Aiuto scarpe trekking

Salve a tutti, mi sono appena iscritta al forum e volevo dei consigli su scarpe da trekking. Premetto che per iniziare ho preso un paio da decathlon ma finiranno nel secchio della spazzatura. Hanno accentuato il mio problema al ginocchio dovuto alla pronazione!
Per questo mi piacerebbe sapere se esistono scarpe da trekking stabilizzate o si può fare in altro modo.
Con le scarpe da ginnastica ho risolto (fanno quelle per pronatori), ma per il trekking?
Domenica salire su Monte Livata è stato a dir poco instabile e pericoloso. Devo poter contare sulle mie gambe e sui miei piedi. Potete darmi qualche consiglio? Scarponcino o scarpe a mezza caviglia? Premetto che di solito il periodo è primavera, autunno e fine estate.

Aiutatemi voi!!!!

Grazie
 
Cerca "scarpe da trail" e ti si apre un mondo.
Distribuiscono lo sforzo su tutta la gamba e non solo sul ginocchio come fanno gli scarponcini. Ci sono anche qui modelli più adatti ai pronatori.
Io ti consiglio scarpe basse e leggere molto ammortizzate, e c' é l imbarazzo della scelta, salomon , la sportiva, hoka , brooks (io ho brooks cascadia14 e mi ci trovo bene) ecc. Ecc. Se vuoi tenerti più sul "mid" ci sono modelli meno spinti ma sempre comodi come salomon xa pro ,garmont bolt 9.81, scarpa proton .
 
Ti serve una scarpa strutturata da trail. @Valerius ha già detto tutto indicandoti ottime marche tra le quali troverai sicuramente qualcosa adatto a te. Senza voler essere polemico ma ritengo la scarpa l'elemento più critico e importante. Da essa deriva il nostro comfort, la stabilità, la sicurezza nell'appoggio, la differenza tra devastarsi le articolazioni o salvaguardarle ... In questo caso meglio spendere per un prodotto di qualità. Recati in un negozio fornito senza aver fretta e lasciati guidare dalle tue sensazioni e non farti influenzare troppo dai venditori ;)
 
@maxfontana @valeriu quindi le scarpe da trail vanno bene anche per percorsi molto diversificati? (tipo breccia, sassi che si muovono e terra battuta?)
sono alquanto ignorante, ma so che sui miei piedi ci spendo il necessario purchè mi portino fino in cima senza problemi. Il mio ragazzo dice che per come sono dovrei portare uno stivaletto o un mezzo stivaletto, per salvare le caviglie. Ma io chiedo a voi che avete più esperienza di me.

Esistono delle suole anche per chi ha i piedi cedevoli? XD io li chiamo così
 
La scarpe da trekking hanno una suola più spessa, questo ti permette di non "sentire" i sassi e/o altro, cosa che con le scarpe da ginnastica o quelle del deca sentiresti lo stesso..

Per quanto riguarda la caviglia è una scelta del tutto personale.. se hai una caviglia forte opta per una scarpa bassa, che è più leggera e da Trail running hai una rullata migliore, ed una camminata più agevole.. altrimenti opta per una scarpa mid, che ti dà più protezione alla caviglia.

Il mio consiglio è che se sei alle prime armi, andrei di scarpa mid, altrimenti scarpa bassa e via..
 
Le scarpe alte servono se fai:
- pietraie, proteggono da eventuali colpi laterali sulle caviglie contro le pietre
- ghiaioni/sfasciumi, con quelle basse rischi che ti entri l'impossibile (sabbia, sassolini, etc.)

Inoltre le scarpe alte offrono una protezione maggiore contro le storte, però non aiutano le caviglie a rafforzarsi.

Detto questo, preferisco le scarpe basse a meno di terreni infami, in quei casi uso quelle alte.
 
Il fatto di usare una scarpa alta o medio alta oppure bassa è una questione puramente soggettiva. In primis valuta se le tue caviglie sono "fragili". Se tendi a prendere storte facilmente allora meglio optare per un qualcosa di strutturato e alto. Se invece, come per il sottoscritto, la cosa non rappresenta nessun problema, puoi andare tranquillamente di scarpe basse.
Io per dirti, se proprio non devo fare ghiaioni o uscite Invernali, uso sempre della scarpe da trail running basse, principalmente per una questione di ammortizzazione. Le uso sistematicamente per girare sulle Dolomiti e i sentieri che puoi trovare sono molto variegati.
 
Per andare sul Monte Livata, Monte Autore e compagnia bella vanno bene anche quelle basse, addirittura anche quelle da ginnastica.
 
Ragazzi mi state aprendo un mondo! Scarpa da ginnastica no... Ci ho provato ma l'ho sfondata... Però se m dite così.. diciamo che ho solo l'imbarazzo della scelta!:D mi preoccupavo perché io non amo portare quegli scarponi pesanti. I miei piedi devono respirare se no porto a casa due zavorre!
Che caratteristiche si guardano in un paio di scarpe? Cosa intendono per stabilità di una scarpa? Leggevo tra le info di alcune scarpe ste cose..
 
Tutte queste sono scarpe potenzialmente consone a quanto stai cercando:
https://www.lasportiva.com/it/scarpe-trekking-donna
E' difficile consigliarti tanto più che parti da zero. Mi ripeto: se hai in zona un negozio fornito, andarci e provare quante + scarpe possibili è la miglior cosa che tu possa fare ;)
Per una maggior aerazione del piede prendile senza membrana waterproof che tanto se è Estate e ti bagni un po' il piede, si asciuga in fretta.
 
Questione non banale, il mercato delle calzature da running si è specializzato con le "stabili", le A4, ma non so quante opzioni ci siano per gli hiker pronatori, sembrano tutte neutre.
Pensavo... ed una scarpa da trekking che consenta di sostituire la soletta/plantare?
 
Proverò a prendere in considerazione anche questa opzione. Il negozio più vicino è a 40 minuti da casa... Appena posso ci faccio un salto e inizio a provare e valutare le diverse opzioni grazie
 
Io ho un approccio pragmatico. Se hai un problema di salute, vai da un podologo. E di corsa!
L'altezza della scarpa dipende dal terreno su cui la userai. Neve, ghiaccio, pietraia richiedono scarpe alte, per tutelare la gamba.

Anche erba alta, possibile presenza di serpenti o insetti (zecche!) consigliano l'uso di scarpe alte e pantaloni lunghi.

Negli altri casi, ok a scarpe basse.

Se il podologo ti farà fare solette su misura, dovrai trovare modelli in cui entrino. E che siano comode, sia in salita che in discesa: provale per bene.

In ogni caso, suola e punta con rinforzi anti perforazione. Quindi, al limite, meglio scarpe da cantiere che da ginnastica! :lol:
 
Io ho iniziato a usare le scarpe da trail proprio in seguito a un grave infortunio con distrorsione grave della caviglie , per l.esigenza di andare più leggero possibile, e ora non le lascio più.
Io la penso come te poi ovviamente ognuno ha la sua opinione... Scarpa da trail magari lunghi così si è più comodi.. Io sono passato da scarponcini a scarpe da trail e non tornerei più indietro. Al momento uso le scarpa ultra spin.. Leggere e hanno una presa su qualsiasi terreno che fa paura sei incollato a terra..
 
Le pedule da trekking sono ormai una specie in via d estinzione, lungo i sentieri battuti, li usa solo chi non ha ancora mai provato le scarpe da trail o chi è ancorato alle vecchie tradizioni, secondo me in futuro l uso degli scarponi sarà limitato alla pratica alpinistica. Non a caso le innovazioni dei grandi marchi dell outdoor sono concentrate sempre piû sulle scarpe basse che sono un prodotto in vertiginosa ascesa, non c é paragone con gli scarponi, nei percorsi medio- facili rendono letteralmente "possibile l impossibile" , se con le pedule in un giorno potevo fare 20km e 1500 m di ascesa ora con le scarpe da trail posso fare molto di piû e soprattutto con molto minore sforzo fisico.
 
Le pedule da trekking sono ormai una specie in via d estinzione, lungo i sentieri battuti, li usa solo chi non ha ancora mai provato le scarpe da trail o chi è ancorato alle vecchie tradizioni
Credo sia un po' riduttivo e anche ingeneroso. Le pedule alte mi hanno salvato la caviglia da un gravissimo infortunio - mitigandolo a "solo" grave, rottura di due legamenti della caviglia. Se avessi avuto le scarpe da trail, ora non camminerei.
Piano con gli assoluti.
 

Discussioni simili



Alto Basso