Escursione Ancora una sconfitta!

Ciao Roby se vuoi toglierti la delusione della sconfitta ti porto io sul Monna e magari facciamo un salto sul Fanfilli che non ci sono stato quando vuoi mi puoi contattare.
Maurizio
 

Per carità adesso non pensare che io sia un permaloso, non è che hai colpito la mia suscettibilità, solo che come l'avevi raccontata tu sembrava che me la fossi fatta sotto per aver incontrato un runner ed aver quasi rinunciato per aver incontrato una staccionata.

Maurizio (se leggi), certo che sei decisamente sfortunato sia con le recensioni sia coi commenti a quelle altrui.... :biggrin:

Anche se l'importante, alla fine, E' POTERLE FARE (e soprattutto poterci anche ridere sopra un po').

Ciao
 
Ciao Henry, mi fa piacere che tu segua attentamente le mie recensioni e commenti, io non mi ritengo sfortunato, anzi mi ritengo fortunato per aver trovato sulla mia strada gente come me che non veniva dal convento delle orsoline ma mi parlava in modo diretto sui miei errori e sbagli, altrimenti dopo 17 anni trascorsi nelle Forze Speciali della Marina 4 missioni in Afghanistan 3 in Kosovo 2 in Albania più tutte le altre in giro per il mondo e sicuramente prossimamente dovrò tornare laggiù, non starei qui a raccontarle e come vedi caro Henry in montagna ci si fa male e se poi questo non è lavoro ma solo puro Hobby e divertimento......bhe allora pensiamoci bene a quello che facciamo e non improvisiamo........ ed oltretutto andare in montagna da soli senza alcuna preparazione sia tecnica che fisica non è cosa salutare, perchè le cose che possono accadere sono molteplici il 24 sul Murolungo non abbiamo incontrato anima viva....... pensa solo a quello che è successo a noi....... immaginati a stare li solo... si può andare da soli a farci la scampagnata ma se non abbiamo la preparazione adeguata se proprio vogliamo farlo andiamo in posti che tantomeno conosciamo............ciao Herry comunque oltre a seguire tutte le recensioni vieni con me in montagna........
 
Ho riflettuto a lungo se aggiungere un commento a quello di Maurizio. Purtroppo quando si scrive non ci si fa mai comprendere allo stesso modo di quando si parla. Un sorriso, un'inflessione della voce, un sguardo non si possono tradurre in parole scritte e allora il linguaggio freddo della scrittura rende tutto più difficile. Comunque ci provo.

Maurizio F. è la guida o il compagno che tutti noi vorremmo avere mentre si va fuori. Che si tratti di una semplice scampagnata o di un trekking in Tibet. E' esperto, è allenato, fiuta il pericolo, si fa carico di ogni responsabilità (non vorrei sbagliarmi ma mi sembra sia stato l'unico ad andare a trovare l'amico infortunato e per giunta si è beccato il cazziatone dei congiunti). Solo quest'ultima azione lo rende un amico vero, di quelli a cui, anche se lo conosci poco, consegneresti tranquillamente la tua vita.

Ma, c'è un ma. Indubbiamente la vita militare lo porta a saper affrontare situazioni che alcuni di noi potrebbero gestire male per eccessivo timore o al contrario, e sarebbe peggio, per eccessiva sufficienza. Io stesso, che ho fatto un solo anno di naja, come molti di noi, e per giunta ben 28 anni fa, ricordo alcune "dritte" insegnatemi in quel periodo. Però Maurizio a volte è pesante. Bisogna dirlo. Va bene consigliare, aiutare, al limite anche bacchettare, ma sinceramente dopo un pò che leggevo del suo racconto sul Murolungo mi sono detto "Oddio che palle! tra un pò ci racconta che se li è presi tutti in braccio e li ha portati in vetta!". E' normale che qualcuno si sia sentito offeso se lo chiami "povero" e se racconti che lo hai legato ad una corda e te lo sei tirato dietro mentre "il povero" ansimava.

Se da un certo punto di vista approvo i tuoi richiami, dall'altro permettimi, visto che ami chi ti parla in modo diretto, di dirti che esageri un pò. Quasi mi deridi per essermi bloccato davanti ad una staccionata o perchè mi sono insospettito sentendo dei passi, poi però mi richiami sulla mia leggerezza nell'affrontare un'escursione da solo. Vorrei ricordarti che non ero nel Wyoming ma alla certosa di Trisulti e in caso di difficoltà una chiamata col cellulare, oggi risolve tutto. Diverso il discorso sul Murolungo, lì posso darti ragione, neve, ghiaccio, posto molto più isolato. Per non parlare poi del ruzzolone del nostro amico e delle spiacevoli conseguenze. D'altra parte era un'escursione EEA e pertanto per farla si doveva essere, come hai giustamente sottolineato, adeguatamente preparati fisicamente e con le attrezzature giuste. Però la prossima volta sii meno severo con i tuoi compagni e un pò più modesto nell'esporre le tue qualità che qui comunque tutti ti riconosciamo.

Spero che questo mio messaggio non ti abbia offeso, e mi auguro sinceramente di affrontare qualche bella escursione insieme.
 
Ultima modifica:
Hai perfettamente ragione ti comprendo perfettamente.......vi comprendo perfettamente.......purtroppo è da poco che mi interfaccio per così dire in attività tipo la montagna con persone che non indossano un'uniforme........ e devo riconoscere che non è facile..... capisco mia moglie che prima veniva con me........ed ora ci pensa due volte.....infatti non so se proporrò più qualcosa al limite mi aggrego ma lì sai non la sento più mia la responsabilità.......le precedenti proposte le ho vissute come quando stavo al reparto che quando svolgevi una qualsiasi attività se qualcosa andava storto eri tu in prima persona a risponderne...... infatti domani me ne vado con un mio amico....... un saluto
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto