Normativa ARVA è obbligatorio oppure no?

S

Speleoalp

Guest
...ormai come in tutto ci vuole abitudine, pratica,.......... tanta pratica ;)
Anche perché si allenano i muscoli, la forza, giusta per quel determinato lavoro. Tante volte si fatica di più per la mancanza della forza e quindi non ci si trova ;)
Non é una critica verso qualcuno.... ma una mia riflessione, sia con la neve... ma anche in ambienti agricoli, edili ;) Ed effettivamente si nota tantissimo chi sà usare una pala e chi no, ma un pò come per tutto ;)

Ma di sicuro sotto la neve, anche io preferirei se quello sopra é già abituato a fare certe cose e non ci si ritrova per la prima volta. Del tipo "...ah, cacchio... ho comprato questi oggetti carini, ora mi tocca usarli per forza...", ah
 
Dunque, per restare in tema e aiutare l'autore del post a chiarirsi i dubbi: ogni volta che la legge prevede un obbligo non significa che in caso di trasgressione ci sia automaticamente una sanzione. Controlla bene la normativa di riferimento, vedi se sono previste sanzioni in caso di inottemperanza a quell'obbligo. Leggi le normative per intero, è possibile che il titolo dedicato alle sanzioni sia posto in fondo con un richiamo ai vari obblighi previsti nel corpo della legge.

Se non ci sono sanzioni, si è dinnanzi a un precetto che va comunque osservato ma che non comporta responsabilità immediate. Ciò significa che una eventuale inosservanza potrebbe magari essere tenuta in considerazione in sede giudiziaria. Ad esempio in un eventuale processo per la morte del soggetto sepolto dalla valanga. In quel caso, presentarsi perfettamente in regola con tutto l'equipaggiamento previsto diciamo che aiuta.
 
A parte l'utilità del post di riepilogare le normative regionali (che poi, come al solito, ogni regione fa come gli pare e il problema e la soluzione sono uguali ovunque), credo che portarsi quegli utili strumenti sia più questione di buon senso e consapevolezza che necessità di rispettare una norma che, in questo caso, non fa che regolamentare un prassi corretta.
So anche che, purtroppo, non tutti sono consapevoli e hanno buon senso, ma a questo non c'è legge o norma che possa sopperire.
 
S

Speleoalp

Guest
Condivido ;) Ribadendo comunque una cosa che ritengo importante, visto che spesso (non intendo in questo caso, ma in generale) viene scordata o non presa in considerazione,.... che spendere dei soldi e avere solo del materiale nello zaino non serve a molto.... Ma bisogna applicarsi all'utilizzo di questo materiale ;)

In quanto spesso il buon senso o la mancanza di tale caratteristica la si nota anche in chì il materiale lo porta, magari con i giusti propositi.... ma prendendo alla leggera la cosa e non avendolo mai provato, usato, testato, ecc.... Magari avendo anche, l'esempio dell'ARVA calza a pennello, un modello di punta e non sapendolo usare ;)
 
A parte l'utilità del post di riepilogare le normative regionali (che poi, come al solito, ogni regione fa come gli pare e il problema e la soluzione sono uguali ovunque), credo che portarsi quegli utili strumenti sia più questione di buon senso e consapevolezza che necessità di rispettare una norma che, in questo caso, non fa che regolamentare un prassi corretta.
So anche che, purtroppo, non tutti sono consapevoli e hanno buon senso, ma a questo non c'è legge o norma che possa sopperire.
Condivido, il mio punto era questo, premesso che il rischio zero non esiste, ma non avendo intenzione al momento di fare attività in aree con rischio valanghe, e non essendo formato al corretto utilizzo degli strumenti in questione, mi chiedevo che senso avesse acquistarli e portarmeli dietro solo per evitare la sanzione, e quindi cercavo di capire cosa fosse previsto dalle leggi.

Resta il fatto che nel caso, iniziassi a fare attività con rischio concreto di valanghe, sarebbe sicuramente mia premura comprare il kit e fare corsi di formazione.
 
Nel caso dell'utilizzo della pala, mi sembra di capire ci possano essere alcune logiche da seguire legate al non procurare danni al sepolto e al provvedere al tentativo di ridargli aria li più in fretta possibile.

Per il resto, per mia esperienza personale, è questione di muscoli e capacità di dosare la forza. Ossia io impiegato ho deciso di lasciare al Magüt bergamasco l'uso della vanga perchè
A) quanto a forza sono al confronto uno stracchino dislenguato;
B) ci metto un sacco di tempo in più avendo un ritmo inferiore..

Chapeu al Magüt!
 
è questione di tecnica anche e parecchia.
per esempio quale mano davanti e quale dietro?
sembra una stupidaggine ma poi da questo dipende il resto del corpo e la posizione delle gambe, sapendo che uno dei due lati è più forte.
fatti insegnare da uno bravo e vedrai se è così facile replicare quello che fa lui, anche con metà peso.
 
S

Speleoalp

Guest
Nel caso dell'utilizzo della pala, mi sembra di capire ci possano essere alcune logiche da seguire legate al non procurare danni al sepolto e al provvedere al tentativo di ridargli aria li più in fretta possibile.

Per il resto, per mia esperienza personale, è questione di muscoli e capacità di dosare la forza. Ossia io impiegato ho deciso di lasciare al Magüt bergamasco l'uso della vanga perchè
A) quanto a forza sono al confronto uno stracchino dislenguato;
B) ci metto un sacco di tempo in più avendo un ritmo inferiore..

Chapeu al Magüt!

Esattamente, non é che ci voglia una laurea, ahah È molto più complicato parlarne che a impratichirsi e a farlo ;)
Nel senso.... ci vuole quella dose di pratica e tecnica, che poi si adatta molto anche alla persona e alle sue abitudini/preferenze e il gioco é fatto ;)
Non é sicuramente l'assemblaggio di un modulo spaziale, AHAHAHAH
Condivido anche il discorso della forza .... che gioca un ruolo fondamentale ;) Anche se in quelle situazioni il corpo e la mente si concentrano comunque su un solo obiettivo.... poi magari dopo, al baretto ti viene male ovunque, sonno, ecc, ahahah
 
W

Woodvivor

Guest
Se riesco a trovare il video che ci avevo mostrano in colonna lo condivido, sarebbe una spiegazione sicuramente molto migliore di ciò che riuscirei a fare io per iscritto, ahah
Adesso provo a cercarlo e a trovarlo ;)

Di fatto comunque il problema é causato da eventuali spostamenti a scatti, improvvisi, che può avere il cavo. Il verricello é sullo spazzaneve, ma il cavo viene fissato ad un ancoraggio e poi il "bully" può scendere di molto rispetto ad esso, facendo arrivare il cavo ad altezza uomo e spostandosi in alcuni casi in maniera "secca". Non sò se si dice così ;) In quanto essendo il terreno irregolare a volte il cavo lo tocca per bene, con lo spostamento del bully e l'ancoraggio, nel "mezzo" il cavo si ri-assesta in maniera "bruta" e se in quel punto si trova una persona... può causare problemi.

Certo "che cacchio ci fà un ciaspolatore, un sci alpinista, ecc" in quel punto ? Certo... a volte tra ancoraggio e bully c'é una bella distanza... però...

Di fatto ci sono stati mostrati e descritti incidenti reali capitati per quel motivo... quindi, un pensiero di starmene alla larga mentre fanno quelle operazioni, me lo farei ;)

Adesso inizio la ricerca, ahah
 
Ultima modifica di un moderatore:
Se riesco a trovare il video che ci avevo mostrano in colonna lo condivido, sarebbe una spiegazione sicuramente molto migliore di ciò che riuscirei a fare io per iscritto, ahah
Adesso provo a cercarlo e a trovarlo ;)

Di fatto comunque il problema é causato da eventuali spostamenti a scatti, improvvisi, che può avere il cavo. Il verricello é sullo spazzaneve, ma il cavo viene fissato ad un ancoraggio e poi il "bully" può scendere di molto rispetto ad esso, facendo arrivare il cavo ad altezza uomo e spostandosi in alcuni casi in maniera "secca". Non sò se si dice così ;)

Adesso inizio la ricerca, ahah

effetto frusta
 
https://www.loscarpone.cai.it/dal-p...meKO1O2eoIar0uEGOO-Hp_Zj7yjbo0AJCKBatKqmq01EE

1636717121464.png
 
l'unica cosa obbligatoria e' usare la testa ...
sarebbe come una legge che dice " vietato andare forte in autostrada in caso di traffico "
Usare la testa sempre in ogni caso , a mio parere, chi frequenta abitualmente la montagna in inverno, sci o ciaspole poco importa, dovrebbe avere come dotazione il kit Artva-pala(possibilmente non in plastica)e sonda senza che ci sia una legge che lo imponga e magari ogni tanto fare dei test e delle prove di ricerca perchè se dovesse mai capitare un incidente non so quanti sarebbero in grado di usare l'Artva
 

Discussioni simili

Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso