Calendario dei lavori agricoli e lunario

#2
Ecco un bel sito che presenta un calendario dei lavori agricoli coi 2 metodi "tradizionale" e "biodinamico".

Almanacco oggi

Almanacco oggi

ovviamente lasciate perdere le boiate di astrologia!:biggrin:

E un lunario coi vari lavori da fare durante l'anno in base alle fasi lunari

le lune, le semine nell'orto


Perchè bisognerebbe tenere buone le fasi lunari o il metodo biodinamico
lasciando perdere invece le boiate di astrologia, dal momento che nè le une nè le altre hanno una valenza accettata dalla scienza moderna ?

Me lo sapresti spiegare con parole tue ?

ciao
g
 
#3
Perchè la biodinamica tra le varie pratiche "strane" ha anche tecniche buone e concrete come il compostaggio e il sovescio.

Per quanto riguarda la Luna dire che non influisca sulla Terra equivale a dire che non esistono le maree; per le coltivazioni e il taglio della legna ti invito a fare delle prove e ti accorgerai, per esempio, che l'insalata seminata a luna crescente va a seme e la legna tagliata sempre in quel periodo non brucia bene. Stessa cosa per il vino.
Non so se è merito della Luna, forse si tratta solo di fotoperiodismo e la fase lunare aiuta a "imbroccare" il fotoperiodo adatto, comunque secondo la mia esperienza seguire il lunario da risultati migliori.

Riguardo l'astrologia è una stronzata, solo per dirne una, le costellazioni non esistono; non esistendo come fanno a influenzare le nostre vite?

Comunque qui si vuol parlare di terra e coltivazione, non dissertare di filosofia del nulla e alimentare polemiche inutili quindi se ti può interessare il lunario per seminare bene altrimenti ti invito a passare avanti.

Saluti!
 
#4
Polemiche inutili ? Intendo farti rilfettere su quanto proponi e a valutarlo nella sua integralità, cercando di farlo con coerenza, non per partito preso o per sentito dire, invece di accetarne una parte e rifiutare l'altra senza la minima cognizione di causa.

L'anno in cui tu sei nato già applicavo queste tecniche da anni in collaborazione con Steineriani ideatori dei metodi e Dhammanuriani qui della mia zona.

Se tu leggi la definizione presa dalle pagine che proponi, vedi che si parla di costellazioni, segni ,ecc. Sappiamo tutti che le costellazioni sono formate da stelle lontane tra di loro ed hanno solo una valenza ottica, un riferimento utilizzato dagli antichi per individuare punti nel cielo, nessuno ha mai detto che influenzano qualche cosa :

Metodo biodinamico

Si basa sul mese siderale, della durata di 27 giorni e mezzo, ovvero del tempo impiegato dalla luna per compiere un giro completo intorno alla terra e tornare in congiunzione con una stella prefissata. In questo percorso la luna attraversa le 12 costellazioni dello Zodiaco, dando luogo alle fasi ascendente e discendente (da non confondere con crescente e calante). Nella fase ascendente , che va dal Sagittario al Toro, la luna favorisce la salita della linfa verso la sommità delle piante. Nella fase discendente, che va dai Gemelli allo Scorpione, favorisce lo sviluppo delle radici. Inoltre, l'ingresso della luna nelle costellazioni stimola 4 parti della pianta, ognuna delle quali individua un preciso gruppo di piante: da radice, quando passa attraverso le costellazioni di Terra (Toro, Vergine e Capricorno), da fiore, al suo passaggio nelle costellazioni d'Aria (Gemelli, Bilancia e Acquario), da foglie in quelle d'Acqua (Cancro, Scorpione e Pesci), e da frutto in quelle di Fuoco (Ariete, Leone e Sagittario). Da ricordare, infine, che gli orari sono astronomici, che tengono conto anche della precessione degli Equinozi e dell'ora legale estiva, e che le 12 ore precedenti e successive a Eclissi e Perigei sono inadatte a qualsiasi lavoro agricolo e per questo dette di "riposo".
Nota Bene: mentre nel calendario di ogni mese i riferimenti - radice, fiore, foglie e frutto - sono rappresentati da un disegno, nei testi vengono indicati in parentesi dall'espressione - simbolo radice, simbolo fiore, simbolo foglie e simbolo frutto.
 
#5
Ok ma, se non ho capito male, in questo caso le costellazioni dello zodiaco si usano solo come riferimento per il piano dell'eclittica rispetto al quale si muove la Luna. E' la Luna che si trova nelle varie posizioni che influenza le colture quindi non la costellazione in sè.

L'astrologia invece dice cose ben diverse, ossia che le costellazioni dello zodiaco influenzano direttamente il carattere di una persona, cosa che reputo una scemenza colossale dato anche che, a causa della precessione degli equinozi, mese di nascita e oroscopo non coincidono.
 
D

Derrick

Guest
#6
La raccolta è influenzata dalla luna perché le piante, con la luna piena, che emette come sappiamo molta luce, hanno un'attività diversa da quella che hanno nelle notti buie.

Siccome le sostanze nutritive nella pianta, a quanto pare, sono influenzate dal periodo del giorno in cui si colgono (giorno, notte senza luna, notte di luna) pare - secondo osservazioni empiriche vecchie di secoli, ma credo confermate dalla scienza moderna - che il momento migliore per la raccolta siano le notti di luna piena, o l'alba delle notti di luna piena.

Il fatto di regolare la semina con la luna, invece, immagino non abbia alcun riscontro né logico né scientifico. Il seme sta sottoterra o comunque non ha strutture capaci di effettuare la fotosintesi e non è influenzato dalla luce, come lo è la pianta adulta.

E' possibile che già gli antichi, avendo osservato come sia meglio la luna piena per la raccolta delle erbe, abbiano dedotto "per analogia" che fosse meglio anche per la semina.

Tutto il settore che ruota attorno alla natura e ai metodi naturali è, ahimè, fortemente influenzato da pippe mentali da donnette ignoranti. Basta vedere l'atteggiamento verso la cottura a microonde (che può piacere o non piacere come risultato culinario, ma non è che se mangi cibo cotto a microonde diventi fosforescente ;) ) e tante altre boiate su vibrazioni buone, vibrazioni cattive, yin e yang, fiori di Bach e menate varie.

D'altr'onde l'irrazionalità e la superstizione sono diffuse in tutte le attività umane, c'è gente che compra in borsa facendo l'oroscopo ai titoli (incredibile ma vero) è normale che l'agricoltura, vecchia di millenni e fondamentale per la sussistenza, sia ancora inquinata da residui di superstizioni che vengono ora scambiati per metodi "tradizionali" o "naturali".

Bisogna prendere il buono e buttare il marcio, come in tutte le cose.

E' come per la montagna: dalla gente di montagna possiamo prendere, che so, l'uso della lana merino come "maglietta della salute", saggezza antica confermata dalla pratica, e buttare invece l'idea che tenere delle castagne in tasca, o la chiave al collo, curi il raffreddore.
 
#7
Ok ma, se non ho capito male, in questo caso le costellazioni dello zodiaco si usano solo come riferimento per il piano dell'eclittica rispetto al quale si muove la Luna. E' la Luna che si trova nelle varie posizioni che influenza le colture quindi non la costellazione in sè.

L'astrologia invece dice cose ben diverse, ossia che le costellazioni dello zodiaco influenzano direttamente il carattere di una persona, cosa che reputo una scemenza colossale dato anche che, a causa della precessione degli equinozi, mese di nascita e oroscopo non coincidono.
Esatto, le costellazioni sono state prese in passato solo come riferimento.
Se vuoi approfondire la storia dell'astrologia, non le menate speculative degli oroscopi, ti accorgerai che è sempre stato cosi : le costellazioni son usate solo come riferimento, quello che influisce sugli esseri viventi non è la costellazione ma la posizione del sole relativa, ovvero la STAGIONE e qui sfido chiunque a negarne gli effetti. Se poi si vuole andare oltre, il sole e la luna si devono prendere in considerazione gli effetti dei pianeti maggiori che non è solo gravitazionale, ma ci deve essere anche dell'altro. Ognuno approfondisca per conto suo "il se ed il quanto" possa o non possa influire, in quanto esula dallo scopo di questa discussione. Se osservi le effemeridi e la velocità della luna, osserverai che questa è influenzata dal sole ma anche dalla gravità di giove, ed abbiamo detto tutto.

g
 
#8
Esatto, le costellazioni sono state prese in passato solo come riferimento.
Se vuoi approfondire la storia dell'astrologia, non le menate speculative degli oroscopi, ti accorgerai che è sempre stato cosi : le costellazioni son usate solo come riferimento, quello che influisce sugli esseri viventi non è la costellazione ma la posizione del sole relativa, ovvero la STAGIONE e qui sfido chiunque a negarne gli effetti. Se poi si vuole andare oltre, il sole e la luna si devono prendere in considerazione gli effetti dei pianeti maggiori che non è solo gravitazionale, ma ci deve essere anche dell'altro. Ognuno approfondisca per conto suo "il se ed il quanto" possa o non possa influire, in quanto esula dallo scopo di questa discussione. Se osservi le effemeridi e la velocità della luna, osserverai che questa è influenzata dal sole ma anche dalla gravità di giove, ed abbiamo detto tutto.

g
Ok ci siamo capiti anche se qui si sconfina nell'astronomia mentre qua si parla di frutti, ortaggi e vino da imbottigliare:D

@Derrick
la Luna influenza eccome le piante e il seme di oggi è la pianta di domani, per quello è utile consultare il lunario per le semine. Poi uno può far come vuole, tagliar la legna quando ha tempo, imbottigliare quando gli pare, seminare e innestare a random però secondo la mia esperienza le differenze ci sono.
 
#9
Anche il mio bisnonno teneva conto delle fasi lunari per piantare o tagliare gli alberi. Lo si faceva per esperienza ma potrei indagare meglio tra gli anziani del paese di mio padre :)
 
#10
.... i quali probabilmente ti diranno ...... perchè così faceva mio nonno o mio papà :)

Personalmente pur riconoscendo che la luna ha la sua influenza non ne sento la necessità di sapere se è una diceria, o il risultato di una complessa equazione, e non mi sento così in pericolo se "sgarro" di qualche giorno. D'altro canto se da anni (secoli) il metodo è utilizzato da chi ha, ed aveva, più interesse al risultato che al "perchè", ed aveva una cultura pratica decisamente più alta della mia ritengo che forse potrebbe andare bene anche per me ..... ovviamente entro certi limiti ;)

Ciao :), Gianluca
 
#11
ricordo quando ero ragazzina il primo anno in cui ci fu una collaborazione familiare nei campi e mio padre ebbe da discutere con mio nonno materno circa i lavori da fare "con la luna". Per lui erano tutte superstizioni che non servivano a niente.

Risultato: mio nonno faceva i lavori in metà campo con la luna e mio padre, nell'altra metà, no...
Scopo: mettere a confronto i due metodi avendo le piante con la stessa quantità di luce e acqua essendo effettivamente nello stesso campo e quindi con la stessa posizione...

L'anno dopo li fecero tutti e due insieme e con la luna ^____^

Ricordo che le differenze non è che fossero abissali, tranne per le verdure da taglio tipo radicchi, bietole, insalate che a mio padre erano andate in asta (seme) troppo in fretta. Ricordo che accadde qualcosa anche con il vino anche se poi arrivarono a mettere insieme cose dell'uno e dell'altro finendo per migliorare molto il risultato finale in bottiglia :p

Insomma per la maggior parte dei lavori la differenza fu minima ma ce ne furono alcuni che risultarono pesantemente influenzati dalla luna.
 
#12
Alcuni sostengono che la Luna possa più o meno "risucchiare" la linfa nei fusti delle piante a seconda che sia crescente o calante un pò come le maree.....mah non so però se sia quello il motivo.
 
D

Derrick

Guest
#14
Alcuni sostengono che la Luna possa più o meno "risucchiare" la linfa nei fusti delle piante a seconda che sia crescente o calante un pò come le maree.....mah non so però se sia quello il motivo.
E' proprio quello cui accennavo prima, cioè certe sostanze, poniamo, migrano dal fusto alla foglia e dalla foglia al fusto, secondo certi ritmi che sono dettati dalla luce, perché sono legati alla fotosintesi e ai processi vitali della pianta.

Se della pianta usi solo la foglia (immaginiamo, che so, una pianta aromatica come la salvia, o l'alloro) allora vuoi raccogliere al momento di massimo contenuto di sostanze nella foglia. Questo massimo contenuto è, se ben ricordo, all'alba delle notti di luna piena (perché all'alba in generale è più alto che durante il giorno, e con la luna piena è più alto che senza luna).

Con alcune piante potrebbe valere il ragionamento contrario. Se una pianta ha, poniamo, una componente amara, che si vuole minimizzare, può darsi che questa componente sia minore in certe ore e magari è meglio coglierla di sera ecc.

Per quanto ne sapevo io la storia della luna, più che in agricoltura, è infatti sempre stata praticata in erboristeria. L'uomo ha un odorato finissimo e riconosce la "qualità" diversa di due rosmarini identici, ma raccolti in ore diverse. Invece due patate alla fine sono sempre due patate e del resto un raccolto in un campo non può essere fatto mezz'ora per volta mentre l'erboristeria in genere veniva praticata in piccoli orti, in piccolissime quantità, e si poteva scegliere quando andare a raccogliere un po' di menta, di camomilla ecc. non sono cose che vengono consumate a quintali.

Ci sono tè da 500 Euro al kg e non ci sono patate da 500 Euro al kg. La pancia si soddisfa con poco il naso è più esigente, e il naso sente molte cose, e anche l'effetto della luna (o della circolazione interna della pianta causata dalla luce lunare).
 
#15
Grazie Sile86 per i link, anche se non ho un orto da coltivare, è sempre interessante "studiare" certe cose.

Non so se si tratti di scienza certa o scaramanzie varie, so solo che quando vivevo in campagna tre anni fa, in Spagna, tutti i contadini parlavano sempre di dover seminare in base alle fasi lunari, anche noi lo facevamo, avevo anche iniziato a scrivere un quaderno delle semine e delle raccolte per avere un resoconto dei risultati, ma purtroppo siamo andati via di li e quindi non ho potuto confrontare i risultati anno per anno, posso solo dire che avevamo le melanzane più buone di tutto il paesino, a detta dei vicini, e quattro galline che ci davano le uova anche in inverno, (uniche tra tutte le galline del paese), forse perchè le trattavavamo con amore, rispetto e "vibrazioni positive"?!

Altro esempio sciocco, il calendario lunare cartaceo, tipo quello del link di sile, andava a ruba dai giornalai, idem qui dove vivo ora, lo comprano tutti!! Sinceramente che abbia o no un riscontro scientifico a me personalmente non importa molto, chiamatela pure ignoranza se vi fa piacere, ma se i contadini continuano ad essere influenzati da questo aspetto perchè tramandato da generazioni, qui da noi in occidente, o in oriente da millenni con "boiate su vibrazioni buone, vibrazioni cattive, yin e yang, fiori di Bach e menate varie", o sono tutti scemi o qualcuno magari con il tempo avrà verificato che qualcosa di vero ci sarà?!!

Ogniuno poi è libero di credere ed attuare come preferisce, e di non essere preso per idiota se continua a portare avanti tradizioni secolari tramandate. Anche se non c'erano i libri e la gente "ignorava" tante cose, sti poracci avranno anche avuto modo e tempo per verificare anno dopo anno se 'sta luna piena poteva giovare alle piante oppure no!

:)
 
#16
Nemmeno io so se si tratti di scienza vera però ho notato delle differenze e personalmente se ho la possibilità di fare le cose fatte per bene al 100% al posto che al 95% preferisco al 100%; anche perchè i prodotti del mio orto non seguono leggi di mercato quindi decido io quando seminare, trapiantare e innestare e non mi costa nulla seguire il lunario.

Ovvio le aziende agricole e vitivinicole se ne infischiano della Luna e di molte altre cose perchè sono regolate da meccanismi economici più che dai processi naturali e dispongono di macchine e prodotti che sopperiscono ai vari "errori". Quando l'agricoltura finirà di pesare sulle spalle dei contribuenti e ritornerà in mano ai contadini "veri" più che a ragionieri e commercialisti forse si riprenderanno in mano i vecchi lunari e le vecchie tecniche, che ora sembrano nuove, ma in realtà erano le tecniche agricole che si usavano fino a qualche decennio fa.

Comunque, tornando all'orto, appena torno a casa metto qualche foto di un piccolo orticello che ho fatto a casa di mia nonna.
 
#17
Io sono un amante delle tradizioni e reputo quasi "fondamentale" seguire il lunario per quanto riguarda l'agricoltura....come seminare in luna crescente comporta che l'ortaggio vada in semenza, cosi imbottigliare di luna nuova, per esempio, comporta che il vino risulti più facilmente instabile, tornando a fermentare e rischiando di diventare "frizzantino"...non per niente il luna crescente si imbottigliano i vini che devono essere frizzanti!
 
#18
Grazie Sile per questo topic.

Anche dalle mie parti in passato si tenevano in gran conto le fasi lunari e non vi nascondo che ancora oggi per un tipo di raccolta,in certi momenti dell'anno, le guardo anch'io. Ricordo e confermo che,ad esempio,in merito al travaso del vino,ad esempio, una volta ed alcuni ancora oggi,ne tengono conto.

Scherzoso: secondo me influenzano anche il forum.....ma non ho statistiche al riguardo.....


p.s.: i link dell'almanacco non mi si aprono.
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
MisterNo Coltivazioni 2

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto