Cultura AKAKOR : "La Napoli del Mistero" Trailer Ufficiale

Esperienza MERAVIGLIOSA, l'esplorazione di questi luoghi ricchi di mistero e fascino, ti lasciano dentro emozioni uniche. Siamo stati ospitati dall'associazione speleo culturale Napoletana La Macchina del Tempo, che ci ha condotto nell'intricato e labirintico acquedotto romano alla ricerca delle croci templari appena scoperte e sul cratere del Vesuvio.
 
Si sta molto meglio nella Napoli di sotto che in quella di sopra! Chissà quando noi comuni mortali napoletani potremmo visitare quei cunicoli....
 
Alcuni cunicoli sono visitabili con un accompagnatore, i ragazzi della macchina se ti interessa, effettuano corsi speleo/urbani che realizzano in alcuni settori sicuri. Ecco il loro link La Macchina del Tempo - Speleologia urbana :D .. Ti dico era da tanto che non andavo a Napoli .. e sono rimasto incantato, purtroppo ci sono molti problemi ma sono convinto che prima o poi in parte si risolveranno.. ci sono persone troppo in gamba!
 
Capisco! ma per quanto riguarda cunicoli del sottosuolo, la maggior parte è da mettere in sicura e altri sono di difficile passaggio, questi ragazzi stanno lavorando per poter rendere accessibile e per tutelare, quindi proteggere, la maggior parte del territorio del sottosuolo, noi abbiamo visitato una zona da poco esplorata con dei importantissimi segni templari, unici in questa zona e molto delicati, pensa se l'accesso fosse libero a tutti. C'è un progetto importante, che però ha bisogno di tempo per essere realizzato. Se ti interessa contatta l'associazione, sono ragazzi formidabili! Tra non molto ci sarà un'interessantissima proiezione 3d realizzata dal team la salle i migliori fotografi al mondo di 3d ( un paio di ragazzi della macchina del tempo ne fanno parte )!
 
I sotteranei delle città celano luoghi sconosciuti e celano tanti segreti.........
Sotto le città si possono fare vere esplorazioni e scoperte.
Puoi raccontarci qualcosa di più sulle "croci dei templari" ???
Ciao.
 
Gli articoli sono stati scritti dai ragazzi della Macchina del Tempo, gli stessi che ci hanno ospitato ( correggo scritto da Selene Salvi di Napoli Uderground ). Tra non molto dovrebbero in rai mandare un documentario filmato! Per quanto mi riguarda posso descrivervi ciò che ho visto.. Le croci templari si trovano in un ramo di uno dei più vasti e antichi condotti per l'acqua in Italia, questi nella storia sono mutati, cave dove veniva estratto il tufo per costruire i palazzi poi condotti per portare l'acqua potabile in cisterne enormi e in fine bunker pubblici per scampare alla prima guerra mondiale ( in questi si notano scale e fili per la corrente e non solo) .. il cunicolo dei templari si presume fosse per iniziare un cammino di inizzazione, era molto più curato degli altri rami e studiato ( sempre per ipotesi ) con un sistema di paratie che dovevano fungere da piccole dighe ( come lo stretto di panama ) che si allagavano e svuotavano.. tra strane feritoie e pota lunimi elaborati, si incrociavano delle croci sempre più curate e sofisticate, il cunicolo con una leggera salita portava esattamente sotto l'altare della basilica, i muri nell'ultimo tratto erano molto più alti e privi di intonaco impermeabilizzante. Si ipotizza che manchi ancora un 30% del territorio del sottosuolo napoletano da esplorare, nel cunicolo delle croci templari ci sono molti rami che si dividono in altri rami e molto da ripulire, alcuni dei cunicoli sono ricchi di macerie di case distrutte scaricate nel post guerra dalle botole dei pozzi per l'acqua.. queste vanno sistemate e messe in sicura. Questa è una descrizione velocissima della mia esperienza tra non molto pubblicherò un documentario di una 10 di minuti cone le riprese fatte nel sottosuolo e il video diario di tutta la 3 giorni.
 
Ultima modifica:
Come scrive Regine Pernoud, storica francese medioevalista, autrice di un bellissimo e serio studio sui Templari, la sete di mistero, di “segreti”, connessa alla natura umana “per una sorta di rivincita istintiva sembra affermarsi più che mai nelle epoche in cui pare si rigetti ogni mistero: ricordiamo che i processi per stregoneria si sono moltiplicati proprio al tempo di Cartesio e che la massoneria è nata proprio all'inizio del XVIII secolo razionalista, che il nostro XX secolo scientifico è anche quello della proliferazione delle sette e di una rinascita dell'occultismo, e così via.”
Il primo articolo postato da Mas (Croci templari nel sottosuolo di Napoli?) l'ho scritto io (e non “La Macchina del Tempo”) per Napoli Underground (sito di informazione dedicato alla speleologia urbana e carsica). Con l'articolo “Cavalieri e croci templari nel sottosuolo di Napoli?” smonto punto per punto quello che per me è solo l'ennesimo caso sensazionalista creato per attirare attenzione.
I simboli cruciformi trovati in tutto l'acquedotto greco-romano (ripeto in tutto e non solo in una piccola parte), compreso il Carmignano del '600 (altro acquedotto partenopeo), sono legati, a mio parere, a coloro i quali passavano la gran parte della loro vita al buio (e non avevano le comodità di cui oggi dispongono gli speleologi!). Naturalmente oltre ai segni di natura devozionale, che nelle forme risentivano della "moda" del tempo, vi erano anche quelli legati ad esigenze pratiche, quelli detti di "utilità" (formati da lettere, numeri, figure geometriche, figure degli strumenti di lavoro). Lì sotto non si facevano riunioni segrete o passeggiate (era complicato raggiungere quei posti ed era scomodo sostarvi), lì si sudava e moriva facilmente, un po' come accade oggi a coloro che lavorano nelle miniere senza alcuna norma di sicurezza, ma solo quelle dettate dalla "corporazione". Ogni volta che ci si avventurava lì sotto si affidava l'anima a Dio o a qualche santo protettore (da qui croci e altarini incisi nel tufo) per benedire il proprio lavoro e sperare di riveder le stelle.

il cunicolo dei templari si presume fosse per iniziare un cammino di inizzazione, era molto più curato degli altri rami e studiato ( sempre per ipotesi ) con un sistema di paratie che dovevano fungere da piccole dighe ( come lo stretto di panama ) che si allagavano e svuotavano.. tra strane feritoie e pota lunimi elaborati, si incrociavano delle croci sempre più curate e sofisticate, il cunicolo con una leggera salita portava esattamente sotto l'altare della basilica, i muri nell'ultimo tratto erano molto più alti e privi di intonaco impermeabilizzante.
Il cunicolo (uno dei rami laterali del Formale di via Tribunali) è così alto perchè probabilmente hanno cominciato a scavarlo da via del Sole (che è in salita). I cavatori si saranno resi conto dell'errore di quota a scavo iniziato e per giungere al livello del Formale principale hanno cominciato a scavare verso il basso e in seguito per collegare i cunicoli hanno abbassato il piano di calpestio del primo, è per questo che hai notato “i muri nell'ultimo tratto più alti”. Hai visto “molti rami che si dividono in altri rami” perchè così è fatto l'acquedotto della Bolla, ogni edificio del centro antico aveva il suo accesso all'acqua. Naturalmente per fare luce lì sotto cavatori e pozzari si servivano di apposite lucerne che erano stipate in nicchiette scavate lungo i cunicoli. Le “piccole dighe” di cui parli servivano a svuotare le cisterne dell'acqua per la manutenzione (si trovano in tutti gli antichi acquedotti). Quelle tipologie di muri con feritoie (le “strane feritoie” di cui parli) sono comunemente definiti “filtri” e la loro funzione è quella di consentire il deflusso delle acque ma non il passaggio umano (in alcuni casi è possibile trovare in alternativa cancelli in ferro), venivano realizzate principalmente all'imbocco di cisterne a servizio di fabbricati nobiliari o chiese proprio per evitare di trovare sgraditi ospiti nella proprietà.
Per chi volesse informarsi seriamente sul sottosuolo di Napoli consiglio questo link:
Downloads | Storia


P.S. Non lamentiamoci del “berlusconismo” (siamo bravi a creare capri espiatori!), la cultura del “consumo” e della “visibilità” a tutti i costi sono i mali della nostra epoca e la gran parte della popolazione ne è responsabile. Passiamoci una mano sulla coscienza prima di giudicare...


Sperando che questo non sia un “affossa topic” auguro a tutti buona lettura!;)


Selene Salvi (Napoli Underground)
 
Per quanto riguarda chi ha scritto l'articolo ti chiedo perdono, non pensavo ci fosse questa scissione tra di voi ... O_O sei una partigiana dell'informazione! grazie per aver approfondito l'argomento e per aver aggiunto anche la tua versione, l'aggiunta di nuove teorire può creare la storia, anche perchè di queste ne ho sentite molte e diverse, da persone davvero in gamba e sopratutto l'interesse non è solo mediatico. Io ne so davvero poco dell'argomento ho descritto quello che ho visto e sentito, mi sembra abbastanza violenta e stupida la tua reazione, sopratutto senza chiedermi spiegazioni saltando subito alla conclusione di pensare che ho scritto un post solo per dare immagine ad un'altra associazione. Invece la mia intenzione era quella di descrivere e condividere una bellissima esperienza fatta nella vostra meravigliosa città, non abbiamo apportato studi ma solo esplorato con curiosità, hai fatto bene a correggermi ma hai fatto male a fraintendere, perchè esporre la propria idea è produttivo e correggerla nel modo migliore la può solo arricchire, la collaborazione bi-partis è un ottimo metodo di lavoro comunitario e produttivo, non bisogna essere egoisti e ottusi nel dire che l'unica realtà e quella che si pensa, sopratutto dove la storia è basata sulle delle teorie senza prove concrete ( scritte o documentate nel periodo nel quale sono nate o quello "subito sucessivo") ... vedere e osservare, studare, ascoltare più voci e voci opposte, riflettere, avere una visione aperta e non limitativa basata solo su studi e tanto tanto tempo per riflettere ma sopratutto collaborare nel rispetto e senza egoismo, sono solo alcuni dei metodi per arrivare all'intuizione giusta "penso" ...

Poi dimmi che c'entra la politica? serve solo a sviare la serietà di un post.

Mi spiace che te la sei presa per un fraintendimento ( ho aggiunto il tuo nome tra () nel post precedete )

Michael


nel gruppetto delle tute bianche io sono quello con la tuta rossa o_O
250572_105197242905166_100002446721116_48499_6088042_n.jpg

Foto di Nicola Toffon una delle croci, mentre la più elaborata la si vede nel filmato
247414_174944365896638_100001432289198_468519_7440216_n.jpg


 
Ultima modifica:
Mica me la sono presa! E' solo passione per l'argomento trattato...;)
Probabilmente non sei abituato a passeggiare nel sottosuolo ed ai neofiti quel mondo buio sembra celare molte volte chissà quali misteri! Il sottosuolo di Napoli è stato tabù per troppi anni, pochi ne conoscono gli anfratti ed è facile creare sensazionalismi. Per inciso Napoli Underground non è un'associazione, non effettua visite guidate, è solo un sito di informazione sul mondo di sotto quindi discute, argomentando, su tutto ciò che è sotterraneo e tutti possono accedere liberamente e gratuitamente al materiale prodotto. Si spera così di fare un po' di chiarezza e mettere tutti nella condizione di sapere e, soprattutto, di controbattere per proseguire gli studi.
Mi domando solamente (e vorrei che qualcuno mi rispondesse argomentando) come si fa a dire che quelle croci siano “templari”? E' stato trovato un documento o qualcos'altro per affermare ciò? Sarei curiosa di sapere, almeno così non si è “egoisti e ottusi nel dire che l'unica realtà e quella che si pensa”...


P.S. Non ho discusso di politica ma di atteggiamenti, modi di fare (probabilmente questo non è il tuo caso perchè il sottosuolo partenopeo da quanto ho capito non lo conosci, in più il mio intervento, con citazione del tuo post, voleva solo puntualizzare un'informazione errata data non da te ma da chi la sta promuovendo…non credevo ci fosse bisogno di spiegarlo, dovrebbe essere scontato che non posso riferirmi alla tua persona...nemmeno ci conosciamo...)


Ciao
Selene
 
Ma per quanto mi riguarda sono abituato a passeggiare, il mistero che sta sotto sta in ogni angolo di mondo che ha fascino, storia e al quale manca un significato logico o affascina per una bellezza unica. Conosco Napoli Underground come conosco Scintilena e siti che si sono prefissati come scopo quello di dare informazioni gratuite, nel mio piccolo ci sto provando anch'io. Il punto è che non si può attaccare nessuno sopratutto su di una teoria alla quale prove effettive non ce ne stanno, la cosa che si può fare è trovare un modo per collaborare pacificamente e intelligentemente senza barriere mentali, per raggiungere un obbiettivo, quello in questo caso, di chiarire un mistero. Le croci che ho visto erano tutte differenti e diventavano sempre più complesse nell'avvicinarsi all'altare soprastante le nostre teste, a Napoli è pasato l'ordine dei Rosa Croce antipode dei templari se non erro?, oltre al fatto che ci sono realtà secolari interessate a questa teoria. Napoli e dintorni ha sempre vissuto una simbologia e cristianatà molto forte, la vive tuttora. Mi sarebbe piaciuto poterti conoscere e ascoltare le teorie e dialoghi che sarebbero potuti nascere, perchè mi avrebbe dato modo di crescere ancora di più. Questo post è nato su delle informazioni e ha seguito questo filo logico, è inutile punzecchiarsi mi affascina anche il tuo sapere, perchè non è altro che informazioni in più che potrebbero servirmi per chiarire le mie idee, io non sono convinto al 100% di un effettivo passaggio di templari nella zona sarei stupido ad affermare questo e affermare il contrario .. non ero li in quel periodo e non ho nulla che mi garantisca ciò, tranne tante teorie contrastanti.. per ora seguo quella che mi affascina di più, finchè effettivamente non ci sarà una prova reale. Io ho voluto documentare ciò che vedevo, infatti non ho intitolato il mio video la napoli dei templari, ma la napoli del mistero, ho descritto poi qui, in base alle informazioni e alle testimonianze a me date tutto il resto.

La politica che muove i ragazzi che ho incontrato per quanto ne so, è quella di lavorare per mettere in sicura quei posti, affrontare studi, ìnsegnare a muoversi in quegli ambienti e documentare ciò che si trova per portare alla luce una o più conoscenze che muteranno nel tempo.

Infine, l'errare nel dubbio di una conoscenza vaga è dare una teoria con più o meno convinzione.


Un simbolo nasce dalla realtà di comunicare un messaggio questa è l'unica e la prima certezza che si ha.
 
Ultima modifica:
Anticamente a Napoli si credeva che Virgilio avesse per incantamento creato la famosa Crypta Neapolitana e quando Roberto d'Angiò chiese lumi sulla questione al Petrarca, il vate rispose: “Non ricordo di aver mai letto che Virgilio facesse lo spaccapietre!”.
A mio parere non si può affermare qualsiasi cosa senza presentare il benchè minimo straccio di una documentazione o argomentazione. E come se uno dicesse che il ciuccio vola e io devo prendere per buona questa teoria!
Negli articoli che ho postato cerco di dare una spiegazione dettata dal buon senso. Ripeto, in varie parti del sottosuolo partenopeo è possibile visionare croci incise nel tufo (negli articoli che ho postato puoi vederne qualche esempio) e non ricordo di aver mai letto che i Templari facessero gli spaccapietre o i pozzari! Se dovesse spuntare qualche “prova” sarei ben lieta di abbandonare la mia teoria (che non è fede!). Potrei ascoltare però un argomento serio su cui discutere? Affermare che “a Napoli è passato l'ordine dei Rosa Croce antipode dei templari se non erro” (?) mi sembra un po' poco...
Ad oggi nessuno ha accettato un confronto argomentato...




P.S. Non cambiare continuamente i post altrimenti non posso risponderti bene...;)
 
non cambio post ! ho aggiunto 2 parole per essere più chiaro, scusami ma sono un pasticcione a scrivere... per quanto riguarda "a Napoli è passato l'ordine dei Rosa Croce antipode dei templari se non erro" era una vera e propria domanda! Per quanto riguarda gli spacca pietre neppure i re egizzi lo erano, eppure avevano piramidi ricche di cunicoli, come un alto esempio i templi delle civiltà precolombiane ( come Tiahuanaco, cito questa solo perchè ho degli amici cari che l'hanno esplorata e mi affascina molto ) .. ora anche qui penso si possano fare molte teorie, come ad esempio potrebbe essere che i templari abbiano semplicemente occupato un posto già esistente giustò perchè gli ispirava sicurezza e modificato successivamente, per i loro scopi.. oppure perchè quel tunnel in particolare terminava esattamente sotto l'altare della basilica ( una strana coincidenza ) un altro fatto che mi ha affascinato era l'evoluzione delle croci man mano ci si avvicinava alla stanza sotto l'altare. Era un ordine che aveva uno scopo preciso e in tutto quello che faceva metteva un significato spirituale, quando un uomo ha fede riesce in opere grandiose, altro insegnamente che la storia ci insegna. Sono vago perchè davvero amo l'argomento ma preferisco ascoltare che parlare, non sono il ragazzo più adatto a a fare ciò! :p

Ora .. templari o no chi ha fatto quel tunnel e quelle croci voleva comunicare qualche cosa, questo mi affascina!
 
Ultima modifica:
Mi sono dimenticato di aggiuntere... i ragazzi con i quali ho vissuto questa esperienza hanno la tua stessa voglia di carpire il signifato di un vuoto, utilizzando li stessi mezzi che utilizzi tu.. la ricerca .. valutando altre fonti e teorizzando altro, per questo sarebbe bello vedere due opignoni così differenti lavorare insieme come se ognuno avesse con se il 50% che serve all'altro per capire... sai che forza di condivisione e che grinda si darebbe per raggiungere la meta? l'importante è non avere la presunzione di aver ragione ma il coraggio di dire forse hai un po ragione anche tu e cerco di capirti e di trovare il miglio modo per spiegarti la mia idea. Ti ringrazio di cuore per le tue parole e le tue informazioni, sicuramente ora ne so più di prima e posso spaziare in un orizzonte più vasto per vedere e raggiungere poi il punto preciso!


Ps una teoria deve avere un senso minimamente logico, meglio se accompagnato da documenti o indizzi reali e palpabili dello stesso periodo o subito successivo.
 
Ultima modifica:
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
M Video 4

Discussioni simili



Alto Basso