Informazione Alta via del Baldo

Ciao,
chiedo informazioni in merito all'Alta via del Baldo. Sto pensando di percorrerla in due giorni partendo da Caprino Veronese verso Torbole in tenda. Da quel che vedo, i punti d'appoggio sono i rifugi Fiori del Baldo, Chierego, Telegrafo e Altissimo. Ce ne sono altri? Nei rifugi ci si può rifornire di acqua. Sapete se lungo il percorso ci sono altre fonti? Qualcuno qui l'ha percorsa in due giorni? Eventualmente, potrebbe indicarmi dove ha bivaccato? Dividendo in due il percorso, senza esagerare con i dislivelli, avrei intenzione di fare 22 km il primo giorno con circa 2400 D+ ed il resto il giorno dopo. Il bivacco cadrebbe tra Cima Longino e Cima delle Pozzette. Qualcuno conosce quella la zona? E' esposta, oppure si trovano dei posti adatti per una tenda? Grazie.
 
Ciao,
Non mi pare ci sia acqua disponibile sul Baldo anche perché è carsico e l'acqua penetra verso il basso.
Per quanto riguarda il bivacco, non c'è molto spazio comodo per piantare la tenda ma è fattibile. Considera che il Baldo è molto ripido verso est e ovest, è tutta una cresta.
Il percorso in sé mi pare lungo per i due giorni, ma se sei allenato non ci sono problemi
 
Ciao,
Non mi pare ci sia acqua disponibile sul Baldo anche perché è carsico e l'acqua penetra verso il basso.
Per quanto riguarda il bivacco, non c'è molto spazio comodo per piantare la tenda ma è fattibile. Considera che il Baldo è molto ripido verso est e ovest, è tutta una cresta.
Il percorso in sé mi pare lungo per i due giorni, ma se sei allenato non ci sono problemi
Grazie. Per la tenda mi basta poco spazio visto che è una Lanshan 1, basta che sia un po' riparato dal vento. Devo capire come organizzarmi con i trasporti. Forse andrò a Caprino il giorno prima della partenza e pianterò la tenda da qualche parte.
 
Ciao, io ho fatto la traversata del Baldo due anni fa. Sono partita da Caprino, ho fatto pausa birretta al rifugio Naole (dove non metterò mai più piede in vita mia) e dormito la prima notte sul Telegrafo, al rif. Barana. Il giorno dopo ho dormito sull'Altissimo, al rif. Chiesa e poi sono scesa a Torbole e rientrata in parte in autostop, in parte in bus.
Posto per piantare la tenda ce n'è poco : potresti provare o nei paraggi del rif. Chierego (prima di imboccare il sentiero che ti porta al Telegrafo) e nei paraggi del rif. Chiesa : tra il Telegrafo e Bocca di Navene non c'è posto perché sei in cresta, il sentiero è strettissimo, con rischio caduta di sassi se per caso ti allontani un attimo.. Valuta tu !
Per il bere, hai acqua a Caprino in varie fontane, nei rifugi (a pagamento), dove arriva la funivia di Malcesine (bottiglie in vendita o quella non potabile dei bagni pubblici) e poi a Torbole
--- ---

A Caprino puoi dormire in macchina nel parcheggio della Migross oppure, incamminandoti su per il sentiero, qualche spiazzo lo trovi..
Se sei molto, molto allenato, è fattibile in due giorni ma il rifugio sull'Altissimo ha una collezione di grappette artigianali da paura, ci sono delle trincee da visitare, delle viste sul lago, il Carega, le Dolomiti del Brenta, la parte bresciana.. Perché avere fretta ?
 
Ultima modifica:
Ciao,
Non mi pare ci sia acqua disponibile sul Baldo anche perché è carsico e l'acqua penetra verso il basso.
Per quanto riguarda il bivacco, non c'è molto spazio comodo per piantare la tenda ma è fattibile. Considera che il Baldo è molto ripido verso est e ovest, è tutta una cresta.
Il percorso in sé mi pare lungo per i due giorni, valuta se partire da Prada (due pozze) anziché da Caprino.
 
Ciao, io ho fatto la traversata del Baldo due anni fa. Sono partita da Caprino, ho fatto pausa birretta al rifugio Naole (dove non metterò mai più piede in vita mia) e dormito la prima notte sul Telegrafo, al rif. Barana. Il giorno dopo ho dormito sull'Altissimo, al rif. Chiesa e poi sono scesa a Torbole e rientrata in parte in autostop, in parte in bus.
Posto per piantare la tenda ce n'è poco : potresti provare o nei paraggi del rif. Chierego (prima di imboccare il sentiero che ti porta al Telegrafo) e nei paraggi del rif. Chiesa : tra il Telegrafo e Bocca di Navene non c'è posto perché sei in cresta, il sentiero è strettissimo, con rischio caduta di sassi se per caso ti allontani un attimo.. Valuta tu !
Per il bere, hai acqua a Caprino in varie fontane, nei rifugi (a pagamento), dove arriva la funivia di Malcesine (bottiglie in vendita o quella non potabile dei bagni pubblici) e poi a Torbole
--- ---

A Caprino puoi dormire in macchina nel parcheggio della Migross oppure, incamminandoti su per il sentiero, qualche spiazzo lo trovi..
Se sei molto, molto allenato, è fattibile in due giorni ma il rifugio sull'Altissimo ha una collezione di grappette artigianali da paura, ci sono delle trincee da visitare, delle viste sul lago, il Carega, le Dolomiti del Brenta, la parte bresciana.. Perché avere fretta ?
Grazie delle informazioni. La zona dell'Altissimo mi piace molto. Ad ottobre e poi a febbraio ho fatto il tratto Torbole-Altissimo.
 
Ciao, quoto tutto quello detto in precedenza. Non sono mai stato su cima delle pozzette, quindi non saprei dirti com'è effeivamente. Però sono stato negli altri rifugi: se ad esempio volessi accamparti in zona Chierego, scendendo un po' di quota, nella zona della funivia ci sono alcuni piccoli spot tenda... l'unica cosa è che sono in mezzo ad un po' di malghe (quando andai in realtà non c'era nessuno, ma forse non era stagione). Invece al Telegrafo son stato una volta e, anche qui, scendendo dal rifugio di un po' di metri (tramite sentiero, lato lago) c'è una specie di conca che se "buttasse male" secondo me potresti prendere in considerazione (l'unico problema è che forse saresti in compagnia di qualche camoscio :) ) (allego foto).
 

Allegati

  • IMG_20210617_140945.jpg
    IMG_20210617_140945.jpg
    337,6 KB · Visite: 28
Ciao, ieri e oggi ho percorso l'Alta Via del Baldo, quindi riporto alcune informazioni che potrebbero essere d'aiuto ad altri.
Sono partito da Nago ieri, 18 giugno e nel pomeriggio sono arrivato al Rifugio Telegrafo. Oggi ho percorso il tratto dal Rifugio Telegrafo fino a Caprino Veronese. Ecco le caratteristiche delle due tappe:
PRIMA TAPPA: 27 km, 2970 D+, 1055 D-
SECONDA TAPPA: 13.8 km, 90 D+, 1965 D-
Lungo tutto il percorso, l'unica fonte d'acqua naturale è in località Acqua d'Oro (N45.843984° E10.893846°). Vedi foto sotto. La ho sempre vista attiva nelle tre volte che ci sono passato in tre stagioni diverse (ottobre, febbraio e giugno).
Lungo il tragitto si incontrano vari rifugi presso i quali è possibile rifornirsi: Rif. Altissimo, ristorante Bocca di Navene, ristorante presso la funivia Tratto Spino che sale da Malcesine, Rif. Telegrafo, Rif. Chierego, Rif. Fiori del Baldo. Io mi sono rifornito solo al Telegrafo e non hanno bottiglie bensì acqua alla spina.
Il sentiero è ben visibile e battuto. Le pietre sono perfino lucide da tanta gente ci passa. Fino a cime delle Pozzette è un sentiero scorrevole poi invece diventa più complesso fino a Forcella Valdritta. Da lì fino al telegrafo è una mulattiera. Scendendo dal telegrafo si passa per prati e boschi ed è scorrevole. Il sentiero generalmente è ben segnato, ma nei prati a volte si perde la traccia perché ce ne sono troppe ed i segni bianchi e rossi sono meno marcati. Consigliata una traccia su smartphone o una mappa. Comunque non ci si perde, semplicemente può essere che si debba tagliare per i prati per riportarsi in traccia. Lì arriva gente da tutte le parti.
Il tratto tra Cima delle Pozzette a Forcella Valdritta consiglio di farlo col bel tempo perché si è in quota e perché spesso si passa per tratti dove si potrebbe scivolare sulle pietre o sulle radici dei mughi. Come detto, il resto del sentiero è agevole, anche se bagnato.
Posto per piazzare la tenda se ne trovano un po' ovunque tranne tra Cima delle Pozzette e Forcella Valdritta. Lungo il sentiero non c'è spazio nemmeno per una tenda da un posto. In vari tratti il sentiero spiana ed al limite uno si può piazzare col materassino sotto le stelle. Spostandosi dal sentiero ho visto un unico posto per la tenda che è stato utilizzato anche da alcuni YouTuber. Bisogna scendere lungo dei ghiaioni per una cinquantina di metri di dislivello. Ecco le coordinate N45.730193° E10.848225° e sotto metto la foto.
Al Rif. Telegrafo le uniche zone pianeggianti sono intorno all'edificio, ma non ti lasciano piazzare la tenda. Mi hanno lasciato metterla dietro il muro della chiesa dove c'è sicuramente posto per due tende. Poi c'è una piazzola una cinquantina di metri sopra il rifugio per altre due tende; é una piazzola sul crinale che è protetta dal vento su un lato, mentre verso il Garda è esposta. Infine si può andare proprio in cima al Telegrafo; vedete voi. 150-200 m di dislivello sotto il rifugio c'è la zona postata da @Eliott. Comunque, presso il Rif. Telegrafo le tende sono mal tollerate, in particolar modo se non si fanno consumazioni.
In questi due giorni è stato un caldo folle e gran parte del percorso è senza alberi. Chi soffre molto il caldo faccia bene i suoi conti.
Per quanto riguarda i tempi di percorrenza riportati sui cartelli, direi che sono calibrati su una persona con un buon passo. Se vi serve un confronto, io ci stavo a pelo.
Il percorso termina a Caprino in un bel parco con una fontanella.
Per il ritorno a Nago ho usufruito dell'autobus fino a Torbole e poi a piedi fino a Nago. L'orario estivo consente di avere varie corse tra Caprino e Garda e poi da Garda a Torbole. Io ho preso:
- Caprino-Garda con partenza alle 13:31 e arrivo alle 14:18
- Garda-Torbole con partenza alle 14:20 ed arrivo alle 15:32
La fermata a Caprino è ad un centinaio di metri dal parco citato.
Spero di essere stato abbastanza esaustivo.
 

Allegati

  • IMG_20220618_075458.jpg
    IMG_20220618_075458.jpg
    653 KB · Visite: 21
  • IMG_20220618_162546.jpg
    IMG_20220618_162546.jpg
    568,4 KB · Visite: 22
In questi due giorni è stato un caldo folle e gran parte del percorso è senza alberi. Chi soffre molto il caldo faccia bene i suoi conti.
concordo, ieri sono andato anch'io sul Baldo, prima rifugio Chierego e poi Telegrafo...e niente sono bello arrostito (anche mea culpa che ho messo la crema "alla membro di segugio")
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso