Nautica Anello Dervio-Rezzonico-Menaggio-Varenna (kayak)

Regione e provincia: Lombardia – Lecco e Como

Tempo di percorrenza: 6 ore (compresa sosta per il pranzo di circa 1 ora)

Chilometri: 21 (11nm)

Grado di difficoltà: Necessario un minimo di esperienza e tutta la dotazione di sicuretta (PFD, paraspruzzi, pagaia di scorta, paddle float, pompa di sentina e sacchi di punta se il kayak non ha gavoni)

Descrizione delle difficoltà: Il Lario è un lago che può mettere in difficoltà, non sono rari venti anche forti che rendono difficoltosa la navigazione. Le onde sono spesso corte e quindi con la tendenza ad intraversare il kayak anche se basse. Il lago è molto trafficato sia da navi di linea battelli/aliscafi/catamarani (prestare attenzione specie a questi numeri) sia da diportisti. Non manca anche il trafficato sportivo sia a remo/pagaia che a vela ma questi ultimi raramente costituiscono un pericolo per il kayaker.
Traffico generalmente intenso in questa zona in medio/alta stagione; nettamente diminuito nei mesi più freddi.
Occhio al meteo anche perchè la traversata più lunga (ben 1,8nm) è sulla via del ritorno quindi parecchie ore dopo l’imbarco.

Su tutto il percorso comunque non sono rari i punti in cui è possibile sbarcare per sgranchirsi le gambe, fare uno spuntino o per motivi di sicurezza. anche se d’estate il sabato e la domenica le spiagge (tutte molto piccole) sono tendenzialmente affollate e può diventar difficile - se non impossibile- trovare posto anche per un piccolo gruppo. Per 1 o 2 canoe tendenzialmente non ci sono problemi.

Periodo consigliato: Sconsigliato d'estate per il traffico intenso durante le traversate.
Meglio in inverno, autunno inoltrato o primi periodi di primavera con dotazioni invernali (l’acqua in inverno/primavera è molto fredda).

Punti d'imbarco: Per questo itinerario si possono scegliere parecchi punti comodi a Dervio. Parcheggio vicino all’acqua non è raro, gratuito fuori stagione a pagamento il resto dell’anno.

Descrizione: Un itinerario ad anello che inizia con una traversata, meno di un miglio, avendo come punto di mira il castello di Santa Maria Rezzonico. Da li si costeggia in direzione sud lungo la sponda comasca. Questo tratto è molto antropizzato e non ci sono problemi per trovare uno sbarco per una pausa. Dopo circa 2-3nm si passa sotto a Villa La Gaeta, maggior punto di interesse di questo tratto. Continuando verso sud si raggiunge la punta di Menaggio, luogo dove è più breve la traversata su Varenna (che sono comunque poco meno di 2nm).
L’arrivo su Varenna offre una vista molto caratteristica.
Si costeggia verso Nord per tornare al punto di partenza, passando per il centro abitato di Bellano.

Foto: sul mio blog a questa pagina http://kayakerdestrepa.blogspot.com/2020/02/cimento-invernale-2020.html
 

Discussioni simili



Alto Basso