Escursione Alla ricerca dei ponti perduti di Castel Giuliano

#1
Data:23 12 2017
Regione e provincia: Roma
Località di partenza:Castel Giuliano
Località di arrivo: Secondo ponte forse ex strada per Cerveteri
Tempo di percorrenza: Un ora e mezza solo andata andando comodi,molto.
Chilometri:una decina tra andata e ritorno
Grado di difficoltà: Facilissimo
Descrizione delle difficoltà: Qualche tratto fangoso consigliabili le galosce
Periodo consigliato: Sempre
Segnaletica: Di vari colori ma poco affidabile
Dislivello in salita: nessuno
Dislivello in discesa:idem
Quota massima:
Accesso stradale:
Traccia GPS: [puoi caricare la tua traccia GPS nella Mappa Escursioni ed inserire il link permanente al posto di questo testo]


Descrizione

https://www.openstreetmap.org/#map=19/42.03329/12.11626
Oggi ho fatto una veloce puntata nella Valle Vittoria sempre alla ricerca del terzo ponte.Combinazione oggi è pure S.Vittoria quindi tanti auguri alla avventurosa Vittoria ( @Montinvisibili ) Ho tentato di fare un foto itinerario ma le foto sono pessime perchè mi trovo malissimo io ,buon fotografo a pellicola,ad usare quelle compatte con il mirino a schermo con cui si deve fare una foto praticamente alla cieca senza avere la minima possibilità di comporre una immagine in fase di ripresa,certo problemi generazionali. Comunque si parte dal plurifotografato primo ponte che si incontra scendendo da Castel Giuliano, si sale sopra di esso e ci si inoltra nella bella valle di fronte Vittoria appunto.Il percorso è piacevolissimo nel bosco e agevole.Si seguono tracce scavate nel tufo come se fosse un sentiero antico e ho letto forse etrusco.Ma appunto mi sono sempre chiesto: i ponti sono di una certa importanza e non semplice passerelle o poco più, quindi la strada anche doveva essere abbastanza larga,eppure non ce ne è la minima traccia e poi dove poteva passare se da una parte ci sono i dirupi dei fossi a destra le alte pareti di tufo? Continuando ci sono due bivi da prendere sempre a sinistra seguendo praticamente dall'alto il fosso.Nelle foto ho messo il mio bastone GPS che indica la direzione! Si giunge quindi quasi all'improvviso sul secondo ponte sul cui piano sono cresciuti degli alberi.Il posto è bello e solitario. Qui secondo la traccia del link di OSM arrivare al terzo ponte sarebbe facile,infatti basterebbe attraversare il ponte e salire sulla destra,cosa che sconsiglio assolutamente di fare sia perchè si arriva a ridosso di una alta parete senza uscita e poi perchè c'è un passaggio che magari si nota poco salendo ma che è molto esposto e scivoloso.Andando invece a sinistra salendo ripidamente nella gola e qui mi ridomando dove poteva passare la strada,si arriva a Cerveteri.Sotto al lato destro del ponte c'è una grotta o uno scavo in cui sicuramente passava l'acqua.Su una guida ,l'unica che ho trovato che ne parla,dice che è uno scavo artificiale per il deflusso della acqua etrusco,però lo chiama il :"Ponte sodo" che ben sappiamo sta da un altra parte!! E poi potrebbe essere pure una cavità naturale,comunque è molto suggestivo.Seguono poi le foto del ponte,una pausa caffè sul medesimo e una piccola grigliata consolatoria per il mancato rinvenimento del terzo ponte! Grazie e Buon Natale a tutti.
 

Allegati

#5
Grazie @kaciaro Ma non è molto faticoso.Se dopo il secondo ponte giri subito a sinistra della spalletta poco avanti sulla destra seguendo la destra orografia del fosso trovi la piccola tagliata in salita con l'acciottolato antico della carrareccia per Cerveteri.
 

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto