Recensione CAMP Denali 800

Ciao a tutti ragazzi. Stasera mi annoio e, visto che mi è arrivato il nuovo sacco a pelo, ho deciso di provare a tirare giù due righe per descrivervelo nella speranza di far cosa gradita.
Il sacco in questione è un Camp Denali 800.
E' un saccoletto prettamente invernale con una imbottitura pari a 800 gr di piuma da 750cuin in rapporto 95/5. Camp dichiara una T.confort che spazia da -6° fino a -12° (limite), che mi sentirei di confermare ad occhi chiusi anche non avendolo ancora provato visto il riempimento e facendo riferimento alle mie precedenti esperienze. Per quanto riguarda il resto del materiale è stato utilizzato per la parte esterna dello Sheltex 30D mente all'interno del semplice Nylon 20D. La cerniera è a doppio cursore e viene coperta nella parte interna per tutta la sua lunghezza da un'imbottitura dedicata. E' presente la chiusura a cordino elastico sia nella parte del cappuccio che nella zona del collo (anche questa imbottita). Due cose che mi sono particolarmente piaciute sono una la costruzione della parte inferiore che nonostante le piccole dimensioni è stata disegnata seguendo la forma e posizione del piede, unendo quindi il confort, che è davvero notevole, alla massima resa (meno spazio = meno aria da scaldare = calore immediato). L'altra cosa è la costruzione a "camere" del sacco, che fa si che la piuma resti sempre in posizione offrendo un isolamento uniforme. Ovviamente è' dotato nella parte inferiore dei due classici lacci per appenderlo in gruccia. Il peso in totale non dovrebbe arrivare ad 1.4kg. Per le dimensioni, è lungo 210 e largo 83(spalle)x58(piedi) mentre riposto nella sua sacca è un 39x22 che compresso si ridurra sicuramente.
Come già ho anticipato non l'ho ancora provato. Ovviamente vi aggiornero il prima possibile. Nel mentre vi lascio con qualche foto dove si vede anche accanto al Ferrino Lightec 1200 Duvet.
Ciao!


Aggiornamento 15/04/2019
Nella notte fra sabato e domenica sono riuscito ad uscire per provare il sacco nonostante il tempo non fosse fantastico (punti di vista). Ero intorno ad i 1650m, comunque nella notte la temperatura sarà al massimo scesa di 3-4 gradi sotto lo zero. Inutile dire che nel sacco son stato benissimo. Dentro ero solo con una calzamaglia del Decathlon e dei calzini in merino, e non ero nemmeno ben isolato dal terreno perché ho soltanto un materassino Swift 50 della Ferrino (isolamento quasi nullo, R teorico = 1) ed un materassino in schiuma da 5mm (R teorico = 1), quindi con un R totale di, a dir tanto, 2. Domenica mi son svegliato con molta condensa in tenda per via dei 40 cm di neve scesi nelle prime ore della mattina che tappavano tutte le aerazioni (nella foto avevo già tolto tutto) ma ciò nonostante è stata una nottata tranquilla.
Per il momento super soddisfatto.
 

Allegati

Ultima modifica:
Ciao a tutti ragazzi. Stasera mi annoio e, visto che mi è arrivato il nuovo sacco a pelo, ho deciso di provare a tirare giù due righe per descrivervelo nella speranza di far cosa gradita.
Il sacco in questione è un Camp Denali 800.
E' un saccoletto prettamente invernale con una imbottitura pari a 800 gr di piuma da 750cuin in rapporto 95/5. Camp dichiara una T.confort che spazia da -6° fino a -12° (limite), che mi sentirei di confermare ad occhi chiusi anche non avendolo ancora provato visto il riempimento e facendo riferimento alle mie precedenti esperienze. Per quanto riguarda il resto del materiale è stato utilizzato per la parte esterna dello Sheltex 30D mente all'interno del semplice Nylon 20D. La cerniera è a doppio cursore e viene coperta nella parte interna per tutta la sua lunghezza da un'imbottitura dedicata. E' presente la chiusura a cordino elastico sia nella parte del cappuccio che nella zona del collo (anche questa imbottita). Due cose che mi sono particolarmente piaciute sono una la costruzione della parte inferiore che nonostante le piccole dimensioni è stata disegnata seguendo la forma e posizione del piede, unendo quindi il confort, che è davvero notevole, alla massima resa (meno spazio = meno aria da scaldare = calore immediato). L'altra cosa è la costruzione a "camere" del sacco, che fa si che la piuma resti sempre in posizione offrendo un isolamento uniforme. Ovviamente è' dotato nella parte inferiore dei due classici lacci per appenderlo in gruccia. Il peso in totale non dovrebbe arrivare ad 1.4kg. Per le dimensioni, è lungo 210 e largo 83(spalle)x58(piedi) mentre riposto nella sua sacca è un 39x22 che compresso si ridurra sicuramente.
Come già ho anticipato non l'ho ancora provato. Ovviamente vi aggiornero il prima possibile. Nel mentre vi lascio con qualche foto dove si vede anche accanto al Ferrino Lightec 1200 Duvet.
Ciao!
ciao.
È un ottimo sacco. Lo avevo addocchiato anche io ma alla fine ho preso il 1200 duvet ferrino che mostri nella foto per motivi di peso e spazio. Probabilmente è molto migliore del ferrino paragonando le caratteristiche tecniche.
A questo proposito ti chiederei di fare un resoconto dettagliato del 1200 e quando avrai testato il camp un confronto dettagliato fra i due, cosa che sarebbe molto utile a tutti.
Grazie!
 
ciao.
È un ottimo sacco. Lo avevo addocchiato anche io ma alla fine ho preso il 1200 duvet ferrino che mostri nella foto per motivi di peso e spazio. Probabilmente è molto migliore del ferrino paragonando le caratteristiche tecniche.
A questo proposito ti chiederei di fare un resoconto dettagliato del 1200 e quando avrai testato il camp un confronto dettagliato fra i due, cosa che sarebbe molto utile a tutti.
Grazie!
Il resoconto del 1200 lo trovi nella mia firma. Se dovessi fare un confronto, già vederli uno accanto all'altro ti da un'idea. Se scendiamo nel tecnico il Denali è più piccolo, ha più piuma e qualità superiore. Secondo me si vede che c'è del lavoro dietro. Il Ferrino è un sacco più "alla buona" che sembra studiato 15 anni fa (così per dire), anche se mi son sempre trovato più o meno bene. Difatti di listino costa meno della metà.

Se consideriamo che le temperature confort sono molto simili, secondo me qualcuno dice le bugie :pio:

Grazie per aver condiviso.
:si:
 
molto interessante, seguirò l'aggiornamento della recensione, in quanto anche io devo comprare un sacco invernale.
 
Nella notte fra sabato e domenica sono riuscito ad uscire per provare il sacco nonostante il tempo non fosse fantastico (punti di vista). Ero intorno ad i 1650m, comunque nella notte la temperatura sarà al massimo scesa di 3-4 gradi sotto lo zero. Inutile dire che nel sacco son stato benissimo. Dentro ero solo con una calzamaglia del Decathlon e dei calzini in merino, e non ero nemmeno ben isolato dal terreno perché ho soltanto un materassino Swift 50 della Ferrino (isolamento quasi nullo, R teorico = 1) ed un materassino in schiuma da 5mm (R teorico = 1), quindi con un R totale di, a dir tanto, 2. Domenica mi son svegliato con molta condensa in tenda per via dei 40 cm di neve scesi nelle prime ore della mattina che tappavano tutte le aerazioni (nella foto avevo già tolto tutto) ma ciò nonostante è stata una nottata tranquilla.
Per il momento super soddisfatto.
 

Allegati

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto