Escursione Ahrntal – Valle Aurina : Rein-Riva di Tures – Hutte Kasseler – Malersee

Parchi del Trentino-Alto Adige
Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina
Ahrntal – Valle Aurina : Rein-Riva di Tures – Hutte Kasseler – Malersee


Ahrntal – Valle Aurina : Rein-Riva di Tures – Hutte Kasseler – stranamente chiamato in seguito Rifugio Roma - Malersee – Lago Maler 

Ciao.

Oggi 3 luglio 2014 la giornata si annuncia fresca e limpida ed è previsto sole per tutta la giornata. Matteo e Marta decidono di fare una camminata impegnativa nella Valle di Riva di Tures. E' veramente incantevole dal punto di vista paesaggistico e montano. 

Dislivello : posteggio Riva di Tures ( metri 1536 ) - Rifugio Kasseler ( metri 2278 ) - Lago Maler ( metri 2501 ) e ritorno.

Segnavia andata e ritorno : 1 e 1 A
Sentiero molto bello e ampio fino al Rifugio – leggermente più impegnativo la parte per il lago Maler per lingue di neve da attraversare e ripide e parecchio sfasciume.

Totale Km andata e ritorno circa 15,00. Tempo di percorrenza con le varie soste: salita fino al rifugio ore 2,00 - Lago Maler 45 minuti.

Discesa : in totale ore 2 e 15 minuti.

Escursione di una giornata fatta con molta tranquillità, adatta fino al Rifugio anche per bambini allenati delle elementari. Molto istruttiva in quanto, mentre si sale, si evidenziano tutti i vari strati montani dai boschi, prati, cascate, torrenti ecc. fino alla vista di vette altissime con i potenti ghiacciai. Inoltre la vista di tutta la conca è spettacolare. Impegnativa la parte che porta al Lago Maler.

Per noi, come sempre, Il tempo tra il salire e lo scendere non è importante. Unico inconveniente che assolutamente dobbiamo tornare alla macchina al massimo per le ore 16,00 perché dobbiamo portare Marta alla stazione ferroviaria di Brunico che deve ritornare a Trento . Ci si vedrà la sera dopo in albergo al Martinshof per altre escursioni. 

Dopo la solita abbondantissima e favolosa colazione del Martinshof partiamo con la macchina al posteggio prima del paese sulla destra a Riva di Tures. 

Il tempo promette bene.

In movimento già tanti escursionisti anche piccoli felici che sgambettano sul sentiero.
Questo ci fa un grande piacere.
Tengo a precisare che durante la salita incontriamo ben tre gruppi di almeno 30 ragazzi e ragazze per gruppo che scendono , di cui due tedeschi e uno belga con al collo la bandiera nazionale, che sono anche felici per le loro squadre di calcio che stanno facendo faville in Brasile...e irridono bonariamente la squadra nostrana.
Facciamo loro i nostri complimenti, chiedendo anche delle loro mete raggiunte.

Tengo a precisare che in tutta la Val Aurina è normalissimo incontrare gruppi di ragazzi e ragazze ben organizzati e attrezzati che affrontano le varie escursioni che la valle propone.
E' bellissimo incontrarli perché sprigionano simpatia e allegria e danno un tocco di giovinezza a tutto quella natura che ci circonda mentre si sale.

La salita sul sentiero n. 1, che si chiama anche Hardegen Weg, non è per nulla ripida.




000001 r.jpg




000002 r.jpg




000002 ar.jpg




000003 r.jpg




000004 r.jpg




000005 r.jpg





Senza troppa fatica si raggiunge a quota 1874 la malga Untere Terner e lo spettacolo ha inizio.


Una delle più belle vette, che si vedrà meglio in altre foto successive, di tutta la Valle Aurina: La Vetta HochgallSpitz ( metri 3436 ) con il suo immenso ghiacciaio. Dietro seminascosta la Barmer Spitz ( metri 3384 )




000006 r.jpg





A quota 1966 si raggiunge un ponte per superare una stupenda cascata.
Foto d'obbligo e sosta rinfrescante.




000007 r.jpg




000008 r.jpg




000009 r.jpg





Si prosegue sempre con falicità e con un panorama mozzafiato.

Di fronte nella parte opposta della valle si ammira la cima del Durreck Spitz ( metri 3135 ) 




0000010 r.jpg




Davanti a noi l'HochglassSpitz o Cima Collalto in tutta la sua bellezza. 




000011 r.jpg





Si prosegue.
Si vede il rifugio Kasseler




000012 r.jpg




000013 r.jpg




000014 r.jpg




000015 r.jpg




000016 r.jpg




000017 r.jpg




000018 r.jpg




000019 r.jpg




000020 r.jpg




0000021 r.jpg




A quota 2121 inizia la parte leggermente più impegnativa, ma con sentiero ben lastricato da massi che porta velocemente al Rifugio Kasseler che ci domina dall'alto. 
Sopra di noi lo Schneerbigen Nock Spitz ( metri 3358 ) che ci sovrasterà nella camminata al Lago Maler.




00022 r.jpg




00023 r.jpg




00024 r.jpg




Ultimi metri per raggiungere il rifugio Kasseler.
Non ho mai capito in base a quali criterio il fascismo ha cambiato il nome del rifugio chiamandolo Rifugio Roma...e queste assurdità si incontrano continuamente in Alto Adige con traduzione in italiano dal tedesco o dal tedesco locale usando parole italiane assurde e ridicole. In una prossima escursione ne darò l'esempio più evidente della stupidità fascista. Il rifugio si chiama Kasseler perchè è stato costruito, come la maggior parte dei rifugi dell'Alto Adige, dalla sezione alpina della città di Kassel capoluogo dell'Assia Settentrinale in Germania




00025 r.jpg




00026 r.jpg




00027 r.jpg






Essendo ancora presto si decide di andare al Lago Maler seguendo il segnavia 1 A.

La prima parte è leggermente difficoltosa perchè si cammina su sfasciumi fino ad arrivare a quota metri 2450 circa. Poi si costeggia in quota la dorsale , attraversando piccole lingue di neve fino a raggiungere una piccola forcella dove si incontra il lago Maler. 

Siamo nel silenzio e nella tranquillità...tranne qualche colpo dall'alto in quanto dal ghiacciaio che sta sopra della cima Schneerbigen Nock ( metri 3358 ) scarica ogni tanti qualche slavina che si perde sotto tra lo sfasciume. 





00028 r.jpg





00029 r.jpg




00030 r.jpg




00031 r.jpg




00032 r.jpg




00033 r.jpg




0000011111 r.jpg




000000222222 r.jpg




0000003333333.jpg





00036 r.jpg




Continua.

Non penso di farcela questa sera...sarà nei prossimi giorni con le foto stupende della Cima e ghiacciaio HochglassSpitz - Collalto e di tutta la conca. Uno spettacolo.
 
Bellissima la Val Aurina,siamo saliti con mia moglie e mia figlia al rifugio Badl in Gennaio con la neve costeggiando il Rio Molina e scendendo a bordo dei classici slittini,la consiglio a tutti!
 
Ahrntal – Valle Aurina : Rein-Riva di Tures – Hutte Kasseler – Malersee

Continua la seconda parte.


Breve spuntino con un costo decisamente contenutissimo presso il rifugio e sosta ad ammirare da quel belvedere tutta la conca del Parco Naturale Vedrette di Ries.

Aggiungiamo altre foto del ritorno ad arricchimento.



000001.jpg




000001 a.jpg




000001 b.jpg




000001 c.jpg




000001 d.jpg




Iniziamo a scendere tenendo conto che dobbiamo arrivare in tempo alla stazione di Brunico per le ore 17.00

Nel scendere ci stanno superando due escursioniste scatenate non sono altro che la Signora Rosa Oberhofer e la figlia . che conosciamo benissimo in quanto la signora , meravigliosa cuoca, assieme al marito sono i proprietari dell Martinshof, di cui noi siamo ospiti e la figlia ci porta la cena tutte le sere. Brevi commenti sulla camminata e un arrivederci per la sera.




000002.jpg




000002 a.jpg




000002 b.jpg




000002 c.jpg




000002 d.jpg




000002 e.jpg




000002 f.jpg




000002 g.jpg




000002 h.jpg




000002 i.jpg




000002 l.jpg




000002 m.jpg





Siamo felicissimi della giornata e della stupenda escursione. Accompagniamo Marta alla stazione di Brunico e...a domani sera per cena. 



Si ritorna al nostro albergo molto bello, di altissima qualità... Siamo certi, come sempre, che la Signora Rosa ci stupirà con piatti deliziosi.




000003.jpg




000003 a.jpg




000003 b.jpg




000003 c.jpg



Buona giornata e alla prossima escursione.
 


Alto Basso