Boker plus PSK e i coltelli da survival "piccoli"

Salute a tutti,

da qualche tempo mi rigiro le foto del Boker plus PSK e devo dire che - estetica a parte - faccio un poco di fatica a capire questo modello e mi chiedo ...
Ma ha senso un coltello da survival (PSK sta per Personal Survival Knife) spesso 5 mm, fatto con tutti i crismi ma con l'impugnatura a 3 dita e manco 7 cm di lama?
Forse sbaglio ... ma se mi trovi in un contesto outdoor (per non dire di sopravvivenza) una impugnatura comoda e 10 cm di lama sono il minimo sindacale o forse mi sfugge qualcosa?
Dando una occhiata ai cataloghi pare che stiamo scivolando dal gigantismo ai nuovi coltellini dei vari divi della TV.
Voi che ne dite?
 

Allegati

  • boeker-plus-psk-11091823658336.jpg
    boeker-plus-psk-11091823658336.jpg
    23,2 KB · Visite: 2.750
carino :D , assomiglia ad un neck knife per com'è fatto.
per il survival si parla di una situazione di emergenza , quindi non calcolata e in questi momenti può tornare utile anche una lametta per la barba.
il coltello in questione quindi lo vedo come coltello di backup , cioè se si rompe o si perde il coltello principale utilizzi questo , che entra senza alcun problema in un qualsiasi kit di emergenza perchè pesa e ingombra poco
 
E'proprio questo che non capisco ... il PSK non viene proposto come coltello da backup o neck knife (infatti è suggerito in questo ruolo il pocket bowie sempre della Boker plus su design di Tom Krein) ... ma come coltello principale.
Senza fare troppe divagazioni ... ma a voi basterebbe come prima lama?
F
 
Senza fare troppe divagazioni ... ma a voi basterebbe come prima lama?

Non sono un esperto ma a me sembra limitativa come lama, nel senso della lunghezza, per non parlare dell'impugnatura
Poi dipende dalle situazioni. Ho sempre letto che la sopravvivenza è l'arte di arrangiarsi con pochi mezzi, sfruttando al massimo quel poco che si ha anche se sembra inadatto.
Forse la Boker con questa lama vuole rispecchiare questa filosofia
 
A mio parere - sempre opinabile come tutti - è più che sufficiente. Nel contesto outdoor quello che ritengo fondamentale è che la lama si affidabile, affilata e versatile, quindi che abbia uno spessore tale da permettere di appuntire rametti o pulire rami o ossa senza rischiare di romperla, e tagliare ciò che serve quando serve, dal sagolino alla suola di una scarpa ad una cinta - per questo, con scandalo per molti forumisti ;), detesto gli opinel: troppo sottili, inclini a spezzarsi, poco versatili, acciaio scadente che perde il filo alla velocità del lampo. Quindi quei pochi centimetri potrebbero essere più che sufficienti per la grandissima parte delle occasioni. Poi certo, anche a me piacciono e preferisco coltelli più "impugnabili" e comodi, ma l'utilità di uno più piccolo e meno comodo rimane, anche se io non me lo comprerei...
 
detesto gli opinel: troppo sottili, inclini a spezzarsi, poco versatili, acciaio scadente che perde il filo alla velocità del lampo.

Effettivamente hai toccato un argomento moooolto delicato.
Sono talmente affezionato ai miei Opinel che non gli scambierei per nessun motivo al mondo.
Sul fatto che perdano il filo alla velocità del lampo avrei qualche perplessità.
 
Non avevo intenzione di scatenare polemica eh, Dio me ne scampi :) . Ho detto solo che non mi piacciono come coltelli da outdoor e il perchè, senza offesa ai possessori :)
So che sono molto amati e hanno buone ragioni per esserlo, è che non rientrano nei canoni sopra detti, quindi non li metterei nel mio bagaglio, senza togliere niente a chi li adora e al marchio storico.
 
Si, anche a mio parere è un tantino piccolo !!
cane2.gif

E dalla foto mi sembra a lama fissa.
Anche se condivido quello che dicono Kima e Antoine, in caso di
emergenza va bene tutto, io ho sempre avuto coltellini multiuso Victorinox di
varie dimensioni, poi circa dieci anni fà mi hanno regalato una pinza multiuso
Swiss Tool (Victorinox) e da allora è sempre con mè !!
La uso per tutto, anche a lavoro ed è indistruttibile, con la lama per il legno ci
taglio il cartongesso e involontariamente, ho tagliato anche un mattone forato e
la lama non si è minimamente rovinata.
Comunque è vero, per risparmiare peso e spazio si miniaturizza tutto !!!
cane1.gif


Buona avventura a tutti !!!
 
Diciamo che l'utilità può essere :lo metti in tasca e no ti accorgi di averlo addosso, ma hai sempre con te qualcosa con cui tagliare quando ne hai bisogno, pesa poco, ingombra poco quanto costa? Credo che anche se la lama è piccola potrebbe essere stato più utile con un'impugnatura "minima sindacale" nel senso che un oggetto tagliente se non si impugna bene inizia a diventare rischioso se ti scappa di mano mentre fai forza!!! Se poi costa pure tanto allora siamo di fronte alla solita boiata che cerca di conquistare una fetta di mercato e se la "moda" sta andando in questa direzione prepariamoci a video fantasmagorici dove con una lama di questo tipo si potrà fare di tutto. se costa molto credo che sarà in qualche acciaio di quelli che viene dalla luna!!!!
 
Io non cercherei sempre il perchè di certe forme e dimensioni. Certi coltelli vengono fatti solo per esigenze di catalogo.
 
70 euro ???? haaaaaaaaaaaaaaa terremoto e tragedia........ porca vacca ragazzi non so voi ma per me 70 euro sono 70 euro ....ma il buon vecchio MORA da 20 euro non se lo fila piu' nessuno ?????
 
costa 70 euro e pesa 180 grammi

... ... con quella cifra ci prendi un leaterman o la pinza victorinox che cita macchiaonline (mi sa che si aggira attorno a quella cifra, non ricordo con precisione) che gli fa un bucio tanto! a quel tanto trovi bella roba davvero. no no, 5/10 euro va bene, ma settanta te lo vendono con la vaselina.
Se si deve prendere un giocattolino non si può spendere tanto..
Ieri ho comprato un coltello nella bottega cinese, la qualità è quella che è ma taglia come un rasoio e costava due euro!
Con settanta euro ne prendevo 35!!
A quel punto meglio l'opinel :lol:
 
Torniamo sempre al solito discorso.....bisogna dividere la passione dagli utensili.

Tolte poche eccezioni i coltelli si comprano col cuore non con la mente. Come tutto del resto....
 
non mi stancherò mai di dirlo:
la validità di questo o di quel coltello è soggettiva e si apprende con l'uso e nel tempo.
cadmo è felice con l'opinel n.8 (p.es.) io con il mio bassolegato (una quasi sciabola), cromm con il suo mora. alla fine ognuno difenderà fino alla morte la sua lama.
NON ESISTE LA LAMA PERFETTA, NON ESISTE LA LAMA VALIDA PER TUTTE LE OCCASIONI.

a proposito di survival, avete visto quel coltello che come lama usa quella del taglierino? ecco un'altra interpretazione...
personalmente se mi dovessi trovare da solo in alaska preferirei un bowie...
 
Sile86 Se mi accetti un 50% cuore e 50% mente, concordo :) In fondo potremmo anche trovare l'utensile perfetto (che a priori non esiste), che se per caso ci comunicasse qualcosa di negativo non lo sceglieremmo...
Spyrozzo concordo in pieno, non esiste assolutamente.
 
Allora, credo che tutti siamo d'accordo che non esiste il "ferro" perfetto per ogni occasione. Così come non esiste il vino perfetto, l'automobile perfetta etc etc ...
Io però volevo un vostro punto di vista su questo coltello "nonsense" (almeno a imho) e più in generale sul fatto che ormai i cataloghi di lame vanno per mode.
Voi andreste in giro con un coltello con una lama da 7 cm scarsi o sono sotto il minimo sindacale?
 
Alto Basso