Escursione Anello S. Benedetto in Alpe (S) - Cascata Acquacheta - M. Peschiena - P. di Val Capriglia - S

Parchi dell'Emilia-Romagna
  1. Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna
Dati

Data: 18/2/2024
Regione e provincia: Emilia-Romagna, Forlì-Cesena
Località di partenza: S. Benedetto in Alpe
Tempo di percorrenza: 6 ore e 20 minuti circa (escluse le soste)
Chilometri: 21
Segnaletica: ottima
Dislivello in salita: 1150 m circa
Quota massima: 1170 m circa

Descrizione

anello1.jpg


Sono partito da S. Benedetto in Alpe da uno dei parcheggi che si trovano lungo la SS 67.
IMG20240218092913.jpg


Sin dall'inizio del percorso per circa 60 minuti cammino sul sentiero 407 fiancheggiando il Fosso Acquacheta regalandomi diversi scorci piacevoli per i suoi diversi salti d'acqua
IMG20240218101534.jpg


tra cui quella presente in prossimità del Ca' del Rospo.
IMG20240218101619.jpg


Dopo circa 90 di cammino dalla partenza raggiungo il Molino dei Romiti,
IMG20240218103956.jpg


IMG20240218104127.jpg


in prossimità è presente un altro salto d'acqua.
IMG20240218104940.jpg


Raggiungo così quel famoso tratto in cui si vede la cascata dell'Acquacheta presente in diversi siti con un salto di circa 70 m.
IMG20240218110420.jpg


Sosto e proseguo sempre tramite il sentiero 407 raggiungo la cascata chiamata Ca' del Vento del Fosso Lavane altrimenti chiamato Fosso Arnaio.
IMG20240218110709.jpg


Raggiungo il sentiero 411, per un breve tratto esco dal sentiero ufficiale camminando su una traccia di sentiero che mi condurrà in un punto in cui è possibile posizionarsi a fianco del salto famoso del Fosso Acquacheta
IMG20240218112826.jpg


osservando sia il sentiero in cui mi trovavo circa 20 minuti prima
IMG20240218112841.jpg


che, in prossimità, la valle percorsa dal Fosso Acquacheta con in fondo (credo) il M. Gemelli.
IMG20240218113233.jpg


Ritorno sul sentiero 411 camminando per un ulteriore tratto sempre a fianco del Fosso Acquacheta dovendo camminare in due occasioni praticamente sull'acqua il cui livello superava quello dei sassi più superficiali bagnandomi
IMG20240218120811.jpg


fino ad uscirne dal bosco.
IMG20240218121348.jpg


Camminando ora per un tratto lungo il sentiero ora assolato fiancheggio il Bagnatoio
IMG20240218121713.jpg


creando altri scorci rilassanti
IMG20240218121918.jpg


scorgendo poco dopo il M. Peschiena.
IMG20240218122331.jpg


Raggiungo così il Podere la Greta da cui scorgo per la prima volta dalla partenza le cime più alte del Parco Nazionale tra cui il M. Falterona e il M. Falco.
IMG20240218132754.jpg


Da qua si rientra nel bosco dando pochi scorci panoramici tra cui quello verso l'Alpi di Vitigliano.
IMG20240218134742.jpg


Il sentiero C.A.I. non raggiunge la cima del M. Peschiena praticamente coperta dal bosco (credo che sia possibile in ogni raggiungerla) arrivando così ad una quota massima di circa 1170 m caratterizzato da molti bucaneve in fiore. Il tratto meridionale dell'anello mi permetterà comunque di osservare più da vicino il M. Falterona con un lontano Pratomagno,
IMG20240218150441.jpg


ed in prossimità del Passo di Val Capriglia l'altro versante del M. Peschiena.
IMG20240218151718.jpg


Nonostante fossi a circa 1000 m di quota verso la seconda parte del pomeriggio la visibilità diminuì per la presenza della foschia lasciando comunque la possibilità di riconosce il M. Lavane
IMG20240218154012.jpg


e di scattare un'ultima foto verso il M. Falterona.
IMG20240218155022.jpg


Proseguo per il Prato Andreaccio
IMG20240218162639.jpg


ritornando al punto di partenza tramite il sentiero 409 che si presenterà per un tratto particolarmente ripido.
 
Ultima modifica:
Alto Basso