Escursione Anello Faedis - Porzus.

#1
Data: 24 Gennaio 2019
Regione e provincia: Friuli / Udine
Località di partenza: Borgo Anastasia - Faedis
Località di arrivo: Idem
Tempo di percorrenza: 5,30h (con fermate e deviazioni varie)
Chilometri: 10,3
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà:
Periodo consigliato: P/A/I
Segnaletica: Cartelli indicatori ai vari incroci.
Dislivello in salita: 730m
Dislivello in discesa:idem
Quota massima: 689m
Accesso stradale: Da Udine proseguire per Povoletto e da li per Faedis, passati davanti la chiesa prendere a sinistra la strada per la valle del Grivò - borgo Anastasia percorrerla per qualche centinaio di metri e passata una strettoia porre attenzione a sinistra, a fianco di una casa gialla si vedono i cartelli per il sentiero dei Castelli ed un paio di cartelli con le mappe della zona. appena oltre sulla sinistra c'è la possibilità di parcheggiare.
Traccia GPS: https://www.avventurosamente.it/xf/pagine/mappa/?do=loadmarker&id=8180

Buongiorno a tutti.
Giovedì la giornata è splendida, non c'è traccia del vento di bora che era previsto ed io sono libero da impegni per cui nonostante mi sia alzato tardi decido di andare a farmi un piccolo giro.
Per comodità decido di rifare un'escursione già fatta una decina d'anni fa e dove mi ero divertito.
Per cui mi dirigo a Faedis (dove secondo me si produce il miglior vino Refosco che si può trovare)
Porzus.jpeg
e poco prima di mezzogiorno ho gli scarponi ai piedi e mi invio sul sentiero dei castelli.
_DSC2485.jpg
in un quarto d'ora arrivo al castello di Zucco in parte ristrutturato (sono ben più di dieci anni che vanno avanti i lavori:-?) ma la parte in rovina ha più fascino.
_DSC2547.jpg
A lato del castello c'è anche la sua chiesetta da dove si può ammirare il paesaggio della pianura friulana.
_DSC2557-Modifica.jpg

Proseguo ed in pochi minuti arrivo al castello di Cucagna, dove sembra che il lavoro di ristrutturazione sia finito (personalmente non mi piacciono queste ristrutturazioni totali, preferisco il semplice consolidamento di ciò che resta delle strutture originarie).

_DSC2497.jpg _DSC2502.jpg _DSC2541-Modifica.jpg
Comunque entrambi sono chiusi e non si può entrare a visitarli e ci si accontenta di rimirarli da fuori.
Proseguo ed arrivo all'incrocio che da una parte porta a Porzus , da un'altra a Poiana (sentiero di ritorno) e una terza via che riporta a Faedis ed alla chiesa di San Rocco, non conoscendo la chiesa ed osservando che il sentiero sale sulla dorsale immagino che la stessa sia costruita su un ripiano della dorsale e percorro la dorsale fino alla discesa.
Errare umanum est, infatti la chiesa non c'è, scoprirò dopo che la chiesa è quasi a Faedis.
_DSC2507.jpg

Il sentiero prende pendenza e diventa anche divertente e variegato come mi sembrava di ricordare.
Ogni tanto tra gli alberi spogli belle visuali della pianura e delle montagne ad ovest.
_DSC2508.jpg
Sempre su bel percorso in parte anche innevato, con tabelle e frecce indicatrici nuove ecco che esco sulla rotabile appena sotto il paese di Porzus.
_DSC2514.jpg

Porzus è conosciuta per due motivi, il primo è "l'apparizione della Madonna nel 1855".
Nel punto in cui è apparsa è costruita un'Ancona.
_DSC2515.jpg _DSC2516.jpg

Il secondo motivo è l'eccidio di Porzus.
Pagina nera della guerra partigiana dove le truppe partigiane della brigata Garibaldi uccisero 17 partigiani del battaglione Osoppo per mera rivalità politica.
Per me l'altra pagina nera riguarda l'ANPI che si è rifiutata di partecipare alla commemorazioni alla memoria fino al 2017.
Bel paesotto con bei panorami, peccato per l'ora in cui sono arrivato.
_DSC2518.jpg _DSC2520.jpg _DSC2523.jpg
Adesso mi metto alla ricerca del sentiero di discesa e scopro che anche questo è tabellato(bella differenza rispetto a dieci anni fa dove faticai un po' a trovarlo) le proloco locali hanno fatto dei bei lavori, anche il sentiero è stato ripulito.
Dopo un primo tratto tranquillo il sentiero scende deciso anche approfittando in un paio di tratti di due impluvi, mi fermo solo un attimo di fronte ad un crocefisso.
_DSC2524.jpg
ed in breve arrivo all'incrocio con la strada forestale che mi porterà a sfiorare Borgo Poiana. Ed anche qui trovo tutto ben tabellato e sopratutto un'idea per un'altra escursione che tocchi qualche castello.
_DSC2525.jpg
Ora cammino su bella pista forestale che attraverso gli alberi regala belle visuali.
_DSC2532.jpg
Appena sopra Poiana lascio la forestale e mi immetto sulla mulattiera (cartello indicatore) che mi riporterà all'incrocio di cui ho scritto prima e da li ai castelli.
Un ultimo sguardo alla pianura dalla chiesa del Castello di Zucco.
_DSC2556-Modifica.jpg
E via in discesa per l'ultimo tratto fino all'auto.
Un saluto a tutti ed alla prossima.
 

Allegati

Contenuti correlati

Alto