Allenamento per escursionismo.

Se riuscissi a fare più volte a settimana (anche ogni giorno) e meno tempo alla volta (un'ora/ora e mezza) faresti probabilmente meno fatica, e a lungo andare si migliora anche il recupero.
 
Considerando dislivello, km e tempo non mi sembra malissimo. La cosa che non mi piace e che il gg dopo soffro un po il mal di gambe. Ma ho ripreso solo da 3 mesi, magari più avanti miglioro..almeno ci provo...
non è malissimo e non è poco.
è un buon risultato.
basta non avere fretta e i risultati arrivano.
 
Se riuscissi a fare più volte a settimana (anche ogni giorno) e meno tempo alla volta (un'ora/ora e mezza) faresti probabilmente meno fatica, e a lungo andare si migliora anche il recupero.
Dici che facendo meno dislivello/tempo/km tutti i gg, migliora il recupero ? Perche la cosa non mi convince ?
 
Vai a camminare spesso ? cammino tutti i gg, e i 2 gg che dedico alla montagna faccio 20 km x 10 ore e 1600 mt di dislivello, ogni volta ovviamente, più di così ora non posso. Per fortuna i crampi non so neanche cosa siano, stretching lo faccio prima dell'attività e dopo, come ho sempre fatto.

secondo me questo è spesso, .. chiaramente di più vuol dire farlo per professione..

vedrai che i risultati arrivano! in bocca al lupo !

saltare la corda forse aiuta ma non ho mai provato
 
secondo me questo è spesso, .. chiaramente di più vuol dire farlo per professione..

vedrai che i risultati arrivano! in bocca al lupo !

saltare la corda forse aiuta ma non ho mai provato
Anche secondo me è abbastanza spesso, potrei tra un'uscita e l'altra fare un po di salto con la corda o corsa ! Non pretendo di più, sono abbastanza contento " per ora " di queste prestazioni, visto che ho ripreso da poco. Vorrei soltanto recuperare un po più in fretta. E anche vero che se dovessi affrontare un trek di più gg, sicuramente accorcerei il percorso.
 
Dici che facendo meno dislivello/tempo/km tutti i gg, migliora il recupero ? Perche la cosa non mi convince ?

Questa modalità/tipo di esercizio ha funzionato e funziona tutt'ora per me.
Lo faccio da diversi anni, e non ho mai avuto grosse difficoltà a recuperare da vari periodi di inattività occorsi nel frattempo.
Quando ho ripreso l'attività non ci ho messo molto per ritornare a fare le escursioni che faccio di solito.
Vale anche ultimamente, con l'operazione che ho dovuto fare a inizio maggio: mi è bastato un paio di settimane per recuperare una discreta forma (non il massimo, ma abbastanza bene comunque) e ho fatto pure una escursione di 7 ore domenica scorsa, soffrendo un po' nel finale ma portandola comunque a termine.
Penso che l'attività continuativa, quasi giornaliera, contribuisce a rendere il fisico più forte e resistente (la resistenza serve per le attività come l'escursionismo), e le capacità di recupero sono maggiori.
Però devo dire che sono brachicardico (pulsazioni a riposo tra i 38-39 e i 50) e ho la pressione bassa (70-110), e quando i valori scendono devo comunque mantenermi in attività con questo tipo di esercizio per non avere sensazioni sgradevoli (raffreddamento alle estremità di mani e piedi, lieve appannamento e senso di disorientamento, ad esempio).
 
So anche io che il miglior allenamento per camminare è camminare, ma più di 2 volte a settimana (10 ore circa ogni volta) non posso.
L'età conta fino ad un certo punto ! Appunto, i tempi di recupero non sono sicuramente quelli di un tempo.

Azz! 10 ore di camminata 2 volte la settimana! Più allenato di così che vuoi? :si:
 
Azz! 10 ore di camminata 2 volte la settimana! Più allenato di così che vuoi? :si:
Secondo te è valido ? Non sono mica tanto soddisfatto ! Ma non mi lamento. In'oltre vorrei è non avere male alle gambe ( anche se lieve ) il gg dopo. Purtroppo sono costretto a fare 20 km, se voglio fare almeno +1600. La pendenza quella è.
 
L'escursionismo e' una attivita' completa.
Gli aspetti non-aerobici come la nutrizione, l' Idratazione e la performance psicologica richiedono un assiduo cross-training ed io lo faccio il piu' diligentemente possibile.
"la' nella valle c'e' un' osteria"... "Vinassa vinassa e fiaschi de vin"
 
Ieri sono andato a fare il solito giro, dopo un mese di "non trekking". Mi sono portato il gps, ed ho visto che i km non sono 40 ma 38.5 , dai manca poco ! Però il dislivello è + 1931 m contro i 1600 che credevo. Comunque al ritorno gambe scoppiate.
 
non ho capito: ti aspetti di diventare bradicardico dopo 3 mesi di allenamento?!
io lo sono (credo) per nascita (o xkè da piccolo mi ammazzavo di bicicletta tutto il giorno) ma è un adattamento che SE avviene richiede anni. Il mio collega che corre di più e meglio di me (maratoneta) è sempre stato un cuore veloce e lo è ancor oggi.
Poi scusa: ma quanti km fai a settimana?
@Jk74 . Ieri parlando con l'amico che ogni tanto viene a camminare con me, ma va spesso anche da solo, mi ha detto che in 3 mesi, partendo da 0 allenamento, i suoi battiti cardiaci sono passati da 75 a 66. Questo prova che in 3 mesi è possibile abbassare i battiti, non sarà ancora bradicardico ma il risultato non è niente male.
 
Ieri sono andato a fare il solito giro, dopo un mese di "non trekking". Mi sono portato il gps, ed ho visto che i km non sono 40 ma 38.5 , dai manca poco ! Però il dislivello è + 1931 m contro i 1600 che credevo. Comunque al ritorno gambe scoppiate.

Non è affatto male, anzi, è un ottimo risultato.
La conseguenza (gambe scoppiate) è prevedibile, dopo un po' di inattività.
La prossima volta andrà meglio, riuscirai a fare le stesse cose senza faticare troppo.
Ieri ho fatto un itinerario di 5 ore: alla fine stavo decisamente meglio di 3 settimane fa, quando ne avevo fatto uno di 7 e avevo anch'io le gambe scoppiate.
I progressi si vedranno, se continui con l'esercizio.
 
Non è affatto male, anzi, è un ottimo risultato.
La conseguenza (gambe scoppiate) è prevedibile, dopo un po' di inattività.
La prossima volta andrà meglio, riuscirai a fare le stesse cose senza faticare troppo.
Ieri ho fatto un itinerario di 5 ore: alla fine stavo decisamente meglio di 3 settimane fa, quando ne avevo fatto uno di 7 e avevo anch'io le gambe scoppiate.
I progressi si vedranno, se continui con l'esercizio.
Dici ? Speriamo ! Il male alle gambe l'ho avuto anche i 2 gg dopo, e questo non è strano ? Oggi è passato. La cosa che mi consola è che se dovessi fare un trek di più gg non farei 38 km e difficilmente farei 3800 mt. Ci metto anche il dislivello in discesa perche l'hò sofferta più della salita.
 
Dici ? Speriamo ! Il male alle gambe l'ho avuto anche i 2 gg dopo, e questo non è strano ? Oggi è passato. La cosa che mi consola è che se dovessi fare un trek di più gg non farei 38 km e difficilmente farei 3800 mt. Ci metto anche il dislivello in discesa perche l'hò sofferta più della salita.

No, non è strano, è successo anche a me (dopo l'escursione di 7 ore di 3 settimane fa) di avere le gambe dure per un paio di giorni successivo.
Ieri è andata bene (escursione di 5), oggi sono in buone condizioni, i muscoli stanno bene-sono attivi.
La discesa anche per me è spesso più dura/sofferta della salita: però bisogna usare bene i bastoncini, aiutano molto perchè scaricano un po' il peso sulle gambe.
 
Probabilmente avrete ragione su l'uso dei bastoncini, ma purtroppo li sopporto poco, preferisco andare senza. E poi se il muscolo è allenato non dovrebbe fare male neanche in discesa. Per assurdo, usando i bastoncini, si che si scarica il peso anche su braccia e spalle, ma proprio per questo il quadricipite si allena meno. O sbaglio ?
 
No, non è strano, è successo anche a me (dopo l'escursione di 7 ore di 3 settimane fa) di avere le gambe dure per un paio di giorni successivo.
Ieri è andata bene (escursione di 5), oggi sono in buone condizioni, i muscoli stanno bene-sono attivi.
La discesa anche per me è spesso più dura/sofferta della salita: però bisogna usare bene i bastoncini, aiutano molto perchè scaricano un po' il peso sulle gambe.
Escursione di 7 ore ! ma dopo quanti gg di inattività ?
 
Corso di Orientamento
Alto Basso