Recensione Black Mamba - Luca Donati

Ciao ragazzi inizio questa piccola recensione con una prima parte non esaustiva del mio nuovo coltello (Artigianale)

Il coltello è un multiruolo da campo con lama da 19cm spessa 5mm e alta 4,5 circa in C70 forgiato e temprato secondo il metodo di Luca
Affilatura Full Flat con microbisello
Peso finale sui 450g (pensavo meno)
La lama è stata poi passivata per dargli quel colore brunito, molto bello.
Il coltello nasce come coltello da lavoro con manico in g10 Arancione fatto su misura per la mia mano.

Fodero in Krydex con un sistema ottimo di ritenuta.

Per ora ovviamente è giusto un accenno di recensione in quanto l'ho provato un oretta ieri, ma alcune cose posso già dirle.
Bilanciamento. La scelta di Luca per il bilanciamento è interessante, poco più avanti dell'inizio del manico (dove arriva la mano) quindi leggermente avanzato.
Con un lacciolo posteriore si usa come una lama da 24-26 cm di lama con presa molto arretrata sulla fine del codolo mentre con la presa avanzata (normale) si riesce ad usarlo bene per tutte quei compiti che richiedono l'uso della prima parte del filo, tipo riccioli ecc
Affilatura, ottima. Taglia benissimo a rasoio su tutta la lama, anche sulla punta fino al fondo (cosa non così scontata).
Il Black Mamba ha un ottima penetrazione e lavora bene sui lati grazie al bisello full flat. Non è una lama da spacco, dove potrebbe essere preferibile un bisello half flat e magari anche un microbisello convex però il suo lavoro nello spacco lo fa, se deve, e con qualche cautela. Nel chopping lavora bene (devo fare ancora qualche prova) e anche nei lavori di fino se la cava in tutto.
le prove che farò in questi giorni saranno proprio queste, chopping, qualche lavoro di fino e qualche spacco su legna non troppo rognosa.

Resilienza. Il C70 trattato così, anche a detta di Luca, è molto resiliente, tiene anche abbastanza bene il filo. Il microbisello dopo qualche lavoretto più pesante rimane affilato ma perde il mordente per cui basta una stroppatina e torna a nuovo in pochi secondi. Essendo un coltello da lavoro, è una caratteristica che mi piace.
Considerando anche il fatto che alla fine, anche in campo o a casa, prendersi 5 minuti per ravvivare il filo, per me, è un momento di relax molto piacevole.
Anche la scelta dell'acciaio C70 invece del Niolox è stata dettata anche un po' da questo aspetto. Con il niolox pare che non ci si debba preoccupare e prendere molto cura della lama, cosa che a me piace molto fare. Mi da soddisfazione consumare i coltelli^^ :) si lo so son pazzo io.

Quasi dimenticavo, la lama "suona" molto. A causa del tipo di bisellatura flat e dell'acciaio; ha un suono particolare che non mi era mai capitato di sentire.

Il costo è stato, secondo me più che onesto. 320€ per il coltello e fodero spedito.

CAD lo trovate qui se volete chiamarlo. é una persona molto disponibile e trasparente, con quella schiettezza "romana" che mi piace sempre molto.
Verità fuori dai denti.
https://www.facebook.com/ColtelliArtigianaliDonati/

Se avete domande o se ho dimenticato qualcosa chiedete pure, per le mie scarse competenze, cercherò comunque di rispondere.
Vi lascio in link un piccolo video con l'unboxing e alcune delle prime piccole prove.
VIDEO
 

Allegati

Ultima modifica:
Bellissima lama!! Ben realizzata e con un manico molto comodo e funzionale!! La scelta cromatica è molto interessante.. Ottimo anche il prezzo. I coltelli forgiati hanno sempre un fascino particolare e sono curioso di sapere in cosa consiste il metodo di Luca.

Il suono che fa è dovuto allo spessore esiguo associato al tipo di bisellatura. Mi permetto di fare due appunti tecnici.. La bisellatura non è propriamente un full flat quanto un Sabre alto. La resilienza non è la tenuta del filo, ne è correlata alla tenuta del filo, indica la proprietà di un acciaio di assorbire energia durante gli urti, con deformazioni plastiche ed elastiche fino alla sua rottura. Più è alta la resilienza, maggiore è la sua capacità di assorbire un impatto senza rompersi e senza restare deformato. La parola deriva dal verbo latino resilire coniugato al participio, che vuol dire saltare indietro. La resilienza è direttamente correlata alla composizione dell'acciaio, al trattamento termico e alla sua durezza. Si può compensare la mancanza di resilienza con l'aumento dello spessore in gioco, cosa vista spesso con il d2 o con acciai inox. Non va confusa con la resistenza, che si misura con prove di trazione o di carico, ne con la tenacita, che è l'energia assorbita dalla lega metallica durante una deformazione plastica. Gli acciai al carbonio hanno di base una buona resilienza a causa della composizione, qualcuno spicca particolarmente come il cpm3v, 4v, cru wear, cru forge, k720, 52100 ecc.

Mi piacerebbe vedere qualche altra foto sul campo o qualche piccolo confronto nel chopping, per avere riferimenti.. Intanto complimenti ancora per l'acquisto!!
 
Hai ragione, l'ho scritto in maniera non corretta eheheh
Si, ha quel pezzo di lama senza bisello che la rende una sabre alta in effetti. Grazie per la specifica, la tua conoscenza mi sbalordisce sempre^^ eheheh
Il disegno del black mamba "normale" è full flat (da lì l'errore^^)

In questi giorni farò proprio delle prove di chopping con il lacciolo montato.
Aggiornerò con un piccolo video

Si il manico è una bomba, comodissimo. Per il trattamento dovresti chiedere a lui, io non me ne intendo così tanto e non saprei nemmeno gestire l'informazione. Chiedigli, se è una cosa che può e vuole condividere, te lo dirà sicuramente.

Grazie Zoro
--- Aggiornamento ---

Secondo step, chopping e confronto con bk9

Video recensione 2
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso