Andare a vivere nel bosco

Eh lo so... Per il tornio devo valutare bene. Per adesso il mio amico ne avrebbe uno da potermi dare, piuttosto contenuto, anche se non so ne dimensioni ne consumi. Tieni comunque presente che vivo da solo, per cui se sono in casa il tornio sarà spento, come se sono a lavorare al tornio sarà spento tutto il resto. Comunque per il fotovoltaico io avevo previsto un 5000 euro. Avendo fatto tutti i calcoli per eccedenza comunque anche nel caso andassi a spendere qualcosa in più dovrei essere coperto ^^
Ciao JackLenticchia, per quanto riguarda il tornio hai preso in considerazione l'idea di costruirtene uno in legno? cerca su google foot powered wood lathe o pole wood lathe per farti un'idea, costo d'esercizio pari a zero e ti eviti la spesa di un impianto elettrico così costoso.
buona fortuna
 

Ciao JackLenticchia, per quanto riguarda il tornio hai preso in considerazione l'idea di costruirtene uno in legno? cerca su google foot powered wood lathe o pole wood lathe per farti un'idea, costo d'esercizio pari a zero e ti eviti la spesa di un impianto elettrico così costoso.
buona fortuna
Beh, il tornio già ci sarebbe. Si tratta solo di capire i consumi per l'impianto. Considera che anche se togliessi il consumo del tornio resterebbe comunque un consumo piuttosto elevato. Se fosse possibile a sto punto preferisco aggiungere un pannello in più piuttosto che dovermi ricostruire un tornio :p
 
Beh, il tornio già ci sarebbe. Si tratta solo di capire i consumi per l'impianto. Considera che anche se togliessi il consumo del tornio resterebbe comunque un consumo piuttosto elevato. Se fosse possibile a sto punto preferisco aggiungere un pannello in più piuttosto che dovermi ricostruire un tornio :p
Se non sbaglio con un condenstore si dovrebbe riuscire a convertire il toynio a monofase ma ovviamente riduci la potenza...Magari è già impostato per la tensione domestica invece
 
Iniziano i lavori! Sto mettendo via i soldi per comprare una casa mobile, nel frattempo abbiamo pareggiato il terreno dove metterò la casetta e abbiamo preparato la terra per fare l'orto. Contavo di riuscire a trasferirmi là ad aprile, ma dubito di riuscirci. Purtroppo mettendo la casa in legno non eravamo in regola, quindi abbiamo optato per la casa mobile, che però costa molto di più. La prossima spesa però invece della casa sarà una serra fissa, in questo modo se non altro riuscirò a sostenermi una volta che mi sarò trasferito. A breve dovrei prendere un cane (cucciolo meticcio incrociato con un lupo cecoslovacco) che con calma lo addestrerò per la difesa (mia e del futuro gregge di capre). Intanto mi sono preso un po' di robetta per farmi un orto in casa, che poi trapianterò in orto appena le temperature lo permetteranno (pomodori, cipolle, basilico, prezzemolo, melanzane e peperoni). Fortunatamente gli assistenti sociali stanno iniziando a darmi una mano (mi si è attivata per il momento la mensa sociale e i pacchi alimentari, mentre a breve dovrebbero partire anche aiuti economici, il riallaccio delle utenze e un sostegno legale per la mia situazione). Vi lascio intanto la foto dell'orto e speriamo bene ^^
IMG-20190118-WA0002.jpeg
 
Salve a tutti, ho 42 anni e mi trovo, dopo un investimento sbagliato, in una situazione piuttosto critica. Sono già 3 mesi che vivo in casa senza luce e senza gas, e tra poco mi toglieranno pure l'acqua, e a breve perderò pure la casa. Con l'investimento che ho fatto non solo ho perso tutti i miei averi ma ho un casino di debiti che non mi basterebbe una vita di lavoro per estinguerli. Dato che non riesco a trovare lavoro e vista la situazione (e anche perché da una parte mi sono rotto le b***e di questa società) ho deciso di andare a vivere in mezzo al bosco. Per adesso è solo un idea ma mi sto organizzando. Settimana prossima dovrei andare a fare un sopralluogo a un rudere (ex stazione ferroviaria in abbandono) per vedere innanzitutto se la struttura può essere abitabile, e se c'è una sorgente di acqua nelle vicinanze. La mia idea sarebbe di tirare avanti quest'inverno come meglio posso e la primavera prossima iniziare a farmi un orto, in modo tale da potermi sostenere e poter vendere gli ortaggi in eccesso. Sono anche un cercatore di funghi, inoltre nel bosco dovrebbe esserci anche un castagneto, quindi la mia intenzione sarebbe di vivere di raccolta. Vorrei però qualche consiglio più che altro per la sistemazione. Inizialmente l'idea sarebbe di vivere in tenda mentre sistemerei il rudere... Quello che mi preoccupa maggiormente è il fatto di non aver corrente... A me basterebbe giusto per poter ricaricare il cellulare (giusto per mantenere un po'i contatti e per consultare internet quando ne ho bisogno) e per una luce per la notte. Stavo pensando a un generatore di corrente a pannelli fotovoltaici con accumulatore, ma se avete idee migliori (soprattutto più economiche) sono ben accette. Se avete anche altre dritte che non riguardino solo l'elettricità sono tutt'orecchie. Grazie a tutti, vi terrò comunque aggiornati sulla situazione ^^
Ciao
una cosa che potrebbe dare una svolta alla tua vita e aiutarti molto è iscriverti al Wwoof, brevemente, io sono iscritto da anni, come funziona: è un associazione mondiale ma ogni paese a la sua sede, in pratica mette in contatto le persone con piccole aziende, gruppi autosufficenti, realtà varie che si occupano di agricoltura, apicultura, allevamento biologico, ti danno vitto e alloggio in cambio di una mano senza orari o restrizioni ogni situazione è poi diversa ti metti tu d'accordo con loro, impari molto sull'autosussistenza è uno degli scopi, ci sono piu di 800 Host (è cosi che vengono chiamati) in tutta italia. Ho conosciuto diverse persone nei miei viaggi nella tua situazione che hanno trovato sistemazioni ottime, è una vera rete una volta che conosci un po ti si aprono tante opportunità di ogni genere, conosco woofer (viaggiatori) che lo fanno come stile di vita non hanno un soldo e vivono meglio della maggior parte di noi...cerca in rete e informati :si:
 
su, su! Sorridi, una volta arrivati in fondo si può solo risalire no? Ora niente malinconie che l'inverno non dura per sempre e la primavera è in arrivo! ^_^
Vabbè sono comunque piuttosto ottimista... Quest'estate ho avuto modo di farmi un po' di agganci (gente che mi può insegnare a tenere gli animali, una botanica che mi può insegnare a curarmi con le piante, un apicoltore e molta altra gente che mi può aiutare in questo progetto). Il posto è enorme (non è esattamente quello che desideravo all'inizio ma alla fine ci si sta). Ho un orto grandissimo dove non vedo l'ora di poterci mettere le mani, un frutteto piuttosto vario, serre per far crescere qualsiasi cosa, galline e capre per le uova e il latte, più un officina, una forgia e un tornio :D dovrei essere con le spalle ben coperte :p anche se il progetto iniziale era di isolarmi da tutto e da tutti andando a stare in mezzo al bosco, mentre qui sono a 500 metri da un abitazione però ho comunque un buon compromesso. Alla fine la casa in questione è del mio amico, che mi può anche aiutare in caso di bisogno. Invece di stare in mezzo al bosco sarei a fianco di un boschetto (piccolo) ma avrei comunque la mia libertà. Stacce :3
 
cerca di essere ottimista e di andare avanti.il pensiero positivo è la migliore medicina.

E sopratutto non metterti in condizioni che il solito cittadino,invidioso,vendicativo,odioso (e ancora qualcosa? Perchè no) possa ostacolarti . Quindi non fare ercate e non vedo perchè non possa andare tutto per il verso giusto.
 
L'orto può sembrare grande, ma poi se cominci a diversificare le coltivazioni e fare una rotazione corretta delle colture poi diventa piccolo :).
Comunque ha ragione @busdriver, pensa positivamente a quello che puoi fare/ottenere e vedrai che ci sarà sempre qualcosa di buono anche per te.
 
Rieccomi e purtroppo i miei timori si sono rivelati esatti. Ieri parlando con il mio amico è saltato fuori che sì, lui mi offrirebbe pure il posto dove stare. Ma alle sue condizioni... Vuole fare una pista da cross a 200 metri da dove avrei la casa io, vuole piazzare rovi e porcaio vario quasi davanti all'orto e mi ha fatto capire che sarei comunque soggetto a vivere nel suo terreno alle sue condizioni. Il che per me significa avere le mani legate anche solo per piantare un palo, stravolgendo tutti i piani che mi sono fatto finora. Quello che più mi preoccupa è che non ho altri posti dove andare : l'idea originale era quella di occupare un rudere in mezzo al nulla , risistemarlo, farci un orto per sostenermi e al limite metterci qualche animale. Essendo già febbraio non ho più molto tempo per organizzarmi, soprattutto dal momento che non ho neanche idea di dove andare, e anche se lo trovassi adesso sarebbe un problema grosso riuscire a sostenermi per il prossimo inverno: non ho legna, non ho un terreno pronto per coltivare, non ho attrezzature né niente. Anche se molto probabilmente dovrò rimandare il mio progetto al prossimo anno io non demordo. Mi sto informando su qualche possibile posto dove andare, intanto sto cercando di studiare più cose utili possibili, sto cercando di recuperare più attrezzi utili possibili... Insomma, sto facendo di tutto perché la cosa possa andare avanti. Vabbè... Chi vivrà vedrà...
 
...quando si dice che le persone predicano sempre belle parole, altruistiche, buoniste, conviviali... ma solo finché non si toccano i loro vizi, le loro comodità, le loro superficialità e sicurezze...". Gran bell'amico, ahah

Io dico sempre che l'unica amicizia vera é quella che si ha con stessi!!
Di conseguenza impegnarsi ad essere indipendenti, autonomi da tutti é la soluzione migliore per non ritrovarsi in determinati guai.

Detto ciò, tra non molto si risveglia comunque gran parte della natura, quindi problemi alimentari... se ti stai preparando a quel genere di vita, non dovresti averne. Anzi...
Per il riparo, la legna, ecc... qualche soluzione la si trova... é la parte più semplice, se in casi estremi sei disposto ad adattarti senza pretese specifiche.

Auguri e buona fortuna ;) Ma non preoccuparti... se sei una persona intraprendente su certe cose, vedrai che le necessità non di faranno soccobere ai problemi, ma ti faranno trovare le soluzioni.
 
...quando si dice che le persone predicano sempre belle parole, altruistiche, buoniste, conviviali... ma solo finché non si toccano i loro vizi, le loro comodità, le loro superficialità e sicurezze...". Gran bell'amico, ahah

Io dico sempre che l'unica amicizia vera é quella che si ha con stessi!!
Di conseguenza impegnarsi ad essere indipendenti, autonomi da tutti é la soluzione migliore per non ritrovarsi in determinati guai.

Detto ciò, tra non molto si risveglia comunque gran parte della natura, quindi problemi alimentari... se ti stai preparando a quel genere di vita, non dovresti averne. Anzi...
Per il riparo, la legna, ecc... qualche soluzione la si trova... é la parte più semplice, se in casi estremi sei disposto ad adattarti senza pretese specifiche.

Auguri e buona fortuna ;) Ma non preoccuparti... se sei una persona intraprendente su certe cose, vedrai che le necessità non di faranno soccobere ai problemi, ma ti faranno trovare le soluzioni.
Il problema grosso è che non avendo neanche idea di dove andare non ho tempo per organizzarmi. Andare adesso anche solo in perlustrazione è da pazzi... Qui il tempo non è dei migliori, se tutto va bene dovrei aspettare ancora un mese se non anche 2, il che significa ritrovarmi questa primavera allo sbaraglio. Ok che voglio andar via da qui, ok che voglio vivere senza tutte le comodità, ma temo che andando adesso in un posto sperduto non riuscirei a fare tutto quello che mi servirebbe per vivere. Ok, primavera e estate camperei tranquillamente anche se non coltivassi niente, ma poi il prossimo inverno? Avrei da fare i conti con il freddo e la fame (senza contare gli altri disagi che sarebbero pure il meno). Conta che al momento non ho neanche una pala un piccone o un martello e sono in una situazione dove non ho soldi manco per comprare un chiodo. Quello che più mi fa rabbia è che per quel cazzo di orto ho già speso soldi, perso tempo e energie per nulla, e il mio amico manco riesce a capire le mie motivazioni. Per lui sono un idiota perchè rinuncio ad avere un posto "tranquillo" solo perché lui vuole fare la pista da cross e perché non voglio i rovi. Giuro mi sono stamani mi sono svegliato che ho aggiunto non so quanti santi al calendario e il mood di oggi è rimasto quello. Incazzato, esasperato, deluso, avvilito, sconcertato... Ho tanta di quella rabbia addosso che non riesco neanche a pensare lucidamente, ed è una cosa che fa salire ancora di più la rabbia. Resta il fatto che non mi fermo nemmeno se mi ammazzano
 
Capisco,
ovviamente sei l'unico a sapere esattamente che genere di situazioni intendi raggiungere, che vorresti raggiungere. Io espongo ciò che farei io, per esperienza che ho fatto, ma riesco a vedermi con occhi estranei e forse i miei approcci sono molto, troppo, minimali ed essenziali ;) Il che mi fà vedere ovviamente le cose più semplici e pratiche.

Se hai la possibilità di prendere tempo, come dicevi uno o più mesi, e per come vuoi gestirla sai che per te é meglio attendere... é giusto che tu segua il tuo sistema ;)

Il problema é che volendo comunque avere a che fare con altre persone o qualcosa di proprietà di altri... di compromessi e situazioni del caxxo ce ne saranno sempre. Come ti dicevo le persone sono belle e buone nelle parole, perché fà "scena positiva" esporre quel genere di ideologie... ma poi di fatto spesso si absa tutto sull'ipocrisia degli stessi, i quali non sono disposti a rinunciare a qualcosa per aiutare gli altri... se quel qualcosa raffigura concretamente una rinuncia a qualcosa.

Insomma... finché hai il tempo di farti determinate domande nell'attesa di prendere una scelta, valutare altre opzioni o aspettare momenti per te più propizi... dai, non sei ancora in una posizione drammatica.

FORZA E CORAGGIO
 
Jack ho in prospettiva di andare a vivere in montagna, in un rudere da sistemare, senza orto e animali, vivendo di piccoli lavoretti (intaglio legno e varie).
L'economia di sussistenza legata ad orto e animali è dura da avviare e da mandare avanti, se ti piace il posto dove stai cerca di accettare dei compromessi, è buona la prospettiva di trovare un altro posto ed essere autonomo nel gestirti.
I miei migliori auguri per i tuo progetto di vita ;)
 
Jack ho in prospettiva di andare a vivere in montagna, in un rudere da sistemare, senza orto e animali, vivendo di piccoli lavoretti (intaglio legno e varie).
L'economia di sussistenza legata ad orto e animali è dura da avviare e da mandare avanti, se ti piace il posto dove stai cerca di accettare dei compromessi, è buona la prospettiva di trovare un altro posto ed essere autonomo nel gestirti.
I miei migliori auguri per i tuo progetto di vita ;)
So che è dura, ma se voglio stare lontano dalla società è anche l'unico modo per autosostenermi. Che poi comunque è una cosa che mi piace pure... I compromessi è logico che ci siano, ma fare compromessi su una cosa che è già un compromesso inizia a non essere più ciò che cerco. Principalmente due sono i motivi per cui me ne voglio andare... Non avere gente attorno e vivere (con il massimo del rispetto chiaramente) facendomi i cavoli miei. Ho ceduto al primo compromesso, accettando di vivere in un pezzo di terra vicino alle case, che già per me non è il massimo però amen. Ci si adatta. Ma se a questo compromesso ci si aggiunge anche che non posso fare gli affari miei dovendomi sorbire pure pista da cross, maialaio davanti all'orto (domani? Gli verrà un altra idea?) a questo punto posso restare dove sono. Sono comunque più libero nella situazione rovinosa in cui mi trovo piuttosto che andare là ed avere tutti i confort
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto