Informazione Bivacco Coldosé

Ciao a tutti,
mi piacerebbe salire al Bivacco Coldosé tra qualche settimana, ho provato a cercare in giro una traccia gpx del percorso partendo dal rifugio Refavaie dal momento che ho letto che il sentiero non è segnato benissimo e con la neve potrebbe essere più difficoltoso trovare i pochi segnali.
Qualcuno di voi ha o ha trovato in giro una traccia gpx? Inoltre volevo chiedervi quanto, all'incirca, si impiega a salire dal Refavaie (so che è qualcosa in più di 1000 mt di dislivello), se ci sono passaggi "pericolosi" o particolarmente ripidi (ho un cane con me) e se eventualmente vi sono altre vie di accesso oltre al già citato Refavaie.
Grazie mille!
Serena
 
ciao carissimo.
Dal refavaie sono sui 1100m di dislivello. Inizialmente parti su una strada bianca. Ad un certo punto c'è un bivio, tutto segnalato. Uno ti porta in coldosè e uno ti porta verso malga fossernica. Prosegui sempre sulla mulattiera il mezzo al bosco che sale sulla sinistra della valle (un po noiosa)Ad un certo punto trovi un bivio sulla destra e comincia il sentiero che nella prima parte presenta alberi caduti ma senza problemi. Successivamente il sentiero a mio avviso diventa pericoloso perchè sale in costa in una zona molto valanghiva. Io in questo periodo non ci andrei personalmente.
Recentemente ho incontrato dei ragazzi in zona poco atrezzati e poco informati sulla zona che hanno vagato per molte ore (10 ore) e poi un po spaventati hanno fatto dietrofront.
Senza neve ci impieghi 3h-3.30h a seconda del passo.
Con la neve diventa un percorso diciamo da esperti ben attrezzati con ramponi ecc. Attenzione all'esposizione del luogo a grosse valanghe. Poi nella parte finale non vi sono particolari problemi.
Come tempi potresti impiegarci anche 5 ore.
Altro accesso più semplice e con meno dislivello è andare a Predazzo. Si risale fino a malga valmaggiore (1600m) in macchina per stradina asfaltata e poi bianca. In inverno non so se sia ghiacciata o chiusa perchè comunque esposta a nord quindi in ombra. Bisogna chiedere informazioni a Predazzo.
D'estate nei mesi più frequentati so che c'era un divieto da un certo punto. Io sono andato 2 anni fa in ottobre e sono passato tranquillamente (nessun divieto). Dalla malga parte un sentiero in salita mulattiera ora liberato da alberi caduti che conduce a malga moregna con omonimo lago e successivamente verso il lago delle trote e di qui in forcella coldosè. Questo tragitto non presenta grandi difficoltà sempre con l'attrezzatura giusta e occhio in caso di neve abbondante nell'ultima parte. Chiaramente da malga valmaggiore i tempi si accorciano visto il minor dislivello.

Risulta più agevole, con un po di attenzione nell'ultimo tratto, raggiungere il bivacco Paolo e Nicola da Refavaie percorrendo la val fossernica. Anche qui il sentiero è stato abbastanza bene liberato da alberi ed è segnato.
 
Confermo che il Coldosè in invernale non lo consiglierei... Tientelo per l'estate, ne vale assolutamente la bene...bivacco spettacolare, così poi ti fai un'idea se è adatto a te per l'inverno
 

Discussioni simili



Alto Basso