Trekking anello monte bove

Dati

Data: 7-8 settembre 2015
Regione e provincia: umbria, perugia
Località di partenza: casali
Località di arrivo: casali
Tempo di percorrenza: 5 ore + 5

Descrizione
"...son tornate a fiorire le rose..." e così son tornato per la mia escursione preferita al Bove, questa volta con pernottamento ed itinerario ad anello. Si trattava di una prova: provare le attrezzature (sacco a pelo, fornello, materassino, zaino nuovo, sacca d'acqua, le gambe...) e soprattutto completare l'anello scendendo per la val di Bove. Partenza come al solito da Casali, a fine mattina salendo per la val di panico, per fortuna con poco sole. Alla forcella della neve sto nella nuvole e mi ritrovo sulla strada per il pizzo berro. Riguadagno la forcella e sempre nelle nuvole raggiungo m. bove sud. Allestisco il bivacco alla stazione della funivia (facendo un pò di pulizia) e vado a dormire. La mattina finalmente c'è sole
ed inizio la discesa intorno al m. bove sud e poi al m. bicco che salgo. Non trovo il sentiero di discesa che dovrebbe iniziare dalla vetta, torno sui miei passi e scendo fino agli impianti di risalita. Da qui prendo una bellissima strada che ritorna in val di bove, con una bellissima veduta su tutta la valle illuminata dal sole. Per i successivi 500 metri il sentiero (?!) scende sul greto di un ruscello molto scomodamente. Arrivo sotto gli ultimi contrafforte del bove nord e piego a destra tornando al fontanile della val di panico, da qui scendo a casali. Itinerario molto bello, conoscevo bene la val di panico (e mi son perso lo stesso), la discesa alterna sentieri belli e panoramici a lungo tratto spacca-ginocchia. Le foto non le posso inserire perché la macchina ha dato (definitivamente) forfait. Forse si potrebbe organizzare una gita in compagnia e fare bisboccia alla funivia. Tutto questo con la prospettiva di estendere un giorno l'escursione in fil di cresta fino al vettore.
 
qualcuno conosce i sentieri di discesa lungo la val di bove ?

P.S. ho scoperto che esiste la carta dei sibillini 1:25.000, realizzata dal CAI di ascoli, si trova a visso in libreria a 12 euro ed è molto accurata, non ne sanno nulla nè a norcia nè a terni, dove continuano a dire che esiste solo quella al 50.000 (oltre quella edita dall'ente parco al 40.000, che non è granché)
 
Bel giro in una zona dei Sibillini che non conosco (in effetti avrei particolarmente gradito qualche foto:)).

Riguardo alla cartina, mi sembra che ci dovrebbero essere almeno due edizioni 1:25000. Io ce l'ho (comprata a Foce di Montemonaco), quindi almeno una esiste sicuramente :).
 
di mappe dei Sibillini 1:25000 dovrebbe esserci una edita dalla Società Editrice Ricerche, in doppia versione, bifronte e divisa in sei sottofogli (quest'ultima oggi la vedevo in vetrina da Alterocca a Terni), e una sua scansione è reperibile da qualche parte online, un'altra della Edizioni Multigraphic, che però mi pare di sapere abbia una serie di imprecisioni.
sentieri in quale parte della Val di Bove?
 
val di bove: la carta riporta un sentiero di discesa che inizia tra la stazione di arrivo della funivia e m.bove nord - io non l'ho trovata, ed un altro sentiero di discesa dalla sommità del m. bicco - io non ho trovato nemmeno questa ed ho dovuto aggirare il m. bicco.
La carta in esame è quella pubblicata da società editrice ricerche a cura della sez di ascoli del CAI, trovata a visso per euro 12, redatta molto accuratamente.Sono contento che alterocca esponga questa carta, quando sono andato io mi hanno detto che esiste solo quella 1:50.000 . Della carta edita da multigraphics non so nulla.
Ero interessato a capire se esisteva un'alternativa al percorso collocato nella metà inferiore della val di bove, quello che inizia nel bosco e che consta dell' alveo ripido di un ruscello secco, percorso che sembra fatto apposta per rompersi le ginocchia (almeno questo è stato per me...)
 
quello che scende dal Bicco non l'ho percorso mai, l'altro invece sì, ma non c'è una traccia ben precisa, dalla funivia si prosegue sul crinale verso il Bove Nord, fino ad una selletta, all'inizio dell'area di tutela dei camosci (qualche volta da lì si riescono a vedere, affacciandosi sulla Val Panico e girandosi verso le rocce sotto a nord del sentiero percorso), e da lì si scende a occhio per tracce fino alla conca alla base dell'anfiteatro, vicino alla fine strada che hai percorso e che conduce al Cristo delle Nevi.
da lì, almeno per quanto ne so io, si scende prima fino alla sorgente vicino a dove inizia il sentiero per la Croce del Bove, e poi inizia a scendere, su sentiero largo ma alquanto ripido, tenendosi un poco sopra il fondo della valle, oltrepassando il bivio del sentiero per il Felycita e Frontignano a sx ed arrivando alla fine a Calcara, nei pressi della casa salesiana; ma credo sia quello che hai percorso te!
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso