Escursione Anello La Muda (L) - Forc. Pongol - M. Zelo - Sella del Col del Ciòt - L

Dati

Data: 11/6/2022
Regione e provincia: Veneto, Belluno
Località di partenza: La Muda
Tempo di percorrenza: 7h 50' circa (escluse le soste)
Chilometri: 16 circa
Segnaletica: discreta
Dislivello in salita: 1800 circa
Quota massima: 2083 m
Accesso stradale: per chi viene da Belluno, lungo la SR 203 a dx, in prossimità di Le Muda, sono presenti le indicazioni con una piccola piazzola di sosta.

Descrizione
anello.jpg

C'è poco da dire se non il fatto che i sentieri spesso si presentano inselvatichiti ma con tutti gli alberi caduti dalla tempesta Vaia del 2018 spostati/tagliati per consentire il proseguimento, in ogni caso sono partito da La Muda e prendo il sentiero 546, la prima cima dolomitica che identifico è il Castello di Moschesin
IMG20220611104444.jpg

successivamente la Talvena
IMG20220611124721.jpg

mentre di spalle lasciavo il fondovalle percorso dal Cordevole.
IMG20220611132158.jpg

Segue un bivio in cui abbandono il sentiero 546 per passare al sentiero 545 riconoscendo Valaraz IMG20220611134038.jpg

sino a raggiungere la Forcella Pongol.
IMG20220611134627.jpg

Dalla forcella prendo il sentiero per il M. Zelo e il panorama si apre ulteriormente con scorci verso il Tamer il Castello di Moschesin.
IMG20220611143528.jpg

Spesso mi illudo di aver raggiunto la cima
IMG20220611145312.jpg

ma finalmente la individuo
IMG20220611155729.jpg

e la raggiungo.
IMG20220611161925.jpg

Decisamente soddisfatto faccio un giro di foto panoramiche, in senso orario: la Schiara e il Cordevole, sullo sfondo Nevegal,
IMG20220611161934.jpg

i Monti del Sole,
IMG20220611161940.jpg

la parte settentionale dei Monti del Sole che nascondono Cimonega,
IMG20220611161955.jpg

l'Agner,
IMG20220611162024.jpg

Monte San Lucano, Lastia di Framont e la Moiazza, in fondo la Marmolada e si riconosceva, anche se la foto non rende, il Gruppo del Sella
IMG20220611162040.jpg

il Tamer e il Castello di Moschesin
IMG20220611162107.jpg

e per finire Cima di Pramper e Talvena.
IMG20220611162120.jpg

Scendo dalla cima utilizzando il GPS perchè non sono riuscito minimamente ad individuare il sentiero che scende dal versante settentrionale del monte fino a raggiungere il sentiero 541 che si rivela, sebbene posto spesso attorno ai 1700 m di quota, molto panoramico: nuovamente Tamer e Castello di Moschesin,
IMG20220611185016.jpg

Lastia di Framont, Moiazza e il Pelmo che dominano su La Val,
IMG20220611192337.jpg

la conca di Agordo.
IMG20220611192516.jpg

Prima di entrare nel bosco, scatto una foto al versante ripido del M. Zelo.
IMG20220611200717.jpg
 
Ultima modifica:
Le Alpi come non te le aspetti, con un selvaggio sentore appenninico. Mi fa sempre impressione vedere che tu cammini dove io eventualmente ci devo andare in vacanza.
Non ho capito: hai già prenotato o hai intenzione di andare in quelle zone? Comunque vacci, è molto carino. Ci sono cime più frequentate ed altre come questa praticamente dimenticate: in tutta la giornata non ho visto anima viva, mi sono sentito letteralmente fuori dalla società
 
Ultima modifica:
Non ho capito: hai già prenotato o hai intenzione di andare in quelle zone? Comunque vacci, è molto carino. Ci sono cime più frequentate ed altre come questa praticamente dimenticata: in tutta la giornata non ho visto anima viva, mi sento sentito letteralmente fuori dalla società
No, era una considerazione generale, dettatami dal fatto che camminavi con vista Marmolada. Questa estate torno in Val di Fassa.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso