AIUTO: prendo questa baita/rifugio?

La risposta è una sola. Due parole.

Cavoli. Suoi.
I cavoli non sono più "suoi" nel momento in cui un tizio (parlo in generale) prima racconta balle ad altri ma poi, oltre a questo, pone domande e sollecita risposte da loro.
Anzi, a dirla tutta è un vero e proprio controsenso che i cultori dei "cavoli propri" stiano in un forum, che per sua stessa natura è incentrato sulla condivisione. Ma condivisione di cose vere e reali, non di balle.

Il tuo grondante e acido cinismo - che puzza lontano un miglio - è dunque legittimo, ma fuori luogo (in senso letterale).
Anzi, mi permetto sommessamente di suggerire un nickname alternativo: anziché da Spinoza, saresti molto meglio rappresentato da Razzi (al secolo Antonio), quella controfigura di politico diventato una vera e propria macchietta nazionale grazie alla sua filosofia di vita condensata nello slogan "Fatti li caxxi tua".
 
Ma perché ci diamo tutti addosso? Il nostro amico Alfredo ci ha chiesto un consiglio, a me e a tanti altri ha fatto piacere darlo, attingendo dalla nostra esperienza personale. Poi se qualcuno più smaliziato ha fiutato un fake, ha fatto bene a dirlo. Io non lo credo ma sempre libero pensiero. Mai smentito o dato del bugiardo a nessuno in forum, lo considero rispetto minimo anche se non vi conosco di persona, so che dietro un nick anche farlocco c’è un essere umano che ha dei sentimenti dopo tutto.
 
I cavoli non sono più "suoi" nel momento in cui un tizio (parlo in generale) prima racconta balle ad altri ma poi, oltre a questo, pone domande e sollecita risposte da loro.
Anzi, a dirla tutta è un vero e proprio controsenso che i cultori dei "cavoli propri" stiano in un forum, che per sua stessa natura è incentrato sulla condivisione. Ma condivisione di cose vere e reali, non di balle.

Il tuo grondante e acido cinismo - che puzza lontano un miglio - è dunque legittimo, ma fuori luogo (in senso letterale).
Anzi, mi permetto sommessamente di suggerire un nickname alternativo: anziché da Spinoza, saresti molto meglio rappresentato da Razzi (al secolo Antonio), quella controfigura di politico diventato una vera e propria macchietta nazionale grazie alla sua filosofia di vita condensata nello slogan "Fatti li caxxi tua".
Vabbè ciao.
Tutta sta fregola nel ficcare il naso nella vita degli altri non la capisco.
Ti do un suggerimento, usa la ignore list. Qua non è uno stato di polizia, fortunatamente, e nessuno è obbligato a dire la verità. Se non ti piace quello che uno dice, ignoralo e vivi sereno.
 
Vabbè ciao.
Tutta sta fregola nel ficcare il naso nella vita degli altri non la capisco.
Ti do un suggerimento, usa la ignore list. Qua non è uno stato di polizia, fortunatamente, e nessuno è obbligato a dire la verità. Se non ti piace quello che uno dice, ignoralo e vivi sereno.
Ok.
Premesso che devi avere qualche difficoltà a comprendere visto che abevo sottolineato il concetto per il quale in casi come questo è UN ALTRO di sua iniziativa a portarmi sui suoi cavoli propri. E a quel punto, visto che accetto con cortesia e do i pareri richiesti, troverei sgradevole scoprire di essere stato preso per i fondelli.
Chiaro dunque? Chiaro chi è che comincia ?
Il problema della "lista ignorati" è che almeno una prima volta, prima di usarla, ci devi passare. Cioè devi inquadrare a tue spese un soggetto.
A questo punto resta una sola domanda, stavolta sarò io telegrafico: a te piace che ti vengano raccontate balle ? Lo trovi gradevole ?
2 possibili risposte: SI - NO

Saluti.
 
Ok.
Premesso che devi avere qualche difficoltà a comprendere visto che abevo sottolineato il concetto per il quale in casi come questo è UN ALTRO di sua iniziativa a portarmi sui suoi cavoli propri. E a quel punto, visto che accetto con cortesia e do i pareri richiesti, troverei sgradevole scoprire di essere stato preso per i fondelli.
Chiaro dunque? Chiaro chi è che comincia ?
Il problema della "lista ignorati" è che almeno una prima volta, prima di usarla, ci devi passare. Cioè devi inquadrare a tue spese un soggetto.
A questo punto resta una sola domanda, stavolta sarò io telegrafico: a te piace che ti vengano raccontate balle ? Lo trovi gradevole ?
2 possibili risposte: SI - NO

Saluti.
Terza risposta: a me non me ne frega niente.

E prova invece a capirlo tu un testo scritto: io parlo e ho sempre parlato del luogo sul profilo, che a qualcuno dava fastidio perché falso, non di quello che ha raccontato, di cui, di nuovo, non mi importa nulla.
 
mi raccomando, non fare di tutta l'erba un fascio.

Anche qui nel forum ci sono persone di tutti i tipi e di tutti i generi. Imparerai come tutti a riconoscere quali persone ti piace leggere e quali no e farai cernita come ognuno di noi, secondo i propri gusti e le proprie convinzioni, ha fatto.

Unica cosa che mi sento di consigliare: non smettere mai di leggere anche le persone con cui non sei d'accordo, di solito è così, leggendo le discussioni con cui non si concorda, che si possono trovare le crepe nelle proprie convinzioni magari finendo anche per rafforzarle dopo averle affrontate e riparate.

Senza confronto si involve e si uccide solo la propria capacità di analizzare quanto di nuovo incontriamo nella vita e nel mondo diventando i prossimi con la verità in tasca... ^_^
 
Ok.
Premesso che devi avere qualche difficoltà a comprendere visto che abevo sottolineato il concetto per il quale in casi come questo è UN ALTRO di sua iniziativa a portarmi sui suoi cavoli propri. E a quel punto, visto che accetto con cortesia e do i pareri richiesti, troverei sgradevole scoprire di essere stato preso per i fondelli.
Chiaro dunque? Chiaro chi è che comincia ?
Il problema della "lista ignorati" è che almeno una prima volta, prima di usarla, ci devi passare. Cioè devi inquadrare a tue spese un soggetto.
A questo punto resta una sola domanda, stavolta sarò io telegrafico: a te piace che ti vengano raccontate balle ? Lo trovi gradevole ?
2 possibili risposte: SI - NO

Saluti.
Beh di solito uno non mente perché è più furbo di te, spesso sono le persone più deboli e fragili che sentendosi inferiorì agli altri sentono il bisogno di mentire per apparire normali ai tuoi occhi. Sia ben chiaro che non mi riferisco a nessuno della discussione. Ci vuole pazienza e clemenza perché chi mente ha bisogno di aiuto non di disprezzo. Naturalmente chi mente per truffarti é un altra cosa.
 
Beh di solito uno non mente perché è più furbo di te, spesso sono le persone più deboli e fragili che sentendosi inferiorì agli altri sentono il bisogno di mentire per apparire normali ai tuoi occhi. Sia ben chiaro che non mi riferisco a nessuno della discussione. Ci vuole pazienza e clemenza perché chi mente ha bisogno di aiuto non di disprezzo. Naturalmente chi mente per truffarti é un altra cosa.
Beh, questo è già un punto di vista più interessante.
Io personalmente non me la sono presa più di tanto per lo specifico thread, anzi.
Ho chiarito di aver intuito fin da subito come fosse il classico caso di una persona che ha già preso in cuor suo una decisione, si è già abbondantemente confrontata con altri (persone reali in carne ed ossa, intendo) e vuole semplicemente aggiungere il suggello finale di una specie di test con sconosciuti.
Nel far questo, ossia chiedendo un parere (sebbene pareri abbastanza ininfluenti proprio per quanto detto), è lei a portare altre persone su suoi terreni: è lei a coinvolgerle, non altri a ficcare il naso.
E' a questo punto che accade quello che - per me - risulta abbastanza inspiegabile.
Lo dico subito: personalmente sono uno che ha sempre fatto della sincerità assoluta una vera e propria bandiera di vita. Anzi, dire bandiera è improprio, perchè evoca qualcosa da sventolare, un vessillo spesso più simbolico che pratico. Diciamo allora un perno di vita, perchè per me è stato sempre qualcosa da praticare, senza se e senza ma. E a volte anche pagandolo a caro prezzo.
Ammetto dunque che proprio per questo sono un po' radicale e intransigente sul tema, e posso essere sembrato un po' ruvido.
E tuttavia, pur al netto di questo mio radicalismo, credo che comunque un forum, specialmente un forum come questo che non tratta certo argomenti "sensibili" (non stiamo parlando di cartelle sanitarie, di portafogli finanziari o cose analoghe ai fini della privacy), la sincerità dovrebbe comunque far parte delle regole basilari di convivenza, di dialogo e dunque di rispetto reciproco: addirittura non ci dovrebbe neanche essere bisogno di sottolinearlo.
Che motivo ci sarebbe di non farlo ? Sta qui l'inspiegabilità.
Se una persona mi si rivolge, viene istintivo "immaginarmela", e - se chiede un parere - darle una risposta cercando di capire chi ho davanti, mettendomi nei suoi panni, esercitando un atto di empatia, dedicandole in ogni caso un frammento (per piccolo che sia) dei miei pensieri, delle mie energie mentali. Non credo sia piacevole per nessuno scoprire, dopo, di essere stato in qualche modo gabbato. Viviamo in un mondo dove ogni giorno che passa ci dimostra il bisogno di trasparenza, lealtà, correttezza. Che non può arrivare alle grandi cose se non comincia dalle piccole.
Perchè vedete...quando vengono meno è come un tarlo, una zizzania.
La prossima volta che qualcuno chiederà un parere (e magari quella volta in piena sincerità) ci penserò due volte prima di darglielo, e probabilmente finirò per ignorarlo, pensando "ma chi me lo fa fare ?". E come me, magari tanti altri.
Cosicchè alle fine la vittima, anzi 100 vittime di un colpevole saranno 100 incolpevoli.
Finchè un giorno nessuno domanderà più nulla sapendo in anticipo di non trovare risposte...
E il forum, prosciugato in questa funzione di scambio, resterà come un fiore appassito, morto.
Se qualcuno obiettasse che è una visione un po' pessimistica o catastrofica, potrei rispondere che è GIA' successo, nel senso che non ricorda tante bellissime caratteristiche di questo forum 10 o 15 anni fa, ed ora praticamente estinte. Una per tutte, la conoscenza reale tra le persone: tantissime amicizie sono nate qui, e molte si sono mantenute negli anni, tuttora ! Converrete che la sincerità ha giocato un ruolo fondamentale in questo: senza, sarebbe stato impossibile.
Le cose più belle e feconde nascono solo sulla fiducia, e la fiducia poggia sulla sincerità.
Questo è il punto: ogni valanga nasce da una piccola palla di neve.
 
Ultima modifica:
beh... io ci sono da 15 anni, un po' di cose le rammento, non sono ancora così vecchia da avere simili problemi ecco :p

Trovo che la maggioranza dei problemi non è stata tanto quando qualcuno ha detto di volere riservarsi particolari per motivi suoi che potevano essere i più vari ma quando qualcuno con la verità in tasca ha indicato altri facendogli bullismo, offese , opposizioni e ridicolizzazioni continue, perseguitando alcuni utenti di discussione in discussione, prendendoli di continuo come bersagli, attaccando le convinzioni degli altri come se fosse per lui questione di vita o di morte o non avesse di meglio da fare nella vita, chi come i bambini ha avuto uscite sul tipo "non ti parlo/leggo più", quelli che devono SEMPRE avere l'ultima parola come i bambini piccoli, quelli che non possono accettare di non averti fatto cambiare idea accettando la loro...

Pensare che l'altro possa toglierci qualcosa con le sue parole, convinzioni o comportamenti ritengo sia sbagliato proprio perché non viviamo porta a porta... certi elementi possono quindi essere letti e poi ignorati, semplicemente non rispondendogli, togliendogli proprio la possibilità di accanirsi su di te trovando l'occasione per sfoggiare le loro presunte ragioni, qualità o conoscenze rivelate.

Se qualcuno invece ci garba, si vede che spesso si è sulla stessa lunghezza d'onda, si finisce ugualmente per incontrarsi, magari durante una vacanza nella presunta zona indicata, si contatta personalmente e si dice: ehi sarò nella tua zona... hai voglia di incontrarci per una passeggiata dalle tue parti? Sempre se hai tempo...

Si fornisce così la possibilità di declinare gentilmente per l'impegno prolungato ma nello stesso tempo, se si è davvero di quella zona, anche solo il tempo per un caffè al bar magari si trova anche se si è davvero impegnati e questo permetterà di iniziare un contatto più personale.

Nulla è perso per chi vuole davvero conoscersi, basta anche solo mettere un post come quelli che mette di continuo TiWoodvivor che, pure essendo in Svizzera, e quindi un po' fuori mano, tenta sempre di trovare compagni di avventura ^_^
 
Lo dico subito: personalmente sono uno che ha sempre fatto della sincerità assoluta una vera e propria bandiera di vita.
Amen fratello! Lo stesso vale per me, alla fine della giornata la tua parola è l'unica cosa che hai. Per me è sempre valsa questa regola, ed essendo un po' intransigente sul tema ne ho anche pagato il prezzo, Ma l'ho fatto volentieri perché vivere secondo le mie convinzioni vale pagare un prezzo.
E comunque questo Thread si è trasformato in qualcosa di estremamente più interessante.
la sincerità dovrebbe comunque far parte delle regole basilari di convivenza, di dialogo e dunque di rispetto reciproco: addirittura non ci dovrebbe neanche essere bisogno di sottolinearlo.
Che motivo ci sarebbe di non farlo ? Sta qui l'inspiegabilità.
Infatti, per semplice educazione OP avrebbe dovuto dire da subito "vi do tutte informazioni false perché c'è un'asta in corso"..come se poi tutti qui saremmo corsi chissà dove per soffiargli il capanno vista mare.
Non credo sia piacevole per nessuno scoprire, dopo, di essere stato in qualche modo gabbato. Viviamo in un mondo dove ogni giorno che passa ci dimostra il bisogno di trasparenza, lealtà, correttezza. Che non può arrivare alle grandi cose se non comincia dalle piccole.
Ancora assolutamente d'accordo con te
La prossima volta che qualcuno chiederà un parere (e magari quella volta in piena sincerità) ci penserò due volte prima di darglielo,
Beh, qui magari si può trovare una via di mezzo...ovvero prima di sprecare le proprie energie sincerarsi di parlare con una persona reale (anche se scrive che viene da Marte) e non con un millantatore in cerca di attenzioni. Dico in generale.
Trovo che la maggioranza dei problemi non è stata tanto quando qualcuno ha detto di volere riservarsi particolari per motivi suoi che potevano essere i più vari ma quando qualcuno con la verità in tasca ha indicato altri facendogli bullismo, offese , opposizioni e ridicolizzazioni continue
Forse quella fase l'ho persa, ma di gente così ne conosco a bizzeffe e nella vita reale non mi faccio problemi a mandarli a quel paese o a fargli notare che stanno cercando di mordere il cane sbagliato. Questo è un luogo virtuale dove magari chi nella vita reale è represso si costruisce un alter ego da super eroe e cerca di imporsi per compensare la sua incapacità nella vita di tutti i giorni. Basta mandarli a quel paese anche qui.
Pensare che l'altro possa toglierci qualcosa con le sue parole, convinzioni o comportamenti ritengo sia sbagliato proprio perché non viviamo porta a porta
Per me è sbagliato in generale. Nessuno può toglierti nulla se non sei tu a permetterglielo.
Se qualcuno invece ci garba, si vede che spesso si è sulla stessa lunghezza d'onda, si finisce ugualmente per incontrarsi, magari durante una vacanza nella presunta zona indicata, si contatta personalmente e si dice: ehi sarò nella tua zona... hai voglia di incontrarci per una passeggiata dalle tue parti? Sempre se hai tempo...
MA su questo sono d'accordissimo, infatti sono tornato sul Forum proponendo attività, mi sono detto disponibile al motoraduno, quando si farà e sono in contatto con alcuni utenti per organizzare qualcosa. Lo scopo del Forum dovrebbe essere questo secondo me...o meglio, visto che non voglio imporre il mio punto di vista ad alcuno, per me lo scopo del Forum è questo. Organizzare qualcosa, non competere, bere magari una birra e far due risate. Stop. Easy così.
Buona Domenica a tutti!
 
Alto Basso