Escursione All'ombra del Terminillo: Cima Vall'Organo dal Rif.Sebastiani

Parchi del Lazio
Monte Terminillo
Dati

Data: 09/01/2015
Regione e provincia: Lazio (RI)
Località di partenza: Rifugio Sebastiani
Località di arrivo: Cima Vall'Organo
Tempo di percorrenza: 6 ore a/r soste incluse
Grado di difficoltà: EAI
Descrizione delle difficoltà: Nessuna. L'unica cosa degna di menzione e' la fatica dovuta alla neve (accumulata dal vento) per lunghi tratti molle e abbondante fino alle ginocchia e alla vita
Periodo consigliato: Tutto l'anno. D'inverno con attrezzatura adeguata obbligatoriamente (poi se non serve non la si usa)
Segnaletica: spesso coperta dalla neve
Dislivello in salita:
Dislivello in discesa:
Quota massima: 2090 m.
Accesso stradale: si lascia l'auto al Rif. Sebastiani, anche perche' oltre la neve non e' stata spalata quindi la Sella di Leonessa non e' accessibile in auto
Partecipanti: io e Fabrizio (fabri64)


Descrizione

Meravigliosa uscita infrasettimanale, abbastanza improvvisata, in quel del Terminillo. Nonostante la neve distribuita in maniera non uguale e assenti in molti tratti, il percorso da noi fatto di neve ce ne ha fatto vedere a bizzeffe :)
Con il valido amico di tante escursioni Fabrizio decidiamo di partire dal Sebastiani, attraversare le Scangive e l'anfiteatro della Cresta Sassetelli fino a raggiungere la Cima Vall'Organo, una vetta da poco inclusa nell'elenco del Club2000.
Partiamo con la nebbia che non ci fa vedere praticamente nulla, procediamo seguendo i pochi segni visibili e ad intuito, conoscendo bene o male la zona dell'escursione.
All'altezza della prima altura che precede le Scangive, da dove partono le vie per alcuni dei canali del Terminillo, indossiamo i ramponi per procedere in sicurezza lungo il primo traverso in discesa, abbastanza delicato in caso di neve dura.
Dopo circa un'ora di camminata finalmente la nebbia ci concede una tregua e di fronte a noi abbiamo tutta la magnificenza del versante nord-ovest del Terminillo, con i salti di roccia, i canalini (a secco di neve, sigh), gli speroni e le creste che poco hanno da invidiare al Gran Sasso.
La neve e' sempre abbondante dove camminiamo noi, portata dal vento in quantita' enormi tali da farci sprofondare fino alle ginocchia e a volte anche di piu'.
Con facile salita su neve poco portante svalichiamo sulla conca del Prato dei Sassi e ci dirigiamo verso la meta, che raggiungiamo a mezzogiorno circa.
Che panorama divino che si presenta di fronte ai nostri occhi!!! un mare di nebbia nasconde quasi tutta la terra intorno a noi ma il sole splende ed illumina le nevi e le rocce della Sassettelli e del Terminillo.
Una vetta davvero molto panoramica, inserita a pieno merito nell'elenco del Club2000.
Merita attenzioni particolari anche la cresta che dalla Cima vall'Organo scende alla Cima Innominata (quota 2010), ma i tempi ristretti ce la fanno lasciare ad un'altra occasione.
10898197_934661746558867_9172105991578814468_n.jpg
10898197_934661746558867_9172105991578814468_n.jpg
10906528_934662036558838_2474126795269007675_n.jpg
10387569_934662253225483_8882008153653933201_n.jpg
10926431_934662516558790_5263507168275144637_n.jpg
10929168_934662649892110_8903956772244504835_n.jpg
10835068_935185953173113_4218288148374889520_o.jpg
1781584_935186349839740_1689032129457128785_o.jpg
10842261_935186696506372_88251078907013502_o.jpg
10928880_935186836506358_2971565418677400276_o.jpg
10917233_935187249839650_9150545425749409438_o.jpg
10537939_935187259839649_5305093903920887028_o.jpg
10931128_934663143225394_4379093994887857917_n.jpg
1509989_935061749852200_5940267512391518969_n.jpg
10749970_935188496506192_1267440634891946642_o.jpg
10900052_935188543172854_7471149253138044097_o.jpg
 
Ultima modifica:
Credo che descrizione e foto da parte di Alessandro siano già state abbastanza esaurienti ma è bello confrontare i diversi punti di vista, come spesso accade quando si va insieme agli amici per condividere una giornata in montagna.
Ecco dunque il mio contributo di immagini.

Fin dalla partenza siamo stati accompagnati da uno straordinario gioco di sole e nebbia che ha reso tutto più magico ed evanescente.
DSC_0005.JPG


La nostra meta vista dalla conca dalle Scangive: cresta Sassatelli e poco più a destra la vetta di Cima Val'Organo.
DSC_0047.JPG


Come dentro un sogno...
DSC_0033.JPG


DSC_0035.JPG


Cima Vall'Organo
DSC_0060%2520-%2520Copia.JPG


Giochi di nebbia
DSC_0076.JPG


La vetta del monte di Cambio, sospeso su una nube
DSC_0072.JPG


L'arrivo in cresta Sassatelli
DSC_0052.JPG


Ancora la splendida e panoramicissima vetta di Cima Vall'Organo
DSC_0056.JPG


DSC_0063.JPG


Una delle più panoramiche creste che abbia mai visto.
I monti del Terminillo riescono sempre a sorprendere con i loro spazi infiniti e senso di libertà nonostante la vicinanza da Roma!
Laggiù, sospeso come un'isola su un mare di nubi, emerge il Gran Sasso.
DSC_0068.JPG


Giardino di cristallo
DSC_0045.JPG


DSC_0042.JPG


DSC_0039.JPG


DSC_0024.JPG


DSC_0019.JPG


DSC_0017.JPG
 
Ale, hai dimenticato di inserire i dati del dislivello, anche se è pochissimo, tra sali scendi abbiamo accumulato circa 150 metri.
 
Ma non vale, un duemila raggiunto con 150 mt di dislivello (complessivo tra l'altro) :biggrin:, devono essere almeno 200...

a parte gli scherzi ... Cavoli!! davvero tutto bellissimo, foto spettacolari... ho finito gli aggettivi per commentare le vostre uscite, complimenti ad entrambi.
 
Ma non vale, un duemila raggiunto con 150 mt di dislivello (complessivo tra l'altro) :biggrin:, devono essere almeno 200...

a parte gli scherzi ... Cavoli!! davvero tutto bellissimo, foto spettacolari... ho finito gli aggettivi per commentare le vostre uscite, complimenti ad entrambi.
secondo me i metri erano circa 200, forse 250...cmq poco importa, il punto forte di questa meravigliosa escursione non era sicuramente il dislivello accumulato :biggrin:...i km fatti su neve papposa fino alle ginocchia ci hanno fatto faticare piu' di 1200 metri di dislivello.
Cmq grazie per l'apprezzamento, ci fai arrossire
 
foto stupende, tra nebbia, neve e cirri è tutto bellissimo, complimenti!!! una domanda, la Cima Vall'Organo si trova tra la vetta del Terminillo e la Cresta Sassetelli?
 
:)

già detto...
comunque fra l'uno e l'altro c'è solo l'imbarazzo della scelta fra le foto ;)

fra quelle di Alex le mie preferite sono quelle col mare di nebbia e la puntina che esce fuori e quella dove si vede l'ombra di Fabri :biggrin:

invece fra quelle di Fabri, a parte l'isola del Gran Sasso, :biggrin: mi piace molto il "giardino di cristallo" :si:

 
foto stupende, tra nebbia, neve e cirri è tutto bellissimo, complimenti!!! una domanda, la Cima Vall'Organo si trova tra la vetta del Terminillo e la Cresta Sassetelli?
Ale ti ha già risposto.
In pratica, quando arrivi sulla cresta Sassatelli, vedi i cartelli indicativi e vai a destra per poche decine di metri e arrivi sulla vetta di Cima Vall'Organo.
DSC_0052.JPG
 
:)

già detto...
comunque fra l'uno e l'altro c'è solo l'imbarazzo della scelta fra le foto ;)

fra quelle di Alex le mie preferite sono quelle col mare di nebbia e la puntina che esce fuori e quella dove si vede l'ombra di Fabri :biggrin:

invece fra quelle di Fabri, a parte l'isola del Gran Sasso, :biggrin: mi piace molto il "giardino di cristallo" :si:
Ciao carissima Flavia.
La foto del giardino di cristallo rappresenta in piccolo ciò che il tipo di giornata aveva creato ovunque.
In pratica, la nebbia e le temperature sotto zero hanno creato una crosta di ghiaccio che si è appiccicata ovunque, sulle rocce e sui fili d'erba. Bellissimo da vedere in contro luce. Sembrava davvero una laboriosa creazione di un geniale artigiano del vetro!
 
ragazzi complimenti per le foto, alcune sono da fondoschermo per quanto belle!
ho soltanto qualche dubbio sul "Descrizione delle difficoltà: Nessuna." :)
 
ragazzi complimenti per le foto, alcune sono da fondoschermo per quanto belle!
ho soltanto qualche dubbio sul "Descrizione delle difficoltà: Nessuna." :)
Grazie mille, il posto e' bello e fare foto brutte e' difficile.
Per quanto riguarda le difficolta', effettivamente oltre alla pura e semplice fatica fisica (bdc) per colpa della neve molle fino alla vita, di altre non ve ne erano. E' chiaro che e' riferito a escursionisti allenati con una certa esperienza alle spalle e che usano l'attrezzatura invernale.
 

Discussioni simili



Alto Basso