Barbecue nel Cuki!

Ero indeciso se aprire il topic qui o in alimentazione..spero di aver scelto la sezione giusta! :)

Avete presente le griglie pronte che vendono nei supermercati? Apri, accendi, grigli e magni..?!
Pensavo, se io mi compro una vaschetta Cuki (d'alluminio ovviamente!), faccio un fuoco al suo interno, e griglio..dite che potrebbero comunque rompere le palline?! Forestale, gente che non si fa i cavoli suoi, e chiunque non abbia nulla da fare..
La vaschetta dopo l'utilizzo si può benissimo bagnare, lavare, e riciclare..logicamente la cenere la si sotterra da qualche parte!

Aspetto i vostri pareri..tenchiu! :biggrin:
 
Se e' vietato, e' vietato accendere il fuoco in quanto tale
Poi...
che differenza c'e' tra accenderlo in terra o in terra nel cuki
 
Se e' vietato, e' vietato accendere il fuoco in quanto tale
Poi...
che differenza c'e' tra accenderlo in terra o in terra nel cuki
...io penso che la differenza sta nel fatto che nelle griglie usa e getta c'è la carbonella come nei barbeque, mentre qui si tratta di accendere un fuoco con legnetti, e cmq accendere il fuoco in un contenitore è ben diverso che farlo a terra, almeno per chi "vigila"!!!
 
Se e' vietato, e' vietato accendere il fuoco in quanto tale
Poi...
che differenza c'e' tra accenderlo in terra o in terra nel cuki
In effetti ...... un fuoco è sempre pericoloso anche se è dentro una vaschetta di alluminio e, concettualmente, non cambia nulla fra un fuoco fatto con due legnetti, una pira e il barbecue (a livello di potenziale pericolo).

Se poi mi dici che è più gestibile perchè più circoscritto, se mi dici che più trasportabile, più pratico ..... è un altro discorso ...... ma alla forestale non credo che gliene ne frega un ciuffolo ..... se è vietato accendere un fuoco è vietato anche fare, molto probabilmente, un barbecue ..... in fin dei conti se ti cade può tranquillamente incendiare il sottobosco circostante e tutto quello che ne consegue ...... addirittura c'è chi ha ripreso chi aveva un fornellino a gas in una zona "pulita" dal sottobosco (nulla di più che parole ..... ma è pur sempre "antipatico" venir ripresi).

Ciao :), Gianluca
 
Concordo al 100% con Gianluca; anche se circoscritto non è possibile accenderlo.
Eventualmente lo puoi fare solo in aree attrezzate o fuori area boschiva, poi dipende anche dalle ordinanze comunali, provinciali o regionali.
In genere quando è posta la segnaletica che indica il divieto di accensione fuochi si intende fuoco a fiamma viva e quello prodotto dalla carbonella dentro il recipiente lo è.
 
A questo punto mi sorge un dubbio: secondo voi in una zona dove è vietato accendere fuochi non si puà usare nemmeno un fornellino a gas e/o ad alcool?
 
...non si puà usare nemmeno un fornellino a gas e/o ad alcool?
e quindi sempre estremizzando, neanche accendersi la sigaretta!

comunque statisticamente parlando, gli incendi nascono da atti vandalici, volontari e, rarissimamente, quando sotto un falò si accendono le radici che camminano accese sottoterra appiccando poi a distanza l'incendio. ovviamente le autorità per mettersi al sicuro emanano "fuoco per nessuno".
Ma se uno di noi, con le 1000 attenzioni del caso (di cui il forum è pregno) accende un fuocherello in mezzo al bosco (si è detto anche questo), chi lo viene a sapere?
Adesso mi denunciano per apologia di reato...

Per tornare all'idea di Alberto: mi sembra buona, ovviamente avresti una sorta di hobo stove modernizzata.
 
Nelle aree attrezzate e' ammesso il fuoco nei recipienti in loco.
Nel bosco e' sempre vietato.
Io son capace a circoscriverlo molto bene anche a terra ma si sa che la madre degli imbecilli e' sempre incinta per cui onde evitare e' meglio proibirlo a tutti.
Il fornelletto si puo' usare anche nei boschi perche' il problema (sempre degli imbecilli) non e' il fuoco in se quanto la gestione delle braci.
Poi do ragione a Spyrozzo eccetto quando dice che le radici portano il fuoco a distanza.
Infatti io me lo accendo normalmente e non mi e' mai scappato. (altra apologia :) )

Come si rende un fuocherello innoquo?

Cercare un posto con erba verde o sassoso.
Evitare di accenderlo in presenza di erba secca
mai sotto la chioma di un albero
Se ci sono foglie secche spazzarle accuratamente per un raggio di un metro
fare un circolo di pietre onde evitare il rotolamento della brace.
Non abbandonarlo mai finchè la brace e' accesa sotto la cenere.
A volte la mattina dopo c'e' ancora brace che cova. Per saperlo basta toccare la cenere.
In questo caso posare sopra delicatamente altre pietre onde evitare che il vento faccia volare.
Aggiungere terra fra le pietre.
Il fuoco deve essere piccolissimo con fiamma mai piu' alta di 50/60 cm
deve essere acceso quando e' quasi notte in modo tale che non sia vista la colonna di fumo
Deve essere riparato alla base di un grosso sasso in modo che non possa essere visto da lontano
Se non e' apologia questa!
Chi ha voglia di violare la legge, almeno sappia come fare ad evitare danni immensi.
Altra cosa importante: c'e' differenza legislativa tra accendere un fuoco che non si puo' espandere oppure accendere un fuoco atto ad espandersi.
Nel primo caso e' prevista solo sanzione amministrativa (circa 100 Euro) mentre nel secondo caso si tratta di reato di incendio (sanzione di 2000 euro)
Se poi l'incendio si sviluppa realmente si e' chiamati a risarcire allo stato tutti i danni (e qui son cassi acidi!)

...Mai stato cosi' prolisso: non lo faro' piu'
 
Purtroppo il "buon senso" non è ancora una dotazione standard per nessuno ...... c'è chi c'è l'ha e chi non c'è l'ha ..... le leggi "restrittive" colpiscono sia chi c'è l'ha ma anche chi non c'è l'ha (il buon senso) e se per i primi è effettivamente una restrizione per i secondi meno male che esistono queste leggi o, prima o poi, qualcuno accenderebbe una pira alta 10 metri (con vento) in mezzo ad un pineta con un bel tappeto di aghi, appunto, di pino e poi si stupirebbe se tempo qualche minuto e la pineta và a fuoco.

Le leggi, come i vari regolamenti, se esistono vanno rispettati ..... poi "occhio non vede cuore non duole" oppure, se preferite, sapendo a cosa uno và incontro ;) ..... ma, opinione mia, se c'è un qualcosa che reprime la libertà altrui è perchè, indicativamente, c'è stato prima un abuso ...... e visto che nessun c'è l'ha scritto "in fronte" :D il legislatore non guarda in faccia a nessuno e colpisce i belli ed i brutti (purtroppo) ma considerando la stupidità umana ...... per fortuna che lo fà.

Ciao :), Gianluca
 
mi sono guardato un po' di leggislazione ma non mi sembra si faccia riferimento a fornelletti a meno che non si tratti di periodi e/o zone ad alto rischio incendi allerta che tra l'altro va comunicata espressamente. In tal caso c'è a quanto pare addirittura il divieto di fumare. Qualcuno ha altre informazioni in proposito?
 
@Gruccione: tutto giusto.
Lo "stato di grave pericolosità" viene attivato mediante decreto dalla Regione.
Per tutto il periodo dello stato di grave pericolosità è vietato fumare, accendere qualsiasi tipo di fuoco dentro e vicino al bosco, cosi come è vietato usare apparecchi elettrici, a fiamma o a motore che possono provocare scintille.
Lo stato di grave pericolosità puo' essere indetto anche e solo per aree a rischio o singole provincie
 
Ultima modifica:
Non è solo l'accendere per terra un fuoco, ma bisogna anche fare attenzione a quello che c'è attorno: distanza minima dalle piante, se c'è vegetazione sopra di noi o se abbiamo direttamente il cielo, che materiali abbiamo attorno, ecc ecc.
 

Discussioni simili



Alto Basso