Recensione Brisa Skinner !

Un saluto a tutti. Oggi vorrei mostrarvi questo nuovo coltello che ho provato della Brisa, ad uso caccia, cucina, campeggio ecc...

qui il video

Ciao !

20220619_190717.jpg
 
Lore, con tutto il rispetto, ci sono molte cose sbagliate in questo video. ultimamente mi sembra che il punto sia solo quello di dire che quello che porti sul canale funziona benissimo in tutto.
Per dire, questo è uno skinner. è un coltello per selvaggina, creato per lavorare sulla carne dell'animale. Non è un coltello fatto per lavorare sul legno, che poi lo faccia è un altro discorso. Non mi sembra corretto dire che è pensato per lavori sul legno. Anche perchè fare le tacche su segno verde di neanche un cm di diametro lo fa pure il coltello di mia nonna con il manico in bachelite.
Dire che è un coltello con cui si può fare tutto in uso da campo non mi sembra corretto.
Scusa se mi permetto ma i video sono girati in maniera piacevole, sono esteticamente bene fatti, ma i contenuti lasciano un po' a desiderare. Lo dico con il solo intento di darti una mano.
 
Ottimo coltello. D'altra parte sarebbe impensabile vivere la natura basandosi sull'avere l'attrezzo più studiato per ogni determinato tipo di lavoro. È una cosa incompatibile con la vita naturale, in natura,... in sé. Questo é un bellissimo e comodissimo coltello che basta ed avanza per fare quel che serve in natura, ma come per tutto ovviamente basterebbe anche molto meno oppure ci vorrebbe molto di più, ma non é una questione universale o a priori,... ma questo in base ad approcci, aspettative, ecc... personali e non alle effettive necessità per poter ottenere quel che serve. Se in un laboratorio, officina, in centro paese e che si dedica a determinati lavori é giusto, normale, quasi da pretendere che ci siano gli attrezzi dedicati ad ogni lavorazione,... lo stesso discorso si inverte con tutta la logica, normalità, ovvietà, che ne seguono,... quando si parla di attività in natura, di vita naturale. Se poi si vuole "strafare" non nel senso offensivo ma positivo intendendo se si vuole fare più del necessario, ma per divertirsi, fare lavorazioni, usare tecniche, ecc... per divertimento, é un conto,... altrimenti i discorsi che fai sono più che consoni e coerenti alla vita e alle attività in natura.

Senza dimenticarsi che é tutta questione di opinioni, preferenze personali, ecc... anche ritenere un oggetto adatto a tutto quel che potrebbe servire, ricordandosi la differenza tra necessità e volontà, o ritenere una cosa non adatta. Ma questa differenza la fà la persona che usa qualcosa, che fà qualcosa. Infatti non sono gli attrezzi a fare la differenza, ma chì li usa. Non tutti ritengono le risorse utili, necessarie, ecc... alla stessa maniera, nella stessa forma, ecc...

COMPLIMENTI PER IL CANALE E TUTTI I VIDEO!

Visto che é tutta questione di opinioni personali e di approcci personali, non cambiare le tue filosofie per andare dietro a qualcosa che magari non ti rappresenta. Oppure chiaramente cambiali nel momento in cui ritieni che invece siano effettivamente più consoni al tuo modo di vedere e fare. Ma non sono questioni assolute! Definite!


Te lo dice uno che con un Victorinox ma anche senza portarsi nulla, si fà uscite di settimane, faceva uscite di mesi,... che ha vissuto in natura per lunghi periodi,... ottenendo le risorse e facendo quel che serviva. Questo perché?? Perché tutto non parte dall'attrezzo o da come lo si giudica, ma da cosa vuole ottenere la persona che vive certe esperienze. Io avevo legna, riparo, delle sorta di comodità, cibo di tutti i generi, ecc... Senza impazzire per ottenerli, ecc...
 
Ultima modifica:
In effetti non si può vedere fare del "chopping" con quel coltellino... ;)
Moriresti a vedermi fare "chopping" con il mi Vic allora, ahah Ma non sarebbe un questione di "tecniche moda", ma un modo di lavorare per ottenere quel che si vuole ottenere,... dei bastoncini nel mio caso e non per fare "chopping" secondo lo stereotipo attuale.

Pensa che io non posso vedere fare "chopping" con quella convinzione, serietà, con cui solitamente la gente lo fà,... seguendo proprio quello stereotipo da manuale, ahah

Se devo fare quel genere di cosa uso l'ascia e se devo fare cose più piccole, il coltello.
D'altra parte come ho sempre fatto e visto fare in contesti di selvicoltura, costruzione baite, tavoli, ecc... In cui é più probabile vedere "professionisti" e gente che vive di quello con un multiuso, accette, seghe, ecc... e non coltelloni per fare batoning, chopping, ecc... Questo riporta alla realtà di cui dicevo, non esiste il giusto o sbagliato, esiste l'approccio che si decide di usare in base a quel che si vuole fare,... ed anche questo non é questione di assolutismi, ognuno ambisce e vuole quel che vuole. Tutto il resto sono conseguenze basate su quello,... sempre che sia tutto fatto consapevolmente e non "buttato là", che ancora un'altra storia.

;):D:);)
--- ---

Anzi, diciamo che la vera cosa sbagliata é dire agli altri che stanno sbagliando solo perché non seguono gli stessi approcci, stesse filosofie, stesse preferenze,... e su cose come queste non ci sono proprio assolutismi, ma solo visioni personali.

Senza dimenticare che durante delle conversazioni, argomentazioni, su un forum o a parole,... conta forse maggiormente sapersi esprimere tecnicamente, con un buon italiano, parole giuste, belle,... ma poi quando si é nei boschi, in natura quel che conta non sono più le questioni da conoscenza delle specifiche tecniche, materiali, ecc... ma conta l'attività pratica concreta in sé,...

Aneddoti personali:
In decenni di uscite ed esperienze in natura di un certo tipo con moltissime persone, non ricordo di aver mai incontrato nessuno super competente a livello "teorico" sui materiali e allo stesso tempo super competente nella vita in natura effettiva, concreta. C'era sempre una palese distinzione tra i due generi di persone,... Personalmente, non é una critica, ho sempre preferito quelli come me e non lo nascondo perché appunto non le ritengo offese, verso entrambi i generi, meno convinzioni, teorie, discorsi su materiali, questo e quello e più pratica, esperienze, vita, fatti concreti.
 
Ultima modifica:
Anzi, diciamo che la vera cosa sbagliata é dire agli altri che stanno sbagliando solo perché non seguono gli stessi approcci, stesse filosofie, stesse preferenze,... e su cose come queste non ci sono proprio assolutismi, ma solo visioni personali.

Ammesso che si può fare, bene o male, tutto con tutto, io penso che per attività specifiche ci siano attrezzi specifici.

E' chiaro che a volte anche io uso un coltellino da 10 cm di lama, che tengo sul camino, per fare del chopping o del batoning per dei legnetti da buttare sul fuoco, ma non mi sento di dire che quello è un coltello da campo col quale ci si può fare tutto...

Se devo spaccare legna seriamente per un po' di tempo, uso un chopper da 10 pollici, questo ;)


PC200105.jpg


https://www.avventurosamente.it/xf/threads/bushcraft-casalingo.56853/
 
Ma il punto é proprio quello, il SE DEVO é il tuo SE DEVO non é una cosa assoluta. Quindi nel tuo caso non puoi dire che é un coltello da campo per fare tutto, perché tu vivi le attività in quel modo.

Per me ed altri invece sarebbe già un coltello esagerato, che basterebbe per fare tutto il necessario, ma necessario per me, noi.

Non ci sono assolutismi in quelle attività. Il coltellone non é comunque l'attrezzo dedicato allo spacco della legna per tradizione, é una preferenza,... quindi se tu ritieni il 10 pollici adatto a spaccare legna secondo i tuoi criteri, io posso ritenere un 10cm adatto a tutto, se soddisfa le mie esigente, volontà. Nessuno dei due dice il falso, qualcosa di sbagliato, ecc... Nelle attività in natura non contano i settori commerciali, non contano le specifiche tecniche per la vendita, ricerca, scienza,... quelle sono altre cose.

Perché portare il coltellone da 10 pollici per spaccare legna, per farla grossa e tanta? Porto l'ascia allora,... ma é questione di un altro approccio ancora.

Non esiste l'adatto o non adatto, giusto o sbagliato, ecc... Esistono solo in base a se stessi, al proprio modo di voler fare le cose. Cosa si vuole.

Inoltre per una questione di attività di vita in natura non può esistere l'attrezzo specifico per il lavoro specifico, perché allora lo spacco legna non é ne coltellino, ne coltellone, ma ascia, motosega, sega, ecc... Ma anche queste non sono cose assolute ma che si basano sugli stereotipi, modelli, di certe attività fatte in certi ambienti.

Basandosi sulla vita in natura basta prendere esempio da chì la vive realmente, popolazioni, singoli, ecc... non si fanno influenzare da mille-mila questioni. Questo non per dire altro se non che per noi é inutile ed errato soffermarci su mille-mila discorsi quando per noi é proprio solo questione di preferenza e non altro.
--- ---

Inoltre i dubbi su quel che dico svaniscono nel momento in cui posso fare un esempio, come sempre non per presunzione, ecc... ma solo per esporre cose su cui posso essere certo e non per sentito dire, aver visto, letto, ecc...

Sulla questione che non esiste il giusto, sbagliato, adatto o meno adatto, sul genere di attività a cui ci si riferisce. Se noi, io e te, io ad altro, tra di voi, ecc... facciamo un'uscita di una settimana, un mese, un anno,... voi vi portate quel che volete in base alle vostre preferenze, ed io in base alle mie,... entrambi riusciremo a fare tutte le cose da campo che ognuno di noi ha bisogno o vuole fare. Semplice. Non esistono poi i discorso "ma tu perché questo o quello", nessuno é più importante di nessuno, nessuno é migliore di nessuno, ognuno vive le proprie attività in base alle proprie preferenze, abitudini, ecc...
 
Ultima modifica:
Guarda, io posso capire che non sia necessario fare il chopping, MA se lo devo/voglio fare di sicuro è meglio un coltello con una certa massa e una certa lunghezza affinchè sia efficace.

E certamente con il mio Kershaw faccio meno fatica a fare chopping che con lo skinner della discussione ;)
 
Ottimo coltello. D'altra parte sarebbe impensabile vivere la natura basandosi sull'avere l'attrezzo più studiato per ogni determinato tipo di lavoro. È una cosa incompatibile con la vita naturale, in natura,... in sé. Questo é un bellissimo e comodissimo coltello che basta ed avanza per fare quel che serve in natura, ma come per tutto ovviamente basterebbe anche molto meno oppure ci vorrebbe molto di più, ma non é una questione universale o a priori,... ma questo in base ad approcci, aspettative, ecc... personali e non alle effettive necessità per poter ottenere quel che serve. Se in un laboratorio, officina, in centro paese e che si dedica a determinati lavori é giusto, normale, quasi da pretendere che ci siano gli attrezzi dedicati ad ogni lavorazione,... lo stesso discorso si inverte con tutta la logica, normalità, ovvietà, che ne seguono,... quando si parla di attività in natura, di vita naturale. Se poi si vuole "strafare" non nel senso offensivo ma positivo intendendo se si vuole fare più del necessario, ma per divertirsi, fare lavorazioni, usare tecniche, ecc... per divertimento, é un conto,... altrimenti i discorsi che fai sono più che consoni e coerenti alla vita e alle attività in natura.

Senza dimenticarsi che é tutta questione di opinioni, preferenze personali, ecc... anche ritenere un oggetto adatto a tutto quel che potrebbe servire, ricordandosi la differenza tra necessità e volontà, o ritenere una cosa non adatta. Ma questa differenza la fà la persona che usa qualcosa, che fà qualcosa. Infatti non sono gli attrezzi a fare la differenza, ma chì li usa. Non tutti ritengono le risorse utili, necessarie, ecc... alla stessa maniera, nella stessa forma, ecc...

Questo riporta alla realtà di cui dicevo, non esiste il giusto o sbagliato, esiste l'approccio che si decide di usare in base a quel che si vuole fare,... ed anche questo non é questione di assolutismi, ognuno ambisce e vuole quel che vuole. Tutto il resto sono conseguenze basate su quello,... sempre che sia tutto fatto consapevolmente e non "buttato là", che ancora un'altra storia.

Tanto per chiarire, non ho detto che il coltello non sia adatto alla vita in natura.
Mi sa che devi imparare a leggere meglio quello che gli altri scrivono prima di fare sti pipponi infiniti.
E sta storia che è sempre tutta una questione di opinioni personali e che ognuno può fare quello che vuole con quello che gli pare, è inutile da riproporre in ogni discussione su qualunque argomento possibile. Ci sono cose che sono opinioni personali e altre che sono frutto di oggettività. Vai a dire ai progettisti della ferrari maranello che ci puoi fare tutto con la loro bella macchinina, andar nei boschi, basta fare attenzione. Ti diranno che lo puoi pure fare ma che non è il suo scopo. Poi ognuno con i soldi suoi fa quello che gli pare. Chiaro, non ci sarebbe nemmeno da dirlo, visto che è ovvio.
Poi però uno se la compra, perchè vede te, pilota bravissimo e talmente abile da riuscire ad usare la Maranello anche nelle strade dei boschi, e fa il suo bel giretto e la spacca. Allora cosa gli diciamo? eh ma è un'opinione tua che non si può usare nei boschi.

Non esiste un giusto o sbagliato? Diciamo che se non ci fosse il giusto e lo sbagliato non penso che ci sarebbe più una società civile. Purtroppo o per fortuna ci sono il giusto e lo sbagliato e c'è anche libertà di opinione percarità.
Però se vieni a dirmi che la terra è piatta, mi spiace ma non è un'opinione. E' semplicemente sbagliato. Punto.

Anzi, diciamo che la vera cosa sbagliata é dire agli altri che stanno sbagliando solo perché non seguono gli stessi approcci, stesse filosofie, stesse preferenze,... e su cose come queste non ci sono proprio assolutismi, ma solo visioni personali.
Sinceramente il far notare che si stanno dicendo delle cose errate è, secondo me, molto più di aiuto e utile che prendere 100 mi piace su youtube.
Io sto dicendo a Lorenzo che ha detto delle cose sbagliate perchè se parli di un coltello disegnato, e definito come skinner da chi lo fa, lo commercializza ecc., Dire che è un coltello da campo o che è stato fatto per lavorare sul legno è sbagliato. Non è un'opinione. E' come se io venissi da te e ti dicessi che le cose che stai dicendo, sono false.
Che poi si possa e sia normale usarlo anche sul legno non è nemmeno in discussione, mai detto nulla in merito.
Se io progetto un hummer e poi arriva uno a dire che l'hummer è stato disegnato e costruito per andare in pista, sta dicendo una cazzata. Indipendentemente dal fatto che poi tu lo usi in pista oppure no.
Ha fatto la prova di chopping che sarà durata minimo 5 minuti per tagliare un rametto infimo, non puoi chiudere con "il suo lo fa"... non lo fa. Non lo fa proprio ma non perchè non sia valido, ma perchè non è il suo compito.
Condivido con te che certi lavori sono da fare con gli strumenti adatti come un'accetta per fare un esempio e che, i caso di necessità si possano fare con il victorinox o con lo skinner o anche con il coltello da cucina con il manico in bachelite. Nel momento in cui, hai solo quello, fai con quello che hai.
Però è sbagliato far passare concetti errati, secondo me (e qui lo metto sottolineato), dicendo che un coltello da scuoio e da attività venatoria vada bene per choppare e che sia stato creato per lavorare sul legno.

Poi, detto questo, il mio è stato presentato come un commento per "dare una mano". Lorenzo è liberissimo, come lo sarebbe stato se io non fossi mai nemmeno esistito, di fare quello che gli pare e dire quello che vuole. Probabilmente se l'andazzo è questo perderà alcuni che lo seguono che cercano altro e guadagnerà invece altri seguaci che invece apprezzano il suo approccio. Nessun problema per me nè per nessun altro.
Ribadisco, ma non è il primo video in cui accade ed è stato fatto notare, sempre con rispetto, che i nostri consigli e opinioni sono volti ad aiutare e non a denigrare ecc.

E con questo la chiudo qui. Scusate la lungaggine.
 
Si stà parlando di attività in natura e non di attività commerciali nel centro urbano globalizzate che devono essere svolte secondo i criteri della legge, delle certificazioni, dei brand, mode, settori. È una cosa ovvia che tutto é soggettivo e personale, non fà differenza in che corsia lo trovi in negozio,... conta se tu ti ci trovi bene in natura e se tu riesci a farci tutto quello che per te é necessario in natura. Non esiste andare a parare su specifiche, su progettisti e discorsi da appassionati di lame,... si parla di attività pratica in natura = funziona quel che funziona per la persona che lo stà usando e finché tu non fai di meglio, di più,... non esiste nemmeno fare certi discorsi, valutazioni, ecc... Perché come vivi tu certe attività, non é come le vivono tutti. Poi tanti discorsono, caxxo se si viene nell'ambiente della selvicoltura li infilano su per il sedere i discorsoni su geometrie, materiali e coltelloni per fare chopping, batoning, ecc... cose che chiamate in altre maniere vengono fatte. Vuoi insegnare anche a loro che attrezzi sono adatti o meno a certi lavori? Se una cosa può essere ritenuta valida o meno dalla persona che la stà usando?

No ho manco letto tutto visto che anche tu fai sempre i soliti pipponi su quello in cui credi e che quindi difendi quando viene messo in dubbio da commenti generici, quando sei in natura non conta quanto predichi bene quì tra geometrie, questo e quello,... conta quello che fai e che sai fare in quel contesto. Non sono io che sbaglio ad esporre certe realtà oggettive, perché é così, punto,... non conta nulla il settore in cui le mettono in vendita le cose i bla-bla. Conta fare le cose,...

Non sono le mie le questioni non oggettive... visto che ritenere adatto o no un attrezzo dipende dal poterci fare quel che serve e quel che serve in natura dipende dalla persona coinvolta,... inutile andare sempre a fare discorsoni per far capire che si ha la passione per le lame, specifiche, ecc... Come ti ci trovi tu, come fai tu, non é la regola assoluta. Se il progettista crea qualcosa per commercializzarla per qualcosa,... non vuol dire che non vada bene per altro, questa é solo la tendenza dei viziati del giorno d'oggi che hanno tutto diverso per ogni cosina e appena manca qualcosa non sanno più fare un caxxo. Ma anche quì ricordiamoci che stiamo parlando di attività di vita in natura,... non meccanica aerospaziale,...

Detto questo? Sparo solo cazzate? Sono uno che straparla? Quello che dico non ha senso? Vieni con i tuoi attrezzi che secondo te sono gli unici adatti per far bene le cose, per provvedere alle necessità di un campo ed io vengo con quello che reputo uguale dal mio punto di vista e poi vediamo se sono questioni oggettive o soggettive quando il fine non é solo paragonare attrezzi e specifiche per conversare ma vivere esperienze sul campo, effettive, concrete. Dove di base lo scopo non é costruire baite, fare falò, ecc... eccessivi per stare qualche giorno li a cazzeggiare,... ma semplicemente sulle basi realmente necessarie.

TUTTO IL RESTO SON SOLO PIPPONI PER FAR CAPIRE "SONO APPASSIONATI DI LAME E QUINDI CONOSCO I SETTORI COMMERCIALI, GEOMETRIE, MATERIALI",... ma alla vita in natura non gli frega un cavolo dell'attrezzo che hai in mano e per passare qualche giorno in natura non serve fare falò e costruire baite,... anche perché gli attrezzi giusti sarebbero altri e non quelli stereotipati dell'avventuriero modello.

Anche io la finisco quì, perché tanto é la solita questione "guru" dei materiali e specifiche che in automatico si credono guru delle attività concrete, reali, pratiche,... facendo però riferimenti assolutistici o discorsi di un certo tipo assolutamente non in linea con la realtà del "lavoro vero" e non delle parole, nelle attività genuine e non per esibizionismo e che richiedono mille-mila stupidaggini inutili, solo esibizionistiche. Dopo 2/3 giorni in natura predicare come se si fosse chissà chì, che si sà tutto da poter fare certi riferimenti.


Oggettivo: non và bene come attrezzo per tutto = nessuno può farci quel che gli serve, che sia tutto o parzialmente. Altrimenti se anche una sola persona ci riesce, bene, senza eccessi nelle fatiche, ecc... vuol dire che tanto oggettivo non é.

Soggettivo: per te non é un attrezzo per tutto e non riesci o non vuoi farci tutto. Mentre io ci riesco e lo voglio. Mentre altri non lo toccano del tutto.

Semplice,... d'altra parte nella vita é quasi tutto basato su delle scelte e ci si nasconde solo trovano scuse. Hai una pistola alla tempia e di dicono di prendere la busta blu e non quella rossa,... é un obbligo prendere quella blu? No, una scelta,... e come tale ha delle conseguenze. Ma non sono assolutismi,... figuriamoci nelle attività di vita in natura dove vogliamo fare i guru ma quelli che la sanno vivere realmente e che la vivono realmente non si fanno nemmeno un centesimo di queste paranoie superflue.
 
Ultima modifica:
Nooooooooooo ma cosa dici? AHAHAH Ma certo, sono ignorante alla grande in quello.

Ma certi discorsi penso siano chiari anche a quelli come me, quando si scrive "cose sbagliate" - "non può essere ritenuto un coltello per tutto", perché sono assolutismi non reali. Poi é ovvio che si deve partire dal "tutto" che é interpretabile. Il mio tutto non come il tuo tutto, quando si parla di questioni legate alla vita da campo in natura. Anche se non ti piace che per me é quasi tutto così, soggettivo. Ma il tuo modo di vedere non per forza é come il mio, quindi anche nell'atto pratico é ovvio che ci siano differenze.

Quel che dico io in realtà é secondo me una delle forme maggiori di rispetto verso tutti, comprese le persone come te con cui discuto animatamente. Perché io non sminuisco, non giudico, non smentisco la diversità di vivere rispetto alla mia.

Se una cosa é oggettiva la posso anche accettare, ma vuol dire che non riesco a farci quel che voglio fare. Poco importa se non é venduta per una cosa, se ad altri non interessa, non piace, se io la uso e riesco a farci tutto, inteso quel che serve a me in natura,... vuol dire che é soggettiva,...

Io sono ignorante e lo ammetto, non é la lingua italiana e nemmeno altre che mi appassionano e mi interessano, ma proprio la vita naturale. Allo stesso tempo anche a me pare che non si accettano gli approcci, le preferenze, ciò che và bene agli altri, se non é in linea con i propri modi di vedere.

NB: penso che comunque sia chiaro che ho problemi di quel genere, hai letto quel che scrivo? Come diciamo dalle mie parti "dei paciughi tremendi" :):D;):si::dent4: Hai contattato l'ufficio di crittografia per decifrare quel che scrivo, ahahahah
--- ---

Poi sarebbe ipocrita rinnegare le mie esperienze, il mio modo di vivere la natura dicendo "non si può dire che và bene per fare tutto quel che serve in un campo in natura",... perché di fatto per me basta un victorinox o addirittura nulla. Non lo dico solo a parole, sono fatti, lo faccio,... Ma questo perché? Perché che piaccia oppure no ognuno ha i propri modi, aspettative, ecc... e non tutti facciamo uguale.

Differente é dire "và bene per tutto" facendo esempi del tipo "ci taglio un tronco, ci spacco un ciocco grande", ci faccio chissà cosa. Ma restando nel generico,...
 
Ultima modifica:
Scusa @TiWoodvivor, usciamo un attimo dal tema "bushcraft" e andiamo in cucina, dove mi pare sia un altro ambiente nel quale ti piace stare ;)

Anche qui ci dirai che si può fare tutto anche con un solo coltello, ma perchè privarci di utlizzare il coltello adatto secondo il bisogno?

Con uno spelucchino fai fatica a tagliare delle costate, con un coltello da chef fai fatica a fare dei lavoretti fini, con un coltello da sfilettare non è che ci tagli bene bene il pane...
 
Scusa @TiWoodvivor, usciamo un attimo dal tema "bushcraft" e andiamo in cucina, dove mi pare sia un altro ambiente nel quale ti piace stare ;)

Anche qui ci dirai che si può fare tutto anche con un solo coltello, ma perchè privarci di utlizzare il coltello adatto secondo il bisogno?

Con uno spelucchino fai fatica a tagliare delle costate, con un coltello da chef fai fatica a fare dei lavoretti fini, con un coltello da sfilettare non è che ci tagli bene bene il pane...
Vero e spesso uso lo spelucchino, ahah A parte dove non ci arrivo per dimensioni e mi girano anche perché appunto mi ero fatto quel bel set di coltelli non chissà cosa ma comunque buoni,... che non uso tantissimo se non la maggior parte delle volte non per necessità, ma per piacere e voglia di usarli.

Ma in ogni caso é differente, si tratta di attività in natura e comunque si fà passare il messaggio in base ai propri comodi, nel senso,... anche il coltellone da 10 pollici per fare chopping é sbagliato allora. C'é l'ascia per fare quelle cose.

Inoltre non sono io che giudico il fare altrui ed é quello che intendo, esporre delle proprie preferenze che non devono nemmeno essere argomentate e spiegate per forza, ognuno é grande abbastanza da fare le cose come le vuole fare e come ci si trova.

Io in natura con il solo Vic mi ci trovo benissimo, sò usare, ho usato ed uso anche tutti gli altri attrezzi,... ma ritorno al Vic perché lo preferisco, non faccio più fatica, non devo rinunciare a quel che mi serve. È ovvio che ci si adatta all'attrezzo per raggiungere l'obiettivo che si vuole raggiungere, ma questo accade con qualsiasi attrezzo che si ha per le mani.

In ogni caso la cosa veramente sbagliata é dire che gli sbagliano sulla base delle proprie sensazioni, preferenze, ecc...

Quando per esempio dico che vado senza nulla per settimane, non stò dicendo che vado a soffrire, vado a rinunciare qualsiasi risorsa, comodità, ecc... le raggiungo alla mia maniera. Secondo i vostri discorsi é tutto sbagliato, peggiore, più faticoso, solo perché non é come fate voi e come preferite voi.

Sei io facessi in altre maniere mi troverei scomodo, farei più fatica, ecc... Non mi sembra che qualcuno abbia fatto esempi specifici nel dettaglio su quel che si vuole fare, magari con limiti di tempo, ecc... su cui allora si potrebbe avere da ridire oggettivamente: faccio una baita con un VIC in due giorni ed un falò enorme della durata di 48 ore,... ovvio che no. Nessuno l'ha mai detto. Il "tutto" in un campo per me, per esempio, é un giaciglio, un riparo, un fuoco minimale giusto per scaldarsi e cucinare e lo faccio senza sforzi anche con un solo VIC. Perché non é obbligatorio abbattere spaccare, fare e disfare, sono preferenze e forse divertimenti personali. Non é nemmeno uno sbaglio solo perché il mio "tutto" non coincide con il vostro. Perché allora si potrebbe dire il contrario,... "é sbagliato portare dietro chissà cosa quando non serve mia tutto quello che fate", ma a voi piace così, voi volete così ed é giusto per voi.
--- ---

Poi giustamente é come dice zUorro, sono ignorante con la lingua e quindi non riesco a spiegare il concetto che stà dietro a quello che intendo,... che per certo sono questioni reali, pratiche, concrete e non campate per aria.

NB: prima di fare gli offesi, non intendo che le vostre lo siano, sò che hanno senso e sono giuste, ma come ritengo che quel che cerco di spiegare ha pure senso e non sono stupidaggine inventate tanto per dire.
 
Ultima modifica:
... anche il coltellone da 10 pollici per fare chopping é sbagliato allora. C'é l'ascia per fare quelle cose.

Io faccio più fatica ad usare l'accetta, con quel peso molto sbilanciato in testa. Mi affatico il polso.

Con il chopper della foto di cui sopra, mi trovo meglio ;)

Non dico che tutti si troveranno meglio col chopper piuttosto che con l'accetta, però mi sembra costruttivo riportare anche la mia esperienza.
 
Esattamente ed quello che personalmente apprezzo di più, portare esperienze e non sminuire, smentire, criticare, il fare altrui se riportato esponendo delle cose fate in maniera consapevole e ponderata e non alla caxxo.

Non ho nemmeno problemi a chiedere scusa a tutti quanti zUorro compreso, se parto spesso in quinta é che non é proprio evidente far capire che non si é idioti incompetenti solo perché si usano approcci diametralmente opposti al fare comunque, alla "normalità". Si é sempre confrontati con quel genere di commenti che sembrano fare intendere "tu usi un coltello da 10 cm per fare chopping, inoltre non é venduto per quello, allora sei idiota, incapace, fai piû fatica, ecc..." senza avere riguardo nel pensare che ci sono persone che lo fanno per preferenza, comodità propria, ecc... Facendo comunque lo stesso genere di cose e raggiungendo obiettivi "simili", paragonabili, ovviamente con le differenze di preferenze, approcci.

In ogni caso é un problema per me scusarmi? Assolutamente no, non ci guadagno o perdo nulla quì sul forum quindi é scontato che non dico mai nulla con cattiveria "vera", al massimo mi faccio prendere un pochino la mano per sfinimento nel doversi confrontare con certe dinamiche e cercare di non passare sempre a priori come ignoranti su queste cose solo a causa delle differenze di cui sopra.
 
Personalmente non amo gli utenti (ce ne sono diversi) che spammano i link ai loro video di YT senza quasi mai partecipare al forum.
Il video l'ho guardato ed è ben realizzato, ma condivido il parere di zUorro
 
Io sono un po’ d’accordo con tutti , mi spiego vero quello che dicono Wombat e Zuorro, nel senso che questo coltello nasce con uno scopo preciso, ma essendo un coltello per sua intrinseca natura uno strumento polivalente, può essere usato anche per altri scopi, certo non lo si può definire tecnicamente un coltello da campo, ma puoi trattarci il cibo ed il legno, batoning e chopping a parte, che in genere non serve nemmeno farli. Un coltello non è specifico come una ferrari, è più una utilitaria, poi ci sarà quella con maggiori doti velocistiche e quella con maggior doti fuoristradistiche.
Io porto sempre l’esempio dell’amico navyseals, che conobbi a un campo multiforze, molti anni or sono, pensate che lui esce in natura con 4 cose in croce e un Izula due, ovviamente è una persona addestrata a farcela anche con solo un pezzo di filo di ferro, quindi il ”manico“ conta e sopperisce alla scarsa o non adeguata atrezzatura. In fine un coltello da campo sarà diverso da quello nel video e ci permetterá di fare al meglio determinate cose, ma non a sfilettare il pesce, siamo concordi, a ci sono coltelli che ci permettono di fare un po’ di tutto pur non essendo specifici. Questo il mio pensiero.
 
Moriresti a vedermi fare "chopping" con il mi Vic allora, ahah Ma non sarebbe un questione di "tecniche moda", ma un modo di lavorare per ottenere quel che si vuole ottenere,... dei bastoncini nel mio caso e non per fare "chopping" secondo lo stereotipo attuale.

Una discussione sicuramente interessante, per gli spunti e i temi trattati. Ammetto di non aver finito di leggere tutti messaggi, causa stanchezza lavorativa.... Ma ero curioso sul chopping con il victorinox, parliamo di vic senza blocco o con il blocco? Visto che sei bravo anche tu a fare video, sarei curioso di vederlo
 
Una discussione sicuramente interessante, per gli spunti e i temi trattati. Ammetto di non aver finito di leggere tutti messaggi, causa stanchezza lavorativa.... Ma ero curioso sul chopping con il victorinox, parliamo di vic senza blocco o con il blocco? Visto che sei bravo anche tu a fare video, sarei curioso di vederlo
Giusto per educazione e per rispetto, avevo "promesso" che non avrei più disturbato in questa discussione con gli approcci che seguo, visto che le preferenze sono altre. Quindi ti risp. in privato.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso