Recensione Boker Plus Mini Tracker

Ciao a tutti, qualche settimana fa mi è stato regalato questo coltello e ho pensato di farci una recensione. Come spesso accade in questi casi, i regali sono sempre una incognita e questa lama è molto distante dalla mia concezione odierna di coltello che solitamente ricalca lo stile classico, tuttavia ce l'ho e cercherò di usarlo.
Questo Mini Tracker è prodotto dalla Boker Plus, ha una lama in acciaio 1095 lunga poco meno di 14 cm, con uno spessore di 5mm. La manicatura è in micarta verde, la costruzione è fulltang e il fodero in Kydex per un peso poco sotto ai 300 grammi.

Il coltello arriva in una scatola di cartone nera molto ben fatta con tanto di chiusura a magnete. All'interno è perfettamente riposto dentro all'imballo sagomato, separato dal fodero e dalla clip di aggancio e questo mi ha davvero stupito visto che ho coltelli da 200 e passa euro dove il produttore non ha la stessa attenzione per i dettagli.

218694


218693


Il fodero è formato da un singolo foglio di Kydex ripiegato, come molto spesso accade nelle produzioni economiche, tuttavia sembra abbastanza robusto ma questo solo il tempo me lo dirà.


218695



218696



Ogni coltello è numerato

218707


Il fodero in Kydex ha una clip proprietaria, più esile rispetto alla classica tek lok ma sembra funzionare a dovere, chiaramente adatta al porto orizzontale e verticale.

218697


In uscita non uso mai la tecnica del batoning con il coltello perchè trovo migliori altri attrezzi ma quando è nuovo lo faccio sempre perchè è il modo più semplice e veloce per capire se ci sono dei problemi con il trattamento termico, sia in termini di filo ma anche di struttura. In questo caso andava fatto con maggior forza e minor scrupolo visto che il primo video che ho aperto sul tubo mostrava un coltello fallato.

218698


Ho provato a fare dei riccioli usando il dentino caratteristico di questa tipologia di coltello che si forma raccordando i due profili di lama, e devo dire che è stato semplice e immediato.

218699


Il bordo superiore non è propriamente a 90° o meglio non è a spigolo vivo ma l'acciarino non ha avuto problemi e le scintille sono state assolutamente abbondanti e generate con poca fatica.

218700


218701



......... dopo il firesteel

218702



Conclusioni:

Non possedevo un Boker prima di questo, essendo "Plus" significa che la produzione è cinese un pochino come la Fox con la linea Black. Questo coltello fin da subito mi ha stupito perchè se è vero che la scatola e lo stoccaggio sono ben realizzati, anche la lama non è da meno: non ho trovato sbavature di nessun tipo, la manicatura è accoppiata perfettamente, il terzo pins passante per la dragona è svasato e produttori ben più blasonati spesso non ci pensano.
La manicatura risulta comoda anche nel lungo periodo ma in presa arretrata per choppare consiglio un laccio perché tende a scivolare...........non ho mai perso il coltello di mano ma la sensazione è quella. La presa avanzata invece, con il pollice sopra allo spine, offre un controllo totale.
Dopo tre ore di utilizzo, la lama ha perso filo in maniera progressiva e in linea con gli altri 1095 che possiedo e al momento non necessita di riaffilatura; probabilmente dopo la prossima uscita sarà un intervento comunque da fare. La copertura protettiva ha cominciato a cedere pesantemente e anche le scritte, suppongo stampate al laser, si stanno logorando in fretta. La cosa personalmente non mi dispiace, amo i coltelli "vissuti" ma capisco che ad altri possa dare fastidio soprattutto, se accade, dopo il primo utilizzo.

218703



218704
 
Ultima modifica:
Grazie per la recensione. Complimenti anche per le foto.
La versione full size del Tracker di Tom Brown era il coltello protagonista di "The Hunted", una sorta di remake di Rambo che all'epoca - ormai un bel po' di anni fa - mi era piaciuto tantissimo. Oggi ancora più di ieri questo coltello è molto distante anche dalla mia concezione di coltello da outdoor. In ogni caso trovo che questa versione scaled down sia più bella e sfruttabile di quella originale, e apprezzo che abbiano omesso quella "pseudo - seghettatura" presente sul dorso della lama del Tracker full size che non ho mai digerito.
 
Ciao a tutti, qualche settimana fa mi è stato regalato questo coltello e ho pensato di farne una recensione. Come spesso accade in questi casi, i regali sono sempre una incognita e questa lama è molto distante dalla mia concezione odierna di coltello che solitamente ricalca lo stile classico, tuttavia ce l'ho e cercherò di usarlo.
Questo Mini Tracker è prodotto dalla Boker Plus, ha una lama in acciaio 1095 lunga poco meno di 14 cm, con uno spessore di 5mm. La manicatura è in micarta verde, la costruzione è fulltang e il fodero in Kydex per un peso poco sotto ai 300 grammi.
...
Domanda, c'è un vantaggio particolare in una lama di quella forma un po' inusuale?
 
Francamente non te lo so dire, oggi è stato il primo utilizzo, il coltello si è comportato bene ma tanto quanto un classico di eguale misura.
 
Complimenti per la recensione!!! Mi piace che abbiano rielaborato il concetto originale del coltello e soprattutto mi piace che non ci sia la sega sul dorso. Per essere un regalo, è stato sicuramente apprezzato, poteva andare molto peggio. Esteticamente è uno di quei coltelli che o ami o odi, ma nel complesso mi sembra ben fatto.
 
Grazie a tutti.
Mi ero ripromesso di non farlo ma alla fine non ho resistito e ho dato un'occhiata al prezzo. Credo che i 65 euro chiudano il cerchio in positivo.
 

Discussioni simili



Alto Basso