Escursione Anello di Malghe da Croce di Salven

Dati

Data: 07/07/2020
Regione e provincia: Lombardia - Brescia
Località di partenza: Croce di Salven - Borno (Bs)
Località di arrivo: Idem
Tempo di percorrenza: 4 ore (pause comprese con un bimbo di 5 anni)
Chilometri: 10 circa
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: la discesa da malga Corvino sul sentiero n°5 richiede attenzione
Periodo consigliato: estate
Segnaletica: abbondante, ma prestare attenzione in discesa sul 5
Dislivello in salita: circa 400m
Dislivello in discesa: idem
Quota massima: 1500m
Accesso stradale: dalla SP5 in località Croce di Salven a Borno (Bs)

Descrizione

Un percorso suggestivo, una salita non impegnativa, che può essere impiegata anche per la discesa, volendo. Da Croce di Salven si percorre la Valsorda aggirando il monte Tauggine. Splendidi gli scorci sulla valle e sulla Presolana. Scorpacciate di fragoline di bosco assicurate. Dopo meno di un'ora di cammino agevole su una carrareccia ciottolosa si giunge ad un bivio che, ai fini del nostro percorso, è abbastanza indifferente: invece di proseguire sul n°6 prendiamo a sx per il 6a, lungo il quale si trova il rifugio Valsorda, in costruzione. Poco più avanti si scende in una conca (dove confluisce il sentiero n°6) che da sola vale la gita: due pozze, una più alta, una più bassa, ricche di vita (lumache d'acqua, rane, libellule, insetti vari, fiori, piante acquatiche...) affiancano una a dx e una a sx il sentiero che si inerpica nel bosco per raggiungere il Rifugio Lorenzini/Malga Pratolungo. Dopo una ventina di minuti si apre alla vista un prativo spettacolare con vista sul Monte Altissimo dove a sinistra si erge la malga. Un ristoro dell'anima. Oltre a panche esterne di libero utilizzo c'è anche una stanza con camino per una grigliata veloce. Altre pozze pullulano di ronzii e guizzi anche nel percorso successivo. Il sentiero n°6 volendo prosegue per il Monte Altissimo, ma noi scendiamo da Malga Guccione (dove si trova il bivio) per il sentiero numero 4 verso Malga Corvino. Un lungo tratto asfaltato attraverso i pascoli fino ad un costone che, fiancheggiando il bosco, costeggia il pascolo della malga che scorgiamo più in basso. Giunti ad uno spiazzo erboso bisogna aguzzare la vista per intravedere il segnavia sotto degli abeti e quindi "indovinare" il sentiero n°5 che dobbiamo percorrere per chiudere l'anello. Si dimostra subito in forte pendenza e non ben definito, ma la segnaletica non manca. Tratti scivolosi per gli aghi caduti, alcuni piccoli salti di livello su roccette, ma nulla di impossibile con la dovuta attenzione, ci portano alla fine alla località Triangolo, da dove il sentiero agevole ci riporta in un quarto d'ora alla Croce di Salven. Un percorso che si può variare in molti modi, sia in salita che in discesa, per una gita indimenticabile.
 

Allegati

Discussioni simili



Alto Basso