Migliori messaggi della discussione: Alto pericolo incendi boschivi in tutta Italia

  1. henri

    henri

    Dal:
    13 Marzo 2013
    Località:
    Predappio
    Nome:
    enrico
    Vi informo che la regione Emilia-Romagna ha decretato per il periodo dal 23 luglio al 28 agosto il periodo di massima pericolosità per gli incendi boschivi, periodo in cui le sanzioni per chi accende fuochi nei boschi (e per fuochi si intendono anche fornellini e simili, al di fuori delle aree attrezzate), vengono più che decuplicare, si rischia di pagare per un fuocherello qualche millino di€ di sanzione.http://www.regione.emilia-romagna.i...-luglio-scatta-lo-stato-di-grave-pericolosita
    http://www.regione.emilia-romagna.i...-fuochi-non-autorizzati-o-provoca-un-incendio

    Poi dite che non vi avevo avvisato.....
     

    A stefanojoe, AndreaDB, JackRyan e 7 altri utenti piace questo elemento.
  2. henri

    henri

    Dal:
    13 Marzo 2013
    Località:
    Predappio
    Nome:
    enrico
    OK, un pò di teoria: il fuoco per esistere ha bisogno di tre elementi, combustibile, comburente e temperatura di ignizione, il combustibile è il materiale che brucia,, reagendo con il comburente (ossigeno contenuto nell'aria).

    Il combustibile solido non brucia, bensì bruciano i gas che si producono dal riscaldamento dello stesso, quindi per reagire deve essere assolutamente secco, perché fino a che è presente umidità il calore viene usato per fare evaporare l'acqua all'interno del materiale e non per "gassificare" il combustibile.

    Più il combustibile è finemente ripartito e più è a contatto con l'aria, che contiene il comburente (ossigeno), più veloce sarà la reazione.

    Più apporto di ossigeno abbiamo e più efficacemente avverrà la reazione; il vento apporta molto ossigeno.

    La temperatura di accensione della paglia è abbastanza bassa (200° circa), quella del legno è 300° temperature che un mozzicone di sigaretta raggiunge e supera facilmente ( le braci arrivano a 800°).

    Circa due settimane fa, ho spento un incendio in un balcone, innescato da una sigaretta "spenta" in un vaso di torba, la torba secca ha bruciato lentamente per un paio di ore, prima di fare fiamma e provocare un vero e proprio incendio, che fortunatamente è stato avvistato da un vicino insonne (erano circa le due di notte).

    Concludendo, un mozzicone, in caso ci siano le condizioni ideali, combustibile ad alta temperatura ambiente, secco e di piccola pezzatura unito ad un apporto generoso di aria-ossigeno (vento), può anche con relativa facilità innescare un incendio, viceversa, esche e legna umida di grossa pezzatura, scarso apporto di ossigeno ed aggiungere bassa temperatura iniziale del combustibile, potrebbero far faticare l'accensione di un fuoco anche utilizzando un buon "accelerante", come alcool, benzina, meta, ecc....
     
    A Ory, latues, MicheleBazz e 5 altri utenti piace questo elemento.
  3. AndreaDB

    AndreaDB

    Dal:
    16 Marzo 2005
    Località:
    Roma
    Nome:
    Andrea
    Grazie dell'appello che sottoscrivo.
    Attualmente sono in Calabria e vedo continuamente alzarsi in volo i Canadair per rifornirsi al mare... che tristezza.
    Prima di fare qualsiasi gesto si dovrebbe pensare se può nuocere qualcuno, in primis gli eventuali soccorsi mobilitati, poi le altre persone ed il territorio. Parlo per gli incendi colposi.
     
    A henri, stefanojoe e Jk74 piace questo elemento.
  4. TITAN

    TITAN

    Dal:
    6 Giugno 2014
    Ma ..... allora non si possono più gettare i sigari cubani accesi dal finestrino ?
     
    A Disagiato, Matt03 e henri piace questo elemento.
  5. henri

    henri

    Dal:
    13 Marzo 2013
    Località:
    Predappio
    Nome:
    enrico
    A MicheleBazz e nosso piace questo messaggio.
  6. henri

    henri

    Dal:
    13 Marzo 2013
    Località:
    Predappio
    Nome:
    enrico
    Io ho provato, con aghi di pino, erba secca e con i fiori dei tigli, in caserma dei VV.F. con i colleghi, in una giornata di vento, volevamo vedere se fosse facile innescare un incendio con un mozzicone.
    Il risultato è stato di tre fuochi su tre prove con materiali diversi.
     
    A stefanojoe e Wombat piace questo messaggio.