Allenamento per escursionismo.

??????
Effetto del condizionatore?


Sarà perché ho provato alcune tecniche simili che girano, come la bottiglia bucata e riempita di sale per assorbire l'umidità o il ghiaccio dietro il ventilatore per produrre aria fresca e ho visto con mano che non funzionano nemmeno per sbaglio (con misure fatte con termometro e non a pelle eh), ma dubito fortemente che possa funzionare
Posso dirti chi ho una piccola palestra personale di 25mq. con condizionatore. Temperatura stanza 25º-26º, quando mi alleno e corro con il tapis, in un ora e mezza la temperatura della stanza rimane uguale e non mi bagno con il sudore. Senza il ghiaccio sul ventilatore va oltre i 28º. A me funziona, poi influiranno altre cose, questo non lo so, ma cmq fare una prova non guasta.
Dimenticavo, la bottiglia di ghiaccio va messa davanti al ventilatore...
 
Ultima modifica:
Non specificatamente, però si rinforza armoniosamente tutta la struttura corporea (braccia-spalle-addome-glutei- un po' anche i polpacci) e si fa fiato (se si fanno molte vasche consecutive, ovviamente).
Per le gambe specificatamente (cosce/polpacci/glutei) bisogna fare qualcosa di specifico (passeggiate o step o altro di equivalente)
 
non so quanto possa influire le bottiglie ghiacciate, io quando faccio allenamento in garage (sacco, boxe e kick) il ventilatore lo uso molto e funziona, ovviametne. Però ovviemante NON sono rilevabili a termometro, stiamo aumentando la capacità di raffreddare del nostro sudore
 
Io ho visto nel mio caso che due bottiglie ghiacciate da 1,5 litri davanti al ventilatore, ti bilanciano per un oretta circa il calore prodotto dal corpo e tapis in movimento. Poi probabilmente ci sta pure una capacità di adattamento nel raffreddarci maggiormente, specialmente se lo facciamo spesso, ma questo esula dalle mie competenze. :si:
 
Il tapis roulant è un discreto sostituto per chi vuole correre. Il più grande problema dei TR è la biomeccanica, che cambia in maniera relativamente significativa (se ne accorge subito una persona non abituata a farlo, che come scende sente di essere sbilanciato all'indietro quando cammina), per cui se da una parte rimane possibile stimolare la resistenza, dall'altra non si avrà un gesto tecnico 1:1 (con tutte le conseguenze del caso).

Riguardo le temperature, c'è da fare estrema attenzione quando fa così caldo. Oltre al calore del sole c'è da considerare anche quello dell'asfalto, che può far salire la temperatura percepita di parecchi gradi e riduce ulteriormente lo scambio termico del corpo.
Per chi si allena in casa, attenzione a non rendere troppo umida l'aria, la sudorazione diminuirebbe e il corpo si raffredderebbe con molta più fatica.

L'ideale è correre la mattina o la sera (per motivi prettamente termici); certo bisogna acclimatarsi e prendere un po' il ritmo, motivo per cui senza un obbiettivo è molto molto facile non essere costanti o abbandonare entro poche uscite.
Nuoto e bici non sostituiscono la corsa (e vice versa), sono semplicemente due sport di resistenza, la quale non aumenta in maniera realmente "rilevabile" ai fini del trekking (e anche sulla corsa ce ne sarebbe da dire, ma non scendiamo troppo nei dettagli). Migliorando però la propria condizione fisica generale (penso che qui il 99% non sia un professionista), aumentano le capacità e ci si adatta meglio. Ma attenzione all'alta quota...
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso