aiuto scelta zaino trekking

Buona sera a tutti.
Sto cercando uno zaino da affiancare al mio Salewa cammino 70+10.
Vorrei uno zaino che vada bene per trekking di 2/3 giorni, con notti in rifugio e in tenda.
Credo che tra i 40 e i 50 litri massimo vada bene ( ma accetto consigli).
Esco da un'esperienza scout e uno zaino da 70 litri caricato a palla non lo consiglio a nessuno, e uno zaino grande lasciato mezzo vuoto è scomodo.
Ho visto, in rete e dal vivo questi due/tre modelli:
Il terzo è il fratello maggiore del secondo.
Il primo è il più leggero e mi sembra il migliore del terzetto, qualcuno li conosce?
Altri zaini simili da valutare?
Sono alto 1,75mt e sono di corporatura robusta.
Grazie mille per i consigli.
 
Ho vari zaini ( anche troppi ) .
Per il tuo utilizzo ( che corrisponde all’utilizzo di molti ) ti consiglio questo :

https://www.ospreyeurope.com/shop/it_it/levity-45-2018

800 grammi , telaio eccellente che non da fastidio e fascia come un guanto , sistema di ammortizzatori incredibile , perfetto per un utilizzo fino a 15 kg .

Difetti ?

Costa tanto , però li vale tutti .

Ps: quando entri nel mondo osprey dopo fai molta fatica a indossare qualsiasi altro zaino .
 
Ciao.
Da 35 anni faccio trekking. Anche io sono stato 20 anni negli scout e fatto campi mobili.
Avendo già un 70 litri considerare un 50 per trekking di 2 giorni va bene.
Se li fai in completa autonomia bisogna fare una analisi anche dei volumi del materiale che possiedi.
Es io all inizio avevo uno zaino 65 litri dell' Invicta ma avevo un sacco a pelo militare perché costava poco e non potevo permettermi altro. Questo occupava più di 30l di volume. Chiaro che un 65 litri veniva occupato e non bastava. Stesso discorso vale per tenda e materassino.
Ora estivo da montagna ho un ferrino lightec 800 che è molto piccolo e pesa 750g in piuma e quindi mi bastano 50 litri o meno in completa autonomia.
Non considerare mai la prolunga + tipo 40+10. Sarebbe il caso di provarlo sulla schiena in un negozio poi puoi ordinarlo in internet specie se non ha lo schienale regolabile. Comunque hai una altezza standard e non avresti problemi. Diverso è se fossi 160 o 195. Attenzione al peso a secco dello zaino. Che non deve superare i 2 kg sec me.
Ti consiglio:
1) ferrino overland 50 versione 2019 molto ben fatto. Schienale non regolabile
2) ferrino finisterre 48 altrettanto fatto bene con buon rapporto qualità prezzo.
3) millet ubic 50 versatile come il ferrino
4) lascerei stare i salewa ( avuto parecchi problemi)e i deuter ( bellissimi robusti ma troppo pesanti e costosi a meno che prendi la linea lite)
5) tashev mount 60 o kenraurus 60 il migliore qualità prezzo
6) osprey atmos 50 una vera bomba ma costa.
7) tatonka norix o Yukon
8) Lowe manaslu
 
Sicuramente so che nel forum c'è qualcuno che lo ha e se ti risponde ti sarà di maggior aiuto di me.
Io ti posso dire che ho un amico e collega che lo ha e lo ho visto varie volte quando lo ha portato in escursione ma io non lo ho mai provato sulla schiena. L uso che ne fa è sci alpinismo con pernotto di 1 notte e alpinismo classico.
Le mie impressioni sono positive. È uno zaino economico, essenziale, robusto ,bello esteticamente e leggerissimo che a parer mio trova il suo spazio di utilizzo più appropriato per l alpinismo in generale e anche sci alpinismo infatti presenta degli accorgimenti tipici dello zaino alpinistico ad es la retina porta casco, la cintura ventrale amovibile, poche tasche ecc. Ciò fa risparmiare molto sul peso a secco.
Chiaro che poi lo si può usare per tutto. Ma se il tuo utilizzo è per il trekking ti consiglierei di orientarti verso modelli da trekking.
Io ho una esperienza positiva con qualità/prezzo buona del ferrino finisterre 48 che ha tutto quello che serve a uno zaino da trekking moderno senza spendere cifre assurde.
In ogni caso ti consiglio sempre di provarlo prima sulla schiena.
 
Anche ubic di millet ha alcuni accorgimenti da alpinismo, ma mi pare più versatile.
Gli zaini ferrino sono pesanti, il camp costa molto meno del millet ma mi perplime la monotasca e l'assenza di tasche.
 
Ti consiglierei comunque di provarli entrambi sia ubic 40 che pesa sui 1.4 e finisterre ferrino 38 che pesa 1.67.
L ubic ha schienale e spallacci più fini di stampo alpinistico quindi meno areato. Ferrino invece tipico schienale da trekking degli zaini sui 38 l. Molto areato.
Cintura ventrale ubic più alpinistica. Tasche l ubic asimmetriche.
Ferrino più simmetria nelle tasche e nei vari lacci in più presenta in dotazione fettucce aggiuntive applicabili sul fondo o per carichi laterali o anteriori es ciaspole.( Vedi video esplicativo del sito).
Secondo me non porre troppa attenzione ai ,300gr di differenza. Considera se lo usi più in estate o inverno, se sudi tanto e poi mettili in schiena entrambi.
Se hai già un 70 l+10 direi va bene un 40-50.
Se hai soldi osprey atmos 50 schienale strabiliante uno zaino sicuramente provare !!!
Altrimenti valuta la ubic 40 e 50 o finisterre 38 e 48.
Ma attenzione questi non hanno il cappuccio allungabile.
Se hai già a casa uno zainetto per uscite giornaliere vai sui 50litri per i trekking di 2-3 giorni.
Se non lo hai e allora ti servirebbe sia per giornaliero che per 2 giorni vai sul ,40 litri
 
Lo schienale è il motivo principale per cuo ho eliminato subito il camp m4, e era l'unico dubbio che ho avuto, a prima vista sull'ubic.
Diciamo che il finisterre è sotto i 100 euro, l'atmos sopra i 200.
Sicuramente cercherò di metterli entrambi sulla schiena, e sicuramente l'atmos sarà superlativo, ma per la quantità di trekking che faccio io credo che il top dei top sia una spesa rimandabile.
Mi state convincendo a prendere il finisterre, alla fine, se sulla schiena mi starà bene ( e via al giro di negozi, allo sportler non lo hanno, mi pare nella rivendita scout di averlo visto, quando vado a vedere della tenda vedo anche di quello).
Ma 38 o 48 litri?
Per le uscite giornaliere ho un 20 litri che resta quasi vuoto, mi serve più per lo spallaccio su cui attaccare la reflex che altro , ma se dovessi andare in ferrata si riempirebbe facile.
La gavetta è da un litro, bombola e fornello stanno dentro, sacco a pelo in piuma super comprimibile, insomma...forse prenderei il 38, così ho anchebla scusa per pendere il 50 appena ho i soldi e un trekking appena più lungo davanti
 
Lo schienale è il motivo principale per cuo ho eliminato subito il camp m4, e era l'unico dubbio che ho avuto, a prima vista sull'ubic.
Diciamo che il finisterre è sotto i 100 euro, l'atmos sopra i 200.
Sicuramente cercherò di metterli entrambi sulla schiena, e sicuramente l'atmos sarà superlativo, ma per la quantità di trekking che faccio io credo che il top dei top sia una spesa rimandabile.
Mi state convincendo a prendere il finisterre, alla fine, se sulla schiena mi starà bene ( e via al giro di negozi, allo sportler non lo hanno, mi pare nella rivendita scout di averlo visto, quando vado a vedere della tenda vedo anche di quello).
Ma 38 o 48 litri?
Per le uscite giornaliere ho un 20 litri che resta quasi vuoto, mi serve più per lo spallaccio su cui attaccare la reflex che altro , ma se dovessi andare in ferrata si riempirebbe facile.
La gavetta è da un litro, bombola e fornello stanno dentro, sacco a pelo in piuma super comprimibile, insomma...forse prenderei il 38, così ho anchebla scusa per pendere il 50 appena ho i soldi e un trekking appena più lungo davanti
Cerca di trovare ubic e provarlo anche un 30 l se lo trovi per farti una idea. Sicuramente ferrino è molto diffuso in rivendite scout o negozi che servono scout nella mia zona prov di Vicenza.
Se hai già un 20 litri giornaliero vedi tu....se esci d inverno lo riempi sicuramente un 20.
X trekking in completa autonomia di 2-3 giorni a me un 38 l è un po' insufficiente, lo dico per quello che porto io, per carità poi attaccando all esterno cose vai tranquillo. È perché io sono un maniaco e non attacco mai niente fuori
 
L'ubic lo hanno da sportler, appena riesco vado a provarlo meglio.
Idem l'osprey.
Diciamo che anche io cerco di non avere cose che sballonzolano fuori, ma la tenda ( se la porto intera) la appendo sotto.
Tanto per dare un'idea nel 20 litri sono appena riuscito a far stare ( senza che saltassero cuciture) sacco a peso, materassino, cuscino, poncho, gavetta, fornellino, bombola e felpa invernale.
Avevo ancora spazio per un paio di magliette e le tasche superiore e laterali vuote.
 
Domanda valida per ogni zaino...parlano, molti video, della tasca "sotto" come fatta per il sacco a pelo.
Ma io ho sempre sentito dire che il peso vada messo sotto e il sacco a pelo andrebbe messo sopra a tutto.
Qual'è la tecnica giusta?
 
Beh allora. Vedo che sei ben organizzato coi materiali. Manca la roba da mangiare, piccola igiene personale, piccolo pronto soccorso e la acqua un paio di calzetti di ricambio e mutande, 1 accendino, un coltello o un segotto. Un paio di guanti. Una cartina topografica. Una pila. Crema solare. Occhiali da sole.
Opzionali: 1 paio di pantaloni di ricambio. Eventuale guscio oltre il poncho o la posto del poncho. Un paio di ciabatte di gomma.
In teoria con un 38/40 l dovresti farcela. Con 50 sei sicuro con 38-40 dipende dal volume degli oggetti e della roba da mangiare. Perché se mangi barrette o simili come è di moda oggi il volume del cibo per 2-3 giorni è piccolo, diverso è se mangi normale e ti porti anche pane.
Comunque potresti prendere un sacco delle immondizie dove sono scritti i litri e riempirlo con le tue cose e vedi subito se ci stai.
Buona strada. E fammi sapere.
 
Allora la roba pesante dovresti metterla più vicino possibile allo schienale: fornello, paleria, picchetti, bombola ecc a livello diciamo dorsale e lombare. Infatti le sacche idriche per chi le usa( io no,) vanno posizionate proprio lì.
Poi metti nello scomparto sotto: sacco a pelo, materassino gonfiabile ( se stuoia la appendi fuori) ciabatte,se ci sta anche sovratelo tenda.
Nella parte bassa e alta vanno le cose meno pesanti come anche nella zona centrale più distante dallo schienale
 
Le barrette le lascio alle pantegane...
Io in trekking non faccio banchetti, ma almeno un risotto/pasta liofilizzata me li concedo.
Comunque volume piccolo.
La giacca a vento è l'unica cosa oltre alla tenda che lascio esterna, sopra la tasca superiore attaccata agli elastici.
Penso prenderò un 38/40 litri, così è buono anche per eventuali uscite invernali in giornata.
E prima o dopo prenderò il 50 se farò trekking più lunghi.
Il 70 litri voglio mandarlo in pensione, pieno è un macigno, mezzo vuoto è inutilmente scomodo.
Quindi andrebbe messa più che la roba pesante sotto la roba pesante vicina alla schiena.
La sacca idrica sono combattuto, ne ho una da due litri, l'ultima volta mi ha fregato perchè pensavo di star bevendo poco invece l'ho svuotata in un lampo.
Diciamo che serve sempre una borraccia per l'uso " da cucina" ma è comoda la sacca in cammino.
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto Basso