Escursione anello Rullato (R) - Facciano - M. Vecchio - R

Parchi dell'Emilia-Romagna
Appennino Cesenate
Dati

Data: 4/10/2020
Regione e provincia: Emilia-Romagna, Forlì Cesena
Località di partenza: Rullato
Tempo di percorrenza: 3 h 30' circa (escluse le soste)
Chilometri: 13 circa
Segnaletica: buona, in certi bivi mancano le indicazioni per cui è fondamentale una cartina
Dislivello in salita: 550 m circa
Quota massima: 902 m

Descrizione
Un anello che non ha pretese: non si raggiunge nessuna croce di vetta, un anello che ho fatto con il solo scopo di scaricare lo stress facendo un po' di passi tra panorami rillassanti e a me ben noti essendo paesaggi relativamente vicini da casa mia.
romagna.jpg

Sono partito da Rullato (io l'ho raggiunto prendendo l'uscita Borello lungo la E45, poi mi sono diretto per Linaro, poi Ranchio ed infine Rullato), ho parcheggiato vicino al piccolo cimitero e ho proseguito, per circa 25 minuti, lungo la strada provinciale salendo di quota
P1050720.JPG

mentre di spalle ed in parte alla mia sinistra mi rilasso guardando le forme dolci delle colline romagnole con sullo sfondo la pianura ed il Mar Adriatico. La giornata particolarmente limpida mi permetteva di vedere Ravenna e il delta del Po per cui più volte provavo a rintracciare il mio paese.
P1050718.JPG

Ad un certo punto compaiono le indicazioni per il M. Castellaccio (non c'è nessuna croce di vetta) e si entra in un sentiero molto largo dove passano anche dei motociclisti. Lungo questo tratto mi guardo più volte le cime che delimitano il Fosso San Biagio,
P1050724.JPG

la cresta percorsa
P1050727.JPG

ed ad un certo punto diventa riconoscibile la cima del M. Mescolino.
P1050726.JPG

Quando raggiungo Facciano la visuale si apre verso la Valle del Savio
P1050730.JPG

e del M Fumaiolo in parte riparato dal M. Comero.
P1050729.JPG

Sosto per diverso tempo e comincio a scendere di quota verso il M. Vecchio
P1050734.JPG

e ammirando di tanto in tanto sia il mare che varie cime tra cui M. Titano e M. Perticara
P1050732.JPG

che M. Carpegna e Sasso Simone.
P1050733.JPG

P1050731.JPG

Scendo sempre gradualmente di quota costantemente ammaliato dai colori autunnali
P1050742.JPG

P1050743.JPG

ed ad un certo punto raggiungo un bivio dove prendo il sentiero 107 che ad un tratto fiancheggia un rudere
P1050745.JPG

ed in secondo momento il Fosso San Biagio molto in secca, successivamente risalgo di poco più 150 m di quota sino a raggiungere il punto di partenza.
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso