Trekking Armenia

### Guida all'uso di questa sezione del forum. Cancella questo testo prima di inviare la nuova discussione ###
1) Seleziona il prefisso adeguato alla discussione che vuoi iniziare:
  • Informazione: per chiedere informazioni o inviare segnalazioni su luoghi ed itinerari
  • Proposta: per proporre escursioni ed eventi
  • Tutti gli altri prefissi: per raccontare l'attività che hai praticato
2) Utilizza la struttura sottostante (Dati e Descrizione) se vuoi raccontare o proporre una escursione di qualsiasi disciplina specificando il maggior numero di dati che conosci ed eliminando le voci che non conosci.
3) Seleziona un parco se la discussione è inerente al territorio di un parco tra quelli riportati nella lista sottostante.

### Fine della guida all'uso di questa sezione del forum. Cancella questo testo prima di inviare la nuova discussione ###


Dati


Data:
Regione e provincia:
Località di partenza:
Località di arrivo:
Tempo di percorrenza:
Chilometri:
Grado di difficoltà:
Descrizione delle difficoltà:
Periodo consigliato:
Segnaletica:
Dislivello in salita:
Dislivello in discesa:
Quota massima:
Accesso stradale:
Traccia GPS: [puoi caricare la tua traccia GPS nella Mappa Escursioni ed inserire il link permanente al posto di questo testo]


Descrizione

Scrivi qui la descrizione e le tue impressioni!
--- ---

Appena tornato da due trekking ad anello in solitaria, entrambi di 3 giorni, in territorio armeno.
Usando Erevan, la capitale, come base d'appoggio, ho percorso una tratta della transcaucasica da Sevaberd a Ghegard/Goght passando per il lago Akna e il monte Ajdahak a 3600 metri.
Il secondo anello ha avuto come partenda il lago kari attraversando e salendo i 4 picchi del monte Aragats (4090 metri il più alto) per finire raggiungendo il villaggio di Aragats prima di tornare a Erevan.
Se qualcuno fosse interessato al percorso chiedetemi pure, l'Armenia è un paese meraviglioso ma purtroppo completamente impreparato per un turismo che prevede trekking in solitaria con tenda e sacco a pelo.
Giusto un paio i foto....
 

Allegati

  • 20230712_135440.jpg
    20230712_135440.jpg
    484,5 KB · Visite: 84
  • 20230715_112155.jpg
    20230715_112155.jpg
    484,5 KB · Visite: 82
  • 20230712_104501.jpg
    20230712_104501.jpg
    389,3 KB · Visite: 86
Ultima modifica:
Armenia...non mi ricordavo neanche esattamente dove fosse...
La prima cosa che mi viene in mente è, che só... Marco Polo e simili..
Non conosco il contesto ma da solo in Armenia più giorni senza poter contare, immagino, sulle ns certezze alle quali siamo abituati...

Prima della bellezza dei posti complimenti, ma tanti, a te e se puoi facci vedere (sognare) di più...:si:
 
Armenia...non mi ricordavo neanche esattamente dove fosse...
La prima cosa che mi viene in mente è, che só... Marco Polo e simili..
Non conosco il contesto ma da solo in Armenia più giorni senza poter contare, immagino, sulle ns certezze alle quali siamo abituati...

Prima della bellezza dei posti complimenti, ma tanti, a te e se puoi facci vedere (sognare) di più...:si:
Grazie.
L'Armenia effettivamente è da sogno. Da raccontare ne avrei, dagli yazidi, la loro semplicità, la loro umanità e l'ospitalità, ma anche l'aggressività dei loro cani pastore, gli ambienti selvaggi, i colori della roccia delle montagne al tramonto e all'alba, i percorsi interminabili. Le mashrutke con i loro autisti pazzi che guidano su stradine di montagna come fossero su un'autostrada, i quattro picchi dell'Aragats e del suo cratere ghiacciato e gli incontri con altri trekker da ogni parte del mondo negli ultimi giorni. Se si cerca un'esperienza appagante e diversa la consiglio....ma più che per altri posti bisogna conoscere alcuni aspetti se non si vuole passare giorni "complicati".
 
Perchè dici : "l'Armenia è un paese meraviglioso ma purtroppo completamente impreparato per un turismo che prevede trekking in solitaria con tenda e sacco a pelo"???
--- ---

Ovvero, riguarda la sicurezza, impossibilità di chiamate evventuali soccorsi?
 
Ultima modifica:
Perchè dici : "l'Armenia è un paese meraviglioso ma purtroppo completamente impreparato per un turismo che prevede trekking in solitaria con tenda e sacco a pelo"???
Parlo solo per lamia esperienza ma metto in rilievo alcuni aspetti che la riguardano....
Nella capitale ho trovato un solo negozio con disponibilità di bombolette per il gas, trovato on-line prima della partenza. La conferma l'ho avuta là parlando con persone del posto. Lo stesso negozio è l'unico che mette in vendita o noleggia materiale e attrezzatura per alpinismo/campeggio/trekking a prezzi esorbitanti, non solo per lo standard armeno. L'avvicinamento alle zone di trekking decise (non lontane da Erevan per fortuna) non sono servite da mezzi pubblici, ci si avvicina con più bus/mashrutke ma i villaggi di partenza (Sevaberd e lago Kari e Aragats per ciò che mi è riguardato) sono accessibili solo con autostop (a Sevaberd sono pochissimi i mezzi passanti) o con autista privato. Questo perchè sono pochissime le persone che si avventurano senza tour operetor in certi posti, soprattutto all'Ajdahak da Sevaberd. Non ci sono sentieri, segnalazioni, tantomeno bivacchi, rifugi o semplici shelter d'emergenza, le uniche tracce sche si possono trovare sono quelle lasciate dalle jeep utilizzate dai tour operetor (sempre per quanto riguarda l'Ajdahak) o come sull'Aragats si cammina a "vista" con bussola ed eventualmente gps. Tieni presente che il meteo cambia improvvisamente e ci si può trovare dentro una fitta nebbia di nuvole in pochi minuti (si è comunque sopra i 3000 metri), ma questo può valere anche nelle nostre montagne. La sensazione però (anche per questo ovviamente parlo per me), è che ci si sente proprio in mezzo al nulla, mentre da noi bene o male si sa che nel raggio di al massimo qualche chilometro c'è anche un semplice punto d'appoggio, là no. Per quanto mi riguarda ciò, non è cosa da poco a livello di sicurezza e tranquillità. Ultima cosa, i pastori caucasici, dei cani abbastanza aggressivi lasciati liberi dai pastori nomadi che portano i greggi a pascolare su queste alture. Bisogna cercare di evitarli lungo il percorso costringendoti a allungarlo e di molto (non basta non passarci vicino in alcune zone, bisogna proprio non farsi vedere/sentire), se ti sentono corrono da te. Per la mia esperienza, se sono un paio si tengono a distanza agitando i bastoncini da trekking, se sono 5 o 6 ti accerchiano e lì devi sperare che i ragazzi Yazidi, i loro padroni, intervengano prima.... i cani si calmano solo quando sei seduto dentro la tenda dei loro padroni e ci stai per qualche minuto, mai prima. A proposito, queste persone sono molto curiose (la loro curiosità e sorpresa nel vedere una persona sola con uno zaino sulle spalle è un'altra cosa che mi porta a pensare che non ci sono molti trekking solitari nell'area) ma nello stesso tempo ospitali, che sia dell'acqua, della frutta o altro ma ci tengono a volerti dare qualsiasi cosa che anno e farti sedere/riposare pochi minuti.
Intendiamoci, sapevo che non avrei trovato le comodità dei trekking occidentali ma onestamente non pensavo così. Ecco per tutto ciò ritengo siano non preparati per un turismo di questo tipo.
Di contro ho visto paesaggi bellissimi, la cosa che mi ha colpito maggiormente sono i colori.... alla fine penso che ogni posto che a perdita d'occhio è rimasto naturale sia magnifico, forse sono io che mi emoziono tutte le volte in questo senso, diciamo che ho come la sensazione che più un posto sia isolato, più ci si ritrovi in pace con l'ambiente e il silenzio circostante, più faccia bene ;)
 
2 settimame fa discutevamo con il mio vicino di andarci. A Venezia è anche stato attivato il volo lowcost. Certo che dalla tua bella descrizione, da soli meglio di no...e ben motivati. Cmq stessi problemi con i cani pastori gli abbiamo avuti in centro Italia. Stesse modalità. Quando mi sono trovato accerchiato (non potevo tornare indietro) ho alzato i bastoncini ed è andata bene:help:
 
2 settimame fa discutevamo con il mio vicino di andarci. A Venezia è anche stato attivato il volo lowcost. Certo che dalla tua bella descrizione, da soli meglio di no...e ben motivati. Cmq stessi problemi con i cani pastori gli abbiamo avuti in centro Italia. Stesse modalità. Quando mi sono trovato accerchiato (non potevo tornare indietro) ho alzato i bastoncini ed è andata bene:help:
Vero, i comportamenti sono simili ai pastori maremmani sulla via degli dei
 
Complimenti, da vari ciclisti ho sentito parlare molto bene dell' Armenia, e vedendo alcuni report deve essere spettacolare anche per la sua crudezza
 
Complimenti, hai fatto una bellissima esperienza e grazie per aver condiviso.

Ma da quello che descrivi, non fa per me...
 
Destinazione da sogno e affascinante proprio per la sua vena autentica e per certi versi brutale. Se mettessi qualche altra foto te ne sarei grato, intanto complimenti.
 
Complimenti anche da me.
Avevo visto i video di walking nose e mi erano piaciuti moltissimo. Quando hai voglia aggiungi pure info e foto che stiamo pendendo dalle tue labbra..
 
Grazie, provo ad inserire qualche foto con didascalie relative....
--- ---


Sul cammino da Sevaberd all'Akna lake e Akna lake, 3030 metri
--- ---

Monte Azhdahak e il suo cretere...3597 metri. Le foto purtroppo non rendono giustizia al gioco di colori che si forma al tramonto.....
--- ---

Monte Ararats in lontananza lungo il cammino.....
--- ---

Mashrutke e auto "locali"...
--- ---

Kari lake....
--- ---

Picco Est, Ovest e Sud dell'Aragats...
--- ---

.....e questo sono io sul picco Nord dell'Aragats, 4067 metri
 

Allegati

  • 20230711_160148.jpg
    20230711_160148.jpg
    346,8 KB · Visite: 71
  • 20230711_192757.jpg
    20230711_192757.jpg
    361,4 KB · Visite: 67
  • 20230712_122203.jpg
    20230712_122203.jpg
    391,3 KB · Visite: 63
  • 20230712_124556.jpg
    20230712_124556.jpg
    315,5 KB · Visite: 70
  • 20230712_124609.jpg
    20230712_124609.jpg
    318 KB · Visite: 70
  • 20230712_135440.jpg
    20230712_135440.jpg
    484,5 KB · Visite: 65
  • 20230713_092733.jpg
    20230713_092733.jpg
    277,5 KB · Visite: 170
  • 20230711_100011.jpg
    20230711_100011.jpg
    499,3 KB · Visite: 69
  • 20230714_125022.jpg
    20230714_125022.jpg
    261 KB · Visite: 67
  • 20230714_192058.jpg
    20230714_192058.jpg
    381,3 KB · Visite: 63
  • 20230715_083747.jpg
    20230715_083747.jpg
    348,8 KB · Visite: 63
  • 20230715_111749.jpg
    20230715_111749.jpg
    414,5 KB · Visite: 66
  • 20230715_095132.jpg
    20230715_095132.jpg
    340,6 KB · Visite: 64
  • 20230715_112145.jpg
    20230715_112145.jpg
    374,5 KB · Visite: 67
  • DSC00167.jpg
    DSC00167.jpg
    368,3 KB · Visite: 65
Ultima modifica:
Grazie, provo ad inserire qualche foto con didascalie relative....
--- ---


Sul cammino da Sevaberd all'Akna lake e Akna lake, 3030 metri
--- ---

Monte Azhdahak e il suo cretere...3597 metri. Le foto purtroppo non rendono giustizia al gioco di colori che si forma al tramonto.....
--- ---

Monte Ararats in lontananza lungo il cammino.....
--- ---

Mashrutke e auto "locali"...
--- ---

Kari lake....
--- ---

Picco Est, Ovest e Sud dell'Aragats...
--- ---

.....e questo sono io sul picco Nord dell'Aragats, 4067 metri
Foto pazzesche e luoghi incredibili.
 
Alto Basso