Escursione Anello Monte Cocco.

#1
Data: 27 Agosto 2018
Regione e provincia: Friuli / Udine
Località di partenza: Strada per la Val Rauna
Tempo di percorrenza: Solo cammino 5.30 - 6 h.
Chilometri: (dati Gps) 14,9
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: sentieri senza segnavia e tratti senza traccia.
Periodo consigliato: P/ E / A
Segnaletica: Qualche segnavia Cai in un paio di tratti.
Dislivello in salita: circa 900m
Quota massima: 1940 circa
Accesso stradale: Da Udine: per SS13 o autostrada fino ad Ugovizza, e si prende la strada che risale il Vallone omonimo (cartelli per Osteria del Camoscio, malga Priù, rifugio Gortani). Si segue la strada fino alla deviazione(a sinistra) per la Val Rauna ( circa 3/4km). Si risale la stradina per un piccolo tratto e si parcheggia prima dei divieti di transito ( ampi spazi a destra ed a sinistra)
Traccia GPS: https://www.avventurosamente.it/xf/pagine/mappa/?do=loadmarker&id=8117

Inserisco la lo screenshot di google earth con qualche punto di riferimento che userò nella descrizione.( Sperando di fare cosa gradita).
Senza titolo.jpeg

Arrivato sul posto mi sorprendo perché parcheggi ai lati della strada sono praticamente pieni!!
Ma il tutto mi si spiega velocemente: c'è un evento a Malga Priù (che ha fatto il pieno e sono scesi a mettere un cartello di tutto esaurito) ed è piovuto per cui cercatori di funghi a go go.
Mi invio a piedi in rettilineo sull'asfalto e dopo circa 500m (dopo alcune case)all'incrocio prendo a destra verso il rifugio Gortani.
Monte Cocco-1.jpg

Subito dopo le case lo sguardo mi cade a destra verso l'Osternig e lo vedo ricoperto della prima neve caduta negli ultimi due giorni e per un breve momento penso di spostarmi con l'auto e di andare a salire quel monte e camminare sulla prima neve, ma è solo un attimo di tentazione e continuo con l'escursione programmata.
Monte Cocco-2.jpg

Al successivo incrocio lascio a destra la prosecuzione per il rifugio Gortani e continuo dritto sempre sulla stradina asfaltata.
La strada asfaltata continuerà fino all'ultima casa per poi trasformarsi in pista forestale.
Continuo a salire ed al punto 01 tengo la destra e prendo a salire su una mulattiera in un bel bosco.
Monte Cocco-3.jpg

Comincio a salire decisi per piccoli tornanti, fino ad arrivare al punto 01A (bivio) dove tengo la destra seguendo la direzione di un cartello che indica "Villaggio Cocco"
Qui la mulattiera inizia un piacevole traverso fino a sbucare su un'altra pista forestale.
Monte Cocco-6.jpg
Continuo piacevolmente fino ad arrivare al ex Villaggio minerario Cocco dove si è recuperato solo l'edificio principale.
Monte Cocco-7.jpg
Qui si può proseguire sulla pista forestale oppure (come faccio io) prendere a destra dell'edificio e seguendo il vecchio sentiero tagliare alcuni tornanti e quindi accorciare.
Fatico un po' a seguirlo e sbuco su un tornante, attraverso la strada e riprendo il sentiero (come indicazione salite dove sul bordo strada c'è la ceppaia di un albero).
Alla fine esco di nuovo su questa bella forestale e alla seconda curva trovo un incrocio che prendo a sinistra proseguendo sulla forestale ancora per circa mezzo km poi salgo a sinistra per un tratturo (punto 002) fino ad arrivare aduna palizzata dove guardandomi indietro vedo che avrei potuto salire per prati, da poco oltre l'incrocio trovato in precedenza (punto 001B).
Monte Cocco-8.jpg

Da qui continuo per questa pista abbastanza rovinata e dopo un po' mi fermo e mi giro ad osservare il panorama (sempre una buona scusa per rifiatare).
Monte Cocco-9.jpg
In non molto si arriva alla forcella di quota 1814 (punto 003) che divide il Monte Cocco e la Cima Bella.
Da qui si sale (a sinistra) il crinale del Monte Cocco, dritto per dritto e più in alto (dopo un ometto)si trovano diverse tracce che portano fino alla vetta.
Che trovo occupata da molti autoctoni curiosi.
Monte Cocco-14.jpg
Monte Cocco-11.jpg
Monte Cocco-15.jpg
Monte Cocco-12.jpg

E per piccola consolazione anche la prima neve dell'anno
Monte Cocco-13.jpg

La vetta permette di spaziare con la vista per tutti i 360° ed ecco le mie prossime due escursioni :).
Cima bella e Monte Sagran e poi il Monte Osternig che a quest'ora e col caldo di oggi non è più così imbiancato
Prossime escursioni-1.jpg

Ridisceso alla sella prendo la traccia a sinistra e comincio un lungo traverso rovinato dal passaggio delle vacche in alpeggio e dopo le piogge di ieri anche molto fangoso.
Proseguo fino ad arrivare alla dorsale ovest del monte che è percorsa da una radura per un lunghissimo tratto (punto 003A) .
Qui la traccia svanisce ma basta seguire il filo della dorsale e non si può sbagliare.
Quando la radura finisce si trova una traccia che traversa nel bosco un paio di metri sotto il filo della dorsale coperto dal bosco.
La traccia si ingrandisce fino a diventare una larga mulattiera ed infine si innesta sulla pista forestale che prendo verso sinistra.
Mi fermo un attimo ad una curva ad ammirare lo spettacolo davanti a me.
Monte Cocco-17.jpg

Comincio la lunga discesa di rientro che percorre il lato sud/ovest del monte fino ad arrivare al punto 004 da dove si potrebbe, prendendo a sinistra, scendere ed attraversare tutta la Val Rauna.
Invece proseguo ed arrivato al successivo incrocio (sella Collarice)prendo a destra e subito dopo a sinistra e sempre per forestale dopo circa un paio di km e due tornanti finali confluisco sulla strada asfaltata che attraversa la Val Rauna e fatti circa un km e mezzo sono al punto di partenza.

P.S. Ad inizio escursione si trova un cartello del Cai che avvisa dell'inagibilità del sentiero 504 . Non interessa questo percorso.
 

Allegati

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto