Ciaspole Anello Campo dell'Osso - monte Autore con racchette da neve

#21
Grazie Fabrizio per la relazione e le splendide foto! Il giro svolto è stato spettacolare, direi perfetto in tutto e sicuramente da rifare.
Percorso ciaspolatorio lungo il giusto e perfetto come struttura e scenari al punto che sembra costruito a tavolino (potrebbero ricostruirlo negli Emirati Arabi di fianco alle piste da sci artificiali come prototipo di ciaspolata:biggrin:)
Inizia con un paio di saliscendi nel bosco, giusto per entrare in temperatura una volta scesi dalla macchina. Prosegue poi con una costante e dolce planata fino alla classica quota di fondovalle simbruino (1450m circa, vado a naso), per permettere al ciaspolatore di godere senza fatica della bellezza della faggeta innevata, intervallata di tanto in tanto di luminose e aperte radure, in un'alternanza chiuso/aperto che rende il percorso mai monotono (unico rischio di queste escursioni).
Proprio al momento giusto arriva la salita, mai ripida, fino alla frequentata sella Le vedute. Qui il bosco chiuso lascia di colpo la scena al panorama, alla luce e al vento, elementi che ci accompagneranno per la breve cresta, sintesi dell'escursione così sospesa tra bosco e valle, e poi in cima al Monte Autore, da cui si scorge praticamente tutto l'Appennino centrale e un fazzoletto di Mar Tirreno.
Il ritorno dura 1/4 dell'andata e si svolge per buona parte in una specie di navata neogotica formata da fronde innevate che si protendono sul sentiero fino a chiudere la vista del cielo.

L'aspetto umano della gita non lo tratto, tanto gira che ti rigira siamo sempre gli stessi:p


Dove sta l'aspetto sorprendente ? Sta nel fatto che, se solo uno consulta il web, per correre la mezza maratona già in meno di 1'40" (e a maggior ragione in meno di 1'30" e di 1'20") vengono proposte tabelle su tabelle a suon di 5-6 allenamenti settimanali chiarendo che se non si ha tempo, voglia e possibilità di farli sarebbe inutile illudersi;
Tu fai la mezza maratona in 1h e 40 senza allenarti perchè ti cibi di gallette e sei magro come un chiodo, grazie ar ca... Alle gare dovrebbero dividere le persone non per fasce di età ma per attitudine alla forchetta:p
 

#22
L'aspetto umano della gita non lo tratto, tanto gira che ti rigira siamo sempre gli stessi:p


Tu fai la mezza maratona in 1h e 40 senza allenarti perchè ti cibi di gallette e sei magro come un chiodo, grazie ar ca... Alle gare dovrebbero dividere le persone non per fasce di età ma per attitudine alla forchetta:p
Scusa, ma allora dàtti al pugilato, visto che lì appunto le categorie vanno per peso … ; ma che cacchio stai a dì ? :p
Là dove il peso può davvero rappresentare un handicap o un vantaggio se ne tiene conto eccome (vedi appunto il pugilato), se altrove non lo si fa è perché le differenze le fanno altri parametri, in primis l'età (-20% ogni dieci anni). Per il peso le compensazioni già ci sono, perchè la maggior leggerezza viene appunto compensata da una minore energia : sia a livello muscolare (inferiore) sia come riserve (inferiori anche quelle). Esattamente come una Panda va più piano, ha un serbatoio più piccolo di una fuoriserie (e l'hai sperimentato), le gomme più piccole, ecc. PUR essendo molto più leggera… : altrimenti secondo il tuo criterio sulla strada dovrebbe sbaragliare tutti. :biggrin:
Poi nel mio caso specifico di celiaco non parliamo neppure dell'elenco aggiuntivo di carenze e scompensi...un papiro, che mi rende come una ipotetica macchina ad energia solare : letteralmente da un giorno all'altro, una chiavica (come sentirsi 80 anni) o un razzo (come sentirsene 30) a seconda che piova o splenda il sole. Infatti lo dico sempre che percepisco la mia età come la media del pollo di Trilussa :D

La dimostrazione di quanto sopra, che ti sconfessa, sta nel fatto che con quasi 3 kg. in più ho limato 3 minuti in meno, passando dal precedente 1h30' a 1h27' , a parità di tutte le altre condizioni (sia quelle in positivo : giornata di grazia ; e sia in negativo : sempre senza allenamento).
Ma com'è ?

Poi puoi pure dissentire da tutto ciò che ho scritto, ma io rispondo sempre alla stessa maniera verso chiunque : se davvero ho vantaggi dalla mia, vorresti fare a cambio ? E lì casca l'asino.:p

Percorso ciaspolatorio lungo il giusto e perfetto come struttura e scenari al punto che sembra costruito a tavolino (potrebbero ricostruirlo negli Emirati Arabi di fianco alle piste da sci artificiali come prototipo di ciaspolata:biggrin:)
Hai trovato le parole perfette che non mi venivano in mente : è esattamente così !
Anzi, semmai aggiungo che sempre "a tavolino" è stata persino studiato il percorso doppio e divaricato : quello per i ciaspolatori fagottari della domenica (altrimenti detti rompic…:lol:), e quello alternativo per chi se ne vuol stare in santa pace ;) Quindi direi un progetto d'Autore !

L'aspetto umano della gita non lo tratto, tanto gira che ti rigira siamo sempre gli stessi:p
Beh, almeno questa volta non mi pare proprio, anzi !!! :biggrin:
A proposito, dovrò trovare il modo di far avere la bottiglia anche a te, sono arrivato a sentirmi persino in colpa di non avertela "girata" tenendola io da astemio, ma ovviamente l'ho presa solo perché era un bel ricordo da tenere come tale. A quest'ora sarebbe stata già scolata...
Magari se vado ad Amatrice vedrò di farmene portare una, e poi dopo pochi giorni te la porto al matrimonio.
 
#23
Vorrei rispondere a più di un intervento, ma mi vedo costretto a farlo uno alla volta, sia per limiti oggettivi di tempo disponibile sia perchè verrebbe altrimenti fuori un post enciclopedico e fatalmente troppo disomogeneo.
E dunque comincio, per ora, da Montinvisibili.
Sintetizzo la tua argomentata risposta in pochi punti.
Innanzitutto concordo pienamente con te sul potere della mente sul fisico. Il desiderio, la voglia, la motivazione riescono dove purtroppo il corpo inizia a evidenziare dei cedimenti. Molto può la pigrizia, per questo cerco di non cedere mai a questa se prima non mi sono ben bene stancato.
Per il Mancio, come forse saprai anche io sono stato più volte accalappiato. Data la comune appartenenza al Club2000m, l'ho appellato come collezionista di personalità oltre che di vette.
In ultimo, mi addolora ;) che mi consideriate un pericoloso pervertito che dopo un'appagante escursione non vede l'ora di andare a ficcarsi in una festicciola di bimbi, in una cena con tanto di cravatta, in una pizzeria assordante (come ieri sera dopo una giratina sulla Magnola). La realtà è che tengo famiglia ed è raro che non debba pagare le ore di licenza con qualche attività sociale. Mi è capitato anche (è meglio che le righe che seguono non siano lette da persone particolarmente sensibili) di dover andare, dopo un'escursione... da IKEA!:wall::help::cry:
005 Valle Ianara.jpg
 
#24
Sintetizzo la tua argomentata risposta in pochi punti.
Innanzitutto concordo pienamente con te sul potere della mente sul fisico. Il desiderio, la voglia, la motivazione riescono dove purtroppo il corpo inizia a evidenziare dei cedimenti. Molto può la pigrizia, per questo cerco di non cedere mai a questa se prima non mi sono ben bene stancato.
Per il Mancio, come forse saprai anche io sono stato più volte accalappiato. Data la comune appartenenza al Club2000m, l'ho appellato come collezionista di personalità oltre che di vette.
In ultimo, mi addolora ;) che mi consideriate un pericoloso pervertito che dopo un'appagante escursione non vede l'ora di andare a ficcarsi in una festicciola di bimbi, in una cena con tanto di cravatta, in una pizzeria assordante (come ieri sera dopo una giratina sulla Magnola). La realtà è che tengo famiglia ed è raro che non debba pagare le ore di licenza con qualche attività sociale. Mi è capitato anche (è meglio che le righe che seguono non siano lette da persone particolarmente sensibili) di dover andare, dopo un'escursione... da IKEA!:wall::help::cry:
Vedi l'allegato 183838
Ah, vabbè, se si tratta di un pedaggio con cui ci si deve far perdonare il... "piedaggio" :D , è un altro discorso. Sei perdonato :)

Ammettiamo però che per chi non ha da dover rendere conto a nessuno con questi "tributi", è masochismo puro.
Però vedi, io ho sempre pensato che nella vita sia questione di scelte chiare : se io son single, è esattamente PROPRIO perché non ho mai concepito (e quindi SAPEVO che non sarei mai riuscito ad aver la forza di sopportare) una vita costellata da questa specie di sistematici baratti, do ut des.

Sono pure consapevole che per altri versi pagherò pegno con i risvolti collaterali di ciò, cioè magari a 80 anni mi ritroverò una badante anzichè accudito da una moglie o dai figli.
Però, a parte già il fatto beffardo che spesso la moglie anch'essa anziana non potrebbe comunque fare da badante, e che anche i figli spesso affidano comunque i genitori alla badante medesima o alla casa di riposo, quand'anche non fosse così il pegno non supererà mai il pentimento "cumulato" che sarebbe derivato dall'aver deciso diversamente (cioè le millemila IKEA, festicciole, cene in cravatta vissute come un cappio al collo).

Ciao.
 
Ultima modifica:
#25
Bellissime foto.
Ho fatto questo identico giro pochi giorni fa, evitando appositamente il weekend, ma il meteo non era un granché e il paesaggio e la resa fotografica totalmente differenti. Questo per dire che vale la pena riproporre e ripubblicare cose già viste e rifatte.
Tanto per rimanere in tema dei tempi che furono di questo forum, anche se sono sempre stato un po' anarchico e asociale ho partecipato una volta ad un raduno e mi rimarrà per sempre in memoria il soprannome dato dal buon Livio (@velinosirente) ad Andrea (@Henry Thoreau ), che vedo continua a meritarselo: 'Henry il Sintetico'
... con simpatia, si scherza:):si:
 
#26
Bellissime foto.
Ho fatto questo identico giro pochi giorni fa, evitando appositamente il weekend, ma il meteo non era un granché e il paesaggio e la resa fotografica totalmente differenti. Questo per dire che vale la pena riproporre e ripubblicare cose già viste e rifatte.
Tanto per rimanere in tema dei tempi che furono di questo forum, anche se sono sempre stato un po' anarchico e asociale ho partecipato una volta ad un raduno e mi rimarrà per sempre in memoria il soprannome dato dal buon Livio (@velinosirente) ad Andrea (@Henry Thoreau ), che vedo continua a meritarselo: 'Henry il Sintetico'
... con simpatia, si scherza:):si:
Si si, "Andrea il sintetico" ormai gli resterà appiccicato addosso per sempre. A proposito, sembra una coincidenza ma quando eravamo in macchina al ritorno, ho ricordato tale soprannome al gruppo in quanto se n'era presentata l'occasione.
Grazie per l'apprezzamento. Ciao.
 

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto