Trekking Alta Via delle Prealpi Pordenonesi

Dati

Regione e provincia: Friuli Venezia-Giulia provincia di Pordenone
Località di partenza: Passo della Crosetta
Località di arrivo: Pinzano al Tagliamento
Tempo di percorrenza: 3 giorni e 1/2
Chilometri: 74
Grado di difficoltà: E
Periodo consigliato: Primavera, Estate, Autunno.
Dislivello in salita: 3700 m.
Dislivello in discesa: 4600 m.
Quota massima: 1600 m. presso il Col Grande
Accesso stradale: Da Vittorio Veneto - Fregona, da Sacile - Caneva



Descrizione

E' da un po di tempo che mi frulla in testa l'idea di tracciare un itinerario che percorra tutta la catena delle prealpi Pordenonesi, sulla falsa riga del TV1 - Alta Via delle Prealpi Trevigiane. Anzi potrebbe esserne la naturale prosecuzione, andando così a completare un'escursione ad arco lungo i primi rilievi di parte della pianura Veneto-Friulana. Nell'ultimo anno ho fatto escursioni giornaliere in vari luoghi (Cansiglio, Malghe del Piancavallo, Val Colvera, Monte Davanti, Sacrario Germanico incompiuto di Pinzano, ecc.) che mi hanno fatto pensare ad un concatenamento di tutti quei sentieri.
Idealmente il trekking parte da La Crosetta, sul confine tra le province di Treviso e Pordenone, passa da Piancavallo, Montereale Valcellina, Meduno, per poi concludersi al ponte di Pinzano al Tagliamento, al confine con la provincia di Udine.

219555


Ho pensato anche ad una partenza da Vittorio Veneto (o da Fregona/Osigo) facendo un tratto del sentiero Nini Lot per poi arrivare alla Crosetta, questo aggiunge circa 14 km al percorso totale.

219556


Volendo invece proseguire il TV1 si potrebbe partire dal Rifugio Città di Vittorio Veneto sul Monte Pizzoc.

219557


Infine aggiungo una variante più a bassa quota per l'inizio dell'ultima tappa.

219558



Di seguito un elenco delle strutture che conosco, di cui ho sentito parlare o che ho trovato sulle cartine.
  • Bivacco “Nino Lot” 1010m. (No Posti Letto, stufa, tavolo, panche)
  • Malga Picotera 1050m. No Info
  • Passo Crosetta 1120m. (ristoro, acqua)
  • Rifugio Maset 1270m. (Privato, No Posti Letto, bivacco con panche attorno a un focolare, tettoia esterna con tavoli e panche)
  • Casera Ceresera Bivacco “Silvio e Rudi” 1420m. (6 posti letto su materassini di gommapiuma, stufa, panca e qualche suppellettile per l’emergenza)
  • Casera Valle Friz 1515m. (Locale ricovero, piccolo soppalco dove dormire, stufa, tavolo, panche)
  • Malga Campo 1460m. (Malga privata, ristorante)
  • Piancavallo 1280m. (Bar, Ristoranti, Minimarket, Alloggi)
  • Casera Caseratte 1349m. (ripiano rialzato dove poter dormire, cucina economica, un tavolo con panche)
  • Casera Giais 1289m. (8 posti letto su brandine a castello, tavolo, panche, camino e cucina economica)
  • Casera Rupeit 1275m. (6 posti letto su tavolato a castello, stufa economica, tavolo, panche, luce)
  • Montereale Valcellina 318m. (Bar, Ristoranti, Minimarket, Alloggi)
  • Borgo Fornasatte 430m. (albergo, alloggi)
  • Valdestali 590m. (osteria)
  • Borgo Preplans 300m. (alloggi Airb&b)
  • Meduno 313m. (Bar, Ristoranti, Minimarket, Alloggi)
  • Casera Tamer Bassa Ricovero 600m. (ampio locale, possibile dormire a terra, tavoli, panche, focolare, acqua)
  • Casera Davass 891m. (soppalco dove dormire, tavolo, panche, caminetto, locale adiacente con ulteriore soppalco dove dormire)
  • Paludea 234m. (bar, alloggi)
  • Pinzano al Tagliamento 310m. (Bar, Ristoranti, Minimarket, Alloggi)
Ovviamente tutto ciò è solo un'idea, un abbozzo, o se volete un "sogno" ad occhi aperti.
Tutto è migliorabile ed integrabile, e qui chiedo il contributo di ciascuno di voi.
Pareri, critiche, commenti, modifiche, idee diverse, correzioni ed altro sono i benvenuti.
 
Di posti per piantarla ce ne sono in abbondanza.
--- Aggiornamento ---

E all'occorrenza ci sono anche i bivacchi
 
Conosco quelle montagne come le mie tasche e la zona dove svolgo le mie attivita' autdoor e dove vado a.legna (sono si Mezzomonte)
Ci sono dei posti straordinari dove accamparsi se passi da.quelle parti e ti piacciono.I percorsi fuori dagli schemi fammi un fischio
 
Conosco quelle montagne come le mie tasche e la zona dove svolgo le mie attivita' autdoor e dove vado a.legna (sono si Mezzomonte)
Ci sono dei posti straordinari dove accamparsi se passi da.quelle parti e ti piacciono.I percorsi fuori dagli schemi fammi un fischio
Con piacere prendendo un buon rosso.
 
Ciao , nn so se sarò disponibile ( questa estate molto probabilmente sono all' estero x lavoro, ma se organizzate e se vi va un altro bevitore ( mi porto anche io il rosso)... Mi piacerebbe conoscere quelle zone, visto che non son molto distante (Castelfranco v.to )
 
Conosco quelle montagne come le mie tasche e la zona dove svolgo le mie attivita' autdoor e dove vado a.legna (sono si Mezzomonte)
Ci sono dei posti straordinari dove accamparsi se passi da.quelle parti e ti piacciono.I percorsi fuori dagli schemi fammi un fischio
Che carina Mezzomonte.. con il suo castagno secolare e la sagra! Ho fatto qualcosa in MTB in zona fino a giù Gorgazzo... che posti!
 
Ciao, mi interessa, ho 2 settimane libere in luglio. Come sono messe queste zone in termini di frequentazione?
Intendo dire che, non conoscendo la zona e viaggiando da sola, non mi darebbe fastidio incontrare di tanto in tanto un'anima...
E come punti approvvigionamento acqua, anche di recupero da filtrare? Ho visto che hai segnato bivacchi ma poca acqua a parte bar e osterie a bassa altitudine s.l.m.
Grazie mille.
 
La zona del trevigiano fino al Cansiglio e Piancavallo è molto frequentata, per quanto riguarda l'acqua considera che la zona è di tipo carsico, con doline, grotte e "bus", quindi di acqua ne trovi ma poca, meglio rifornirsi ai vari rifugi, malghe o casere. Nel peggiore dei casi puoi recuperare l'acqua nelle "lame", piccoli laghetti artificiali per le mucche, ma devi filtrarla e bollirla. Verso la fine del percorso di acqua ne trovi in maggior quantità, ma va scemando la presenza umana. In definitiva valgono gli stessi suggerimenti del TV1, quindi prevedi di portarti contenitori per un paio di litri di acqua (o quello che ritieni opportuno per il tuo fisico).
 
I punti dove puoi trovare acqua senza bisogno di potabilizzarla sono FONTANA BUSET (SOTTO busa bernard) e la ghiacciaia de CIAMP DE MUR (vicino a val friz) le casere ancora attive sono poche, casera CERESERA C'è l'acqua ma non è potabile vicino c'è MASONIL VECIO ma e in concessione a privati spesso e chiuso come COL DEI SCLOS e VAL DE LAMA se arrivi fino a PIANCAVALLO li pui rifornirti quanto vuoi, per il resto vale il consiglio di Ferrajeans

P.S.
Consiglio a tutti come sempre di partire ben equipaggiati soprattutto se si ha intenzione di fermarsi per la notte la presenza di molte valli e la particolare conformazione della zona porta a sbalzi termici da non sottovalutare e altra cosa a parte la zona di Piancavallo sopra i 1200 m i cellulari spesso non prendono
 
La zona del trevigiano fino al Cansiglio e Piancavallo è molto frequentata, per quanto riguarda l'acqua considera che la zona è di tipo carsico, con doline, grotte e "bus", quindi di acqua ne trovi ma poca, meglio rifornirsi ai vari rifugi, malghe o casere. Nel peggiore dei casi puoi recuperare l'acqua nelle "lame", piccoli laghetti artificiali per le mucche, ma devi filtrarla e bollirla. Verso la fine del percorso di acqua ne trovi in maggior quantità, ma va scemando la presenza umana. In definitiva valgono gli stessi suggerimenti del TV1, quindi prevedi di portarti contenitori per un paio di litri di acqua (o quello che ritieni opportuno per il tuo fisico).
Ottimo, grazie, vi farò sapere.
--- Aggiornamento ---

I punti dove puoi trovare acqua senza bisogno di potabilizzarla sono FONTANA BUSET (SOTTO busa bernard) e la ghiacciaia de CIAMP DE MUR (vicino a val friz) le casere ancora attive sono poche, casera CERESERA C'è l'acqua ma non è potabile vicino c'è MASONIL VECIO ma e in concessione a privati spesso e chiuso come COL DEI SCLOS e VAL DE LAMA se arrivi fino a PIANCAVALLO li pui rifornirti quanto vuoi, per il resto vale il consiglio di Ferrajeans

P.S.
Consiglio a tutti come sempre di partire ben equipaggiati soprattutto se si ha intenzione di fermarsi per la notte la presenza di molte valli e la particolare conformazione della zona porta a sbalzi termici da non sottovalutare e altra cosa a parte la zona di Piancavallo sopra i 1200 m i cellulari spesso non prendono
Molto bene, ti ringrazio. Quindi gambe, cartina, filtro e bottiglie. Ciao
 
Alto Basso