sforzo fisico per raggiungerli. Trovarsi una bolgia indescrivibile di persone è quantomeno scontato....
Giugno 2018, Ore 7:30 del mattino. Ho faticato a trovare un parcheggio a Braies ma la famiglia ci teneva a vederlo......
 
Ragazzi ma davvero in Agosto il Lago di Braies è così invivibile? Pensavo di andare per fare il giro del lago e poi spingerlo anche più in alto in più escursioni.
Anche 15 anni fa sul Sella-Sassolungo sul pullman da Castelrotto a li i salire sull'Alpe di Siusi c'era molto caos . Poi in alto il caos so fermava quasi tutto nei rifugi e in giro per la montagna c'era spazio per tutti. File anche alle funivie ed affini ma non tutte.

Come dice @maxfontana, il posto è "relativamente facile" da raggiungere (per questo è così frequentato). Ci sono diversi posti che sono altrettanto belli ma meno frequentati, perchè per raggiungerli bisogna faticare.
Al lago si può arrivare però anche studiando un itinerario per raggiungerlo, attraverso le montagne-i boschi del luogo, lasciando la macchina più in basso (a una delle 3 località che ho indicato, Dobbiaco-Villabassa-Monguelfo).
Ad esempio, da Monguelfo si può arrivare a Ferrara (poco oltre Villabassa) a piedi in un'ora e 40 circa:

https://www.tre-cime.info/it/braies...&filter=r-fullyTranslatedLangus-&ipd=37815144

e da Ferrara, in poco più di un'ora, utilizzando il sentiero tematico "Victor Wolf Edler" si può arrivare al lago di Braies:
https://www.altapusteria.com/sport/estate-attiva/escursioni/sentiero-tematico-viktor-wolf-edler/

E' un po' più faticoso, ma secondo me più appagante (è infatti quello che pensavo di fare io).
 
Non è che pensavo di non trovare nessuno, ma le descrizioni fatte illustravano una situazione da sabato pomeriggio in un centro città qualsiasi alla vigilia del Natale. Se andremo in Alta Pusteria sceglieremo itinerari e posti alternativi.
L'anno scorso in Paganella siamo andati a vedere quel Parco-Zoo che c'è a Spormaggiore e si c'era molta gente ma era ancora vivibile. Come lo era Andalo Life Park. Un gran caos con problemi di parcheggio e nei posti di ristoro sul lago di Molveno che panorama a parte mi ha fatto un po' l'effetto, vi chiedo scusa, spiaggia di Rimini o Riccione a cui sono peraltro affezionato essendo Romagnolo per 3/4.
 
È una iniziativa IMHO condivisibile, ma bisogna farla bene. In particolare riguardo alla mobilità elettrica non sono del tutto convinto che inquini meno nell'aria ,se nel conto mettiamo produzione e smaltimento batterie, per non parlare della durata delle stesse. Sono invece sicuro e convinto della quasi totale riduzione dell'inquinamento acustico che ha però un lato negativo proprio nella sua silenziosità.
La settimana scorsa davanti al bar in centro al mio paese ero di spalle con a meno di un metro una Tesla, non so il modello, che non avevo né visto né sentito che voleva parcheggiare dove ero io. Se non mi avessero detto di spostarmi non lo avrei fatto.
--- ---

https://www.rainews.it/tgr/amp/video/2020/02/ContentItem-f1748796-b759-4c36-8cf7-0c45db99c7de.html

Aggiungo questo link della The Trento che conferma quanto detto.
 
Ultima modifica:
aggiungiamo che, a causa del peso, le elettriche hanno un consumo delle gomme maggiore, e quindi fanno piu' particolato indirettamente. oltre al fatto che, in caso di incidente con incendio (per fortuna molto raro), ci sono problemi per lo spegnimento :eek:

il problema e' uno solo, qualsiasi posto facile da raggiungere viene devastato. che sia pesca, caccia, birdwatching, musei, ovunque arrivino le masse, oltre all'aumento di pressione, arrivano gli idioti.
 
Ultima modifica:
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso