Escursione Anello al Lago Santo Modenese (L. Turchino, L. Torbido, M. Rondinaio, M. Giovo, L.Santo)

Parchi dell'Emilia-Romagna
Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Data: 15 ottobre 2017
Regione e provincia: Modena
Località di partenza: lago santo
Località di arrivo: lago santo
Tempo di percorrenza: 6 hr 30 min (comprese brevi soste)
Chilometri: 10,5/11
Grado di difficoltà:
Descrizione delle difficoltà: EE
Periodo consigliato: da primavera a fine autunno
Segnaletica: presente
Dislivello in salita: circa 650 mt
Dislivello in discesa: circa 650 mt
Quota massima: 1991 mt

Descrizione

Ciao a tutti,
Più che condividere il giro, vorrei condividere le foto, che oggi, grazie al meteo, e all'orario (soprattutto quelle fatte tra Alba e ore 9) hanno un qualcosa di magico.

Il percorso inizia dal Lago Santo modenese, dove ci si immerge subito in un bosco ancora nel buio, CAI 519, direzione Lago Baccio, dopo 10 minuti, si prende una diramazione a sx, in direzione del lago turchino, CAI 519-517, si prosegue attraverso un bosco, bellissimo alle prime ore dell'alba, uscendo dal bosco il sentiero si divide, è sempre il 517, ma a sx passiamo in mezzo al bosco e saliamo pian piano, a dx abbiamo la Sassaia che ci fa guadagnare del tempo, andiamo a dx, passiamo la Sassaia, entriamo ed usciamo da un bosco, ed eccoci al lago turchino... Al lago la temperatura è bassa, 4 gradi segna il termometro fuori da un rifugio privato alle ore 8.00, brina sull'erba, e tre tende piantate in mezzo a quel quadretto, che sinceramente ho invidiato parecchio... Brevemente facciamo colazione, e partiamo, arriviamo al lago torbido in 10 minuti circa, dopo di che saliamo finalmente sul sentiero CAI 00 (la mia prima volta su questo sentiero, il sentiero lungo 500 km, che attraversa Emilia-romagna, Toscana, Marche) ...
Rimaniamo a bocca aperta non per il sentiero, ma per la vista, ore 8.30/9 circa, il sole, zero nuvole, la Toscana davanti a noi... Bello bello bello...
Qui iniziamo a salire, una salita tosta, che ci porta al Monte Rondinaio, 1964 mt, un paio di foto e via, si scende, arriviamo al bivio tra Lago Baccio e monte giovo, ore 10.00, siamo già stanchi per via Delle pochissime soste, qui prendiamo la decisione di continuare sul sentiero 00, e di non scendere, quindi inizia una serie di salite in verticale, e di discese su sentieri, con anche un passaggio molto esposto, dove si sale 10 mt in verticale, grazie ad una catena e ad un filo di ferro, a mio parere, un passaggio non difficilissimo, ma da fare con la testa..
..queste salite a mò quasi di scalata, e di discese, ci devastano, arriviamo finalmente al monte giovo, 1991mt, siamo stanchi, sono le 12.00, avevamo organizzato per andare a mangiare giù al rifugio accanto al lago...
Ripartiamo, stanchi, quasi barcollano, non siamo allenati, questo lo si percepisce e lo si sente, abbiamo chiesto forse un po' troppo al bar fisico oggi, più che altro, abbiamo fatto tutto in poco tempo.. parte una discesa, spacca ginocchia, che sembra non finire mai, ma mai.. finalmente dopo 1 ora circa, siamo seduti al tavolo, al primo rifugio trovato, il Giovo... Che mi è piaciuto un sacco, ci ritornerò..

A voi un po' di foto..
Alla prossima
20171015_072341.jpg
20171015_072402.jpg

20171015_072341.jpg
20171015_072402.jpg
20171015_080643.jpg
IMG-20171015-WA0070.jpg
IMG-20171015-WA0069.jpg
IMG-20171015-WA0060.jpg
IMG-20171015-WA0064.jpg
IMG-20171015-WA0061.jpg
IMG-20171015-WA0019.jpg
20171015_084000.jpg
20171015_084632.jpg
20171015_085335.jpg
20171015_085936.jpg
20171015_085939.jpg
IMG-20171015-WA0086.jpg
IMG-20171015-WA0053.jpg
IMG-20171015-WA0037.jpg
IMG-20171015-WA0055.jpg
IMG-20171015-WA0058.jpg
IMG-20171015-WA0086.jpg
IMG-20171015-WA0044.jpg
20171015_094254.jpg
20171015_101415.jpg
20171015_104606.jpg
20171015_105612.jpg
20171015_105618.jpg
20171015_111946.jpg
20171015_111942.jpg
20171015_115901.jpg
 
Parti da fare attrezzate non ce ne sono...
Ma c'è un passaggio sul m.giovo dove si è esposti parecchio e si sale in verticale attaccati ad una fune di acciaio in direzione rondinaio-giovo.. quel passaggio lì è molto esposto e si rischia non poco.. si può aggirare tranquillamente evitandolo se uno soffre di vertigini..
 
Parti da fare attrezzate non ce ne sono...
Ma c'è un passaggio sul m.giovo dove si è esposti parecchio e si sale in verticale attaccati ad una fune di acciaio in direzione rondinaio-giovo.. quel passaggio lì è molto esposto e si rischia non poco.. si può aggirare tranquillamente evitandolo se uno soffre di vertigini..
Aggiungo che quei 3 metri non vanno sottovalutati. Più volte qualcuno è crepato perchè è scivolato di sotto.
 
Aggiungo che quei 3 metri non vanno sottovalutati. Più volte qualcuno è crepato perchè è scivolato di sotto.
Assolutaemnte vero, lo abbiamo fatto con 2 amici a Giugno e non avevamo mai fatto passaggi esposti con fune, sinceramente dopo molte indecisioni lo abbiamo fatto ma è stato un rischio che non rifarei.

Suggerisco di farlo solo con attrezzatura adeguata anche se solo pochi metri sei completamente esposto.

Tra l'altro noi arrivati lì non abbiamo trovato soluzioni alternative
 
Assolutaemnte vero, lo abbiamo fatto con 2 amici a Giugno e non avevamo mai fatto passaggi esposti con fune, sinceramente dopo molte indecisioni lo abbiamo fatto ma è stato un rischio che non rifarei.

Suggerisco di farlo solo con attrezzatura adeguata anche se solo pochi metri sei completamente esposto.
Anche perché se ci rimani per aver fatto quei 3 metri è giusto che una volta morto ti dicano che sei proprio un cretino
 


Alto Basso