Borraccia Alluminio o Plastica

Io uso tutti i giorni per andare a lavoro una borraccia di alluminio comprata a Decathlon, ho letto però a giro per la rete che l'alluminio è tossico, mentre alcuni sostengono che nn sia vero perché l'organismo lo espelle senza assorbirlo. Che voi sappiate è una bufala?? Nn mi sento tanto tranquillo e sto pensando seriamente di buttarla e comprarne una di plastica. Considerando che la borraccia la porto nello zaino e prende continuamente botte nn è che delle particelle di alluminio si staccano e me le bevo?? La cosa mi è venuta in mente perché se tento l'acqua per+di 24 ore prende una sapore nn gradevolissimo....la plastica che io sappia nn è tossica al 100%...
 
se usi la funzione "cerca" in alto a destra, vedrai che ne abbiamo già discusso e potrai trovare molte risposte.
Veramente ho cercato e nn ho trovato niente di soddisfacente, mi bastava una risposta tipo: "usa tranquillamente la borraccia d'alluminio" oppure "fatti quella di plastica almeno sei sicuro al 100%", va beh cercherò altrove....
 
se usi la funzione "cerca" in alto a destra, vedrai che ne abbiamo già discusso e potrai trovare molte risposte.
Veramente ho cercato e nn ho trovato niente di soddisfacente, mi bastava una risposta tipo: "usa tranquillamente la borraccia d'alluminio" oppure "fatti quella di plastica almeno sei sicuro al 100%", va beh cercherò altrove....

se ne è parlato decine di volte in piu discussioni; ti è stato indicato di usare la funzione cerca per evitare al forum di intasarsi di discussioni simili, e dara la possibilità a tutti di cercare facilmente quello che si vuole e ottenere informazioni dettagliate senza perdersi in una miriade di topic
 
L'alluminio puo' creare problemi di tossicita' quando parliamo di padelle per cucinare dentro cui si lasciano residui di cibi acidi e si graffiano con le forchette od altro.Si dice che se ingerito in dosi eccessive possa favorire l'Alzaimer, ma prendi con le pinze questa affermazione. E' difficile che possa staccarsene quanlche residuo, la borraccia puo' rilasciare particelle magari se sfregata di brutto. Potresti provare le bottiglie della Nalgene

nalgene-bottle (300 x 235).jpg

ma fai attenzione che abbiano questa scritta: "BPA Free", non le ho provate finora,ma dicono che a differenza di quelle in alluminio non producano cattivi odori.
 
Ultima modifica:
Ho fatto una ricerca sulla plastica in genere e sembra avere effetti+nefasti dell'alluminio, mi sa che passero al vetro, se riesco a trovare una borraccia di vetro.....oppure in acciaio inox che nn dovrebbe dare i problemi dell'alluminio. Ho fatto 2 conti e bevo sui 200L l'anno dalla borraccia e preferirei nn avere brutte sorprese.
 
Ultima modifica:
risposte certe non ne troverai mai. ci sono 100.000 ipotesi e 200.000 tesi che dicono tutto e il suo esatto contrario. ogni tanto esce un nuovo materiale che ha del miracoloso e dopo sei mesi è diventato cancerogeno. sono i vantaggi e/o svantaggi della rete: ognuno dice la sua ma, purtroppo, non è detto che ciò che dice sia sempre intelligente.
 
Ho fatto una ricerca sulla plastica in genere e sembra avere effetti+nefasti dell'alluminio, mi sa che passero al vetro, se riesco a trovare una borraccia di vetro.....oppure in acciaio inox che nn dovrebbe dare i problemi dell'alluminio. Ho fatto 2 conti e bevo sui 200L l'anno dalla borraccia e preferirei nn avere brutte sorprese.
Permettimi di suggerirti la possibile nuova borraccia in vetro.
Normalmente si trova da 500 ml ma ne ho viste anche da 1,5 - 1 e 0,75 lt.
Si possono trovare anche in ceramica.
Qualsiasi buon supermercato le vende e se sei astemio mi metto in lista per svuotarla, lavarla ed asciugarla. :D
Ciao, Gianluca

PS.: Quella in foto è una birra Italiana ma ne trovi "n+1" fra le weiss, le trappiste, ect. ect.
PS del PS.: Esistono anche le bottiglie da 1 lt con la "macchinetta", si usano per il vino ..... costo (vuote) uno o due euro. Se le trovi solo piene e sei astemio ..... vedi sopra. :D
 

Allegati

Io dico solo meno seghe mentali, che di qualcosa si deve pur morire.
Una classicissima borraccia Sigg, Quechua o Ferrino va sempre bene.
 
da un punto di vista ingegneristico posso dirvi questo:
-la plastica alla lunga degrada favorendo la proliferazione di batteri e microrganismi; non so se avete mai provato a riempire una bottiglietta di plastica più volte, alla fine l'acqua puzza da muffa. pulirla è inulite, per questo si parla di "bottiglie riciclabili", si buttano e via.
-l'alluminio ha una struttura superficiale porosa che potrebbe degenerare in allumina se portato alle alte temperatura, cuasando un distacco di piccole particelle di cui onestamente non conosco gli effetti (anche io avevo letto che alla lunga aumentava il rischio di l'Alzaimer).

concludendo, con l'acqua non dovrebbe creare problemi. per la puzza confermo, anche io ne ho una di alluminio e vedo che l'odore non è fantastico se rimane troppo tempo chiusa; probabilmente proprio perchè la struttura porosa trattiente microrganismi che proliferano.
Il rischio dovrebbe sussistere solo per le stoviglie in alluminio (SE ESISTE!); ma penso che cucinare una volta ogni tanto con i pentolini da campo non arrechi danni.
 
Sono veramente colpito dai vostri propositi salutistici. Veramente. Mi farei invitare a casa vostra, a mangiare, solo per la curiosità di vedere come preparate le varie cibarie, cosa mangiate e bevete.
Sinceramente.

Perchè dico questo ? Perchè io sono meno salutista di voi e, probabilmente, un giorno me ne pentirò e vi invidierò ...... e sarà troppo tardi !!!!

Io uso normalmente l'alluminio in tante cose che vanno a contatto con il cibo che poi "facogito", ad esempio:

uso i comunissimi contenitori di alluminio per riporre i vari alimenti nel surgelatore.

gli stessi che poi finiscono in forno per cuocere questo bel arrostino

Vado spesso in ristoranti che usano pentolame in allumino

anche perchè è il materiale più diffuso nelle cucine professionali (per il pentolame).

Non bevo quantità industriali ma sicuramente qualche lattina di coca cola, o una birretta, mi scappano; certo è un alluminio trattato internamente ma magari qualche nano grammo di allumina ci scappa.

Uso da "n" anni una borraccia di alluminio per bere e sicuramente sarà intarsiata di micro organismi ed inoltre uso una gavetta di alluminio che comprai in un negozio di surplus militare (a Torino al baloon) che molto probabilmente ha fatto la guerra

e non è quella smaltata/verniciata di verde degli anni '70. No, è proprio quella della seconda guerra (o quanto meno ci assomiglia molto).
E vi dirò di più, ho appena ordinato da Militaria due borraccie Italiane di alluminio con annesso gavettino.


Sono sicuro che tutto questo alluminio non mi faccia bene.
Ma che volete ...... il masochista che c'è in me ha il sopravvento sulla parte raziocinante.
Ciao, Gianluca

PS.: Ovviamente questo è quello che IO faccio con l'alluminio. Quello che eventualmente vuole usare il vetro, piuttosto che la plastica o l'acciaio inox, il tetrapak o qualunque altro materiale, per me, fà bene se lo ritiene migliore....... non vendo alluminio. ;)
 
Ultima modifica:
Guarda io bevo da bottiglie d'acqua in plastica riempite anche 100 volte e che sanno di stramuffa quando arrivo al fondino... quindi ti capisco.
Il discorso però secondo me è semplice: Il vetro è il contenitore migliore.
Certo, si rompe se cade in terra e pesa assai rispetto ai concorrenti acciao, alluminio e plastica.. ma se queste due "controindicazioni" non interessano, perchè non usarlo?
Anche da un punto di vista ecologico è il top, si ricicla al 100% e si riutilizza ancora di più...
 
Ma se tutte queste voci e allarmismi sui materiali fossero veri, perchè le varie autorità competenti in sanità non li bandiscono come contenitori alimentari?

So che sicuramente il discorso prenderà una brutta piega, ma possibile che nessun governo bandisca detti recipienti dalla vendita perchè dannosi? che nessuno abbia fatto analisi? c'è un giro di mafie varie dietro ed è per questo che rimangono ancora in vendita?

Voglio dire, se compro qualcosa di "certificato" prodotto magari da un azienda seria e rinomata nel settore alimentare dovrei stare relativamente sicuro no?

Poi son d'accordo che ogni tanto vien fuori la porcata, ma in linea generale se sono ancora in commercio e se nessuno gli ha ancora fatto causa per malattie fulminanti, forse un motivo ci sarà, o sono io che mi faccio poche paranoie e in realtà dovrei preoccuparmi perchè le varie aziende leader del settore magari si "comprano" chi fa le analisi?

Bisogna per forza vivere in questo stato di ansia mediatica perenne?
 
Ma se tutte queste voci e allarmismi sui materiali fossero veri, perchè le varie autorità competenti in sanità non li bandiscono come contenitori alimentari?
perchè il tipo di malattie che possono provocare agiscono a lungo termine, non sono ancora conosciute al 100% eperchè questi materiali possono provocarle da un punto di vista teorico anche perchè sarebbe impossibile escludere nella diagnosi di una persona malata ogni possibile fattore dannoso a parte l'alluminio e compagnia bella.
 
Spinto dallo spirito di riconsiderare la mia posizione mi son andato a documentare maggiormente sull'argomento.

In generale rimango dell'idea che tanto di qualcosa si deve pur morire, ho comunque letto cose abbastanza inquietanti sulla questione bpa che mi han lasciato numerosi interrogativi a riguardo di tutti gli oggetti che usiamo solitamente per mangiare e dissetarci e devo dire che la mia nalgene molto probabilmente potrebbe diventare un portaoggetti a tenuta stagna, anche se a tutt'oggi non viene dato come certo il rischio su un organismo adulto per un assunzione inferiore a 50mg per kg di bpa.
Per i neonati però la possibilità di interazioni durante la crescita sono state accertate in laboratorio su cavie con percentuali minori ai 50mg, infatti son stati vietati i biberon non bpa-free.

Allargando un pò il discorso credo sia un autentico casino districarsi in mezzo a così tante informazioni, talvolta contrapposte sugli oggetti che ci circondano, sono sicuro che magari smetto di usare questa bottiglia di nalgene per usi alimentari, ho controllato il camelbak e continuo a usarlo perchè è bpa free, ma magari domani stesso nel cartone del latte (che non bevo tra l'altro) scoprono che ci sono delle sostanze che fan male (come si diceva del tetrapak), e così via.. non se ne esce più fuori.

Alle volte verrebbe voglia di mandare a f.....o tutto, comprarsi 10 capre e andarsene a vivere sui monti, dannati lati negativi del progresso.
 
Appoggio l'idea di znnglc... con una piccola modifica....
io partirei da casa con la bottiglia piena di birra, una volta finita, alla prima fonte faccio il rabbocco di acqua.... :D

Comunque, al giorno d'oggi, non ci si può fidare di niente....
tante aziende pensano + ai profitti che a commercializzare prodotti sicuri...

Alcuni giorni fa a Padova (se non sbaglio) hanno ritirato da un magazzino della rubinetteria proveniente dalla Cina perchè durante la fusione sono stati messi metalli pericolosi e che quindi, durante l'uso, rilasciavano all'acqua componenti tossici; oggi, leggo sul sito de "La repubblica" che hanno ritirato occhiali pericolosi per la salute.....

che robe!!!
 
Gente, se volete una mia opinione, tutte ste teghe FORSE ha senso farsele solo se si è utilizzatori abitudinari di stoviglie in alluminio. per le borracce, veramente, non è il caso...
io quando faccio i trekking prolungati mi porto via un pentolino d'alluminio e mi sta bene così, tanto lo uso una volta ogni morte di papa! concludo con un esempio:
ci sono fumatori incalliti che muoiono di vecchiaia e gente che non fuma che muore di tumore ai polmoni...
qui non stiamo parlando di un abusatore di alluminio contro uno che non lo usa affatto, ma di un uso sporadico; a maggior ragione vi invito a riflettere sull'infinitesimalità della probabilità di accadimento del fenomeno in esame.
 

Discussioni simili



Alto Basso