Escursione anello Timau (T) - M. Terzo - malga Lavareit - T

#1
Dati

Data: 18/7/2017
Regione e provincia: Friuli Venezia Giulia, Udine
Località di partenza: Timau
Tempo di percorrenza: 5 h e 45 minuti circa (escluse le soste)
Chilometri: 12 circa
Segnaletica: buona
Dislivello in salita: 1275 m circa
Quota massima: 2034 m
Accesso stradale: venendo da Tolmezzo si arriva fino alla fine di Timau e alla sinistra è presente un ponte riportante le indicazioni CAI per il monte Terzo.

Descrizione

TERZO.jpg

Il sentiero 155 inizia ripido in mezzo ai boschi fino ad assumere un'inclinazione leggermente più soft quando si comincia a camminare tra i prati e subito quello che colpisce l'occhio è la creta di Timau alle spalle,
P1010459.JPG

P1010460.JPG

mentre di fronte il Cimone di Crasulina con alla destra la cima del monte da raggiungere.
P1010461.JPG

Proseguendo si raggiunge in un primo momento la casera del M. Tierz bassa
P1010462.JPG

e già il panorama è gratificante: i monti dall'altra parte della valle But,
P1010464.JPG

la conca di Paluzza con in mezzo il gruppo del Tersadia.
P1010465.JPG

Si sale ulteriormente fiancheggiando la casera del M. Tierz alta
P1010467.JPG

fino a raggiungere una sella.
P1010466.JPG

Dalla sella si svolta a destra per raggiungere la cima del monte Terzo
P1010468.JPG

che presenta un panorama ampio: da sinistra verso destra si ammira la sella da dove son salito
P1010477.JPG

il Crostis,
P1010475.JPG

il Floriz e il Coglians,
P1010474.JPG

il passo di monte Croce Carnico con alla sua sinistra la creta di Collinetta mentre alla sua destra il Pal piccolo e il Polinik
P1010473.JPG

Ritorno alla sella e comincio con la discesa guardando di tanto in tanto il luogo da cui sono passato
P1010480.JPG

e mi incammino successivamene su una mulattiera in modo da raggiungere la malga Lavareit.
P1010485.JPG

P1010486.JPG

Raggiunta la malga sosto gustandomi una buona fetta di torta ed ammirando prima di entrare nel bosco per un'ultima volta il panorama: creta di Timau,
P1010487.JPG

il passo
P1010488.JPG

e il Coglians.
P1010489.JPG

Ritorno, tramite un comodo sentiero con segnaletica strana (evidentemente la sua manutenzione è sotto la responsabilità di quelli della malga), e ritorno al punto di partenza passando per l'ossario di Timau che contiene le spoglie di 1764 soldati italiani ed austriaci che morirono nei monti circostanti durante il corso della I guerra mondiale. P1010490.JPG
 

Ultima modifica:

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto