Normativa camperizzare furgone / auto

Certo che l'Italia è proprio una palla al piede!! Anni fa,volevo comperare un furgone,quello tutto furgone per intenderci,era un 238 Fiat.Mi dissero che non era possibile perchè non ero titolare di partira iva e non so cosa altro.Potevo acquistare solo quello allestito a pulmino ,tutto vetrato e con le file dei sedili. Certo a vedere le modifiche che fanno nei vari format esteri,tipo :" Macchine da soldi, Fast and loud ecc" c'è veramente da rimanere male...poi l'onnipresente :"Dipende da con chi capiti" è insopportabile.
 
U

Utente 3704

Guest
Certo che l'Italia è proprio una palla al piede!! Anni fa,volevo comperare un furgone,quello tutto furgone per intenderci,era un 238 Fiat.Mi dissero che non era possibile perchè non ero titolare di partira iva e non so cosa altro.Potevo acquistare solo quello allestito a pulmino ,tutto vetrato e con le file dei sedili. Certo a vedere le modifiche che fanno nei vari format esteri,tipo :" Macchine da soldi, Fast and loud ecc" c'è veramente da rimanere male...poi l'onnipresente :"Dipende da con chi capiti" è insopportabile.


Guarda vedo di ogni su google ma alla fine tutti all'estero. In Italia è un casino. Il peccato che con poche migliaia di euro spesso si possono trovare furgoni che sono realmente occasioni. Ma poi che mi ferma è la prassi burocratica. Tipo: posso prendere un furgoncino 2posti senza avere Partita Iva? Bollo e assicurazione visto che si tratta di autocarro e sono un privato? faccio un lavoro per bene all'interno ma senza mettere "visibili" posti a sedere o letto...ma solo cassettiere, per chi mi ferma diventa comunque un camper? Sono discretamente autonomo con i lavori fai da te...e anche montando un impianto a led e un impianto elettrico con cellula esterna fotovoltaica... ma poi non vorrei fare un lavoro che al primo posto di blocco mi arrestano...
 
Io non capisco perchè non posso prendere anche usato un furgone,buttare un materasso dentro,qualche mobiletto recuperato da qualche pensile ecc.Ma perchè no! Ci devo andare al massimo in due,ok,non ci deve viaggiare nessuno nel retro ok, ma per il resto nun me rompete!:wall: Tutte ste regole impiccanti e poi i viadotti cadono il giorno dopo l'inaugurazione,le scuole antisismiche dotate di tutte le cartacce richieste vengono giù, la terra dei fuochi,l'iniziativa privata castrata da mille orpelli ecc.
 
qualcuno asserisce che basta che l'autocarro (o simili) sia immatricolato "per uso proprio" invece che per "uso di terzi".

Lo leggo qui, ed è anche argomentato abbastanza bene:

http://www.vallistore.com/uso-dell-autocarro/

Quanto a mettere un materasso dentro ad un furgone il peggio che ti può succedere è che ti ferma la GDF e gli devi dimostrare che è roba tua perché non hai la bolla di accompagno.

Se invece su quel materasso mentre guidi ci sta sdraiato qualcuno sono anche io d'accordo che una cosa simile è irregolare e pericolosa.
 
Ok-Ma nei camper o addirittura motor home quelli con la dinette, mi pare di aver visto che c'erano delle persone al tavolino durante la marcia,oppure era un filmato americano? Grazie comunque del link che mi sembra sempre di grande cmplicazione e casistica,ma poi comunque non ci puoi costruire dentro strutture senza previo progetto autorizzazione ecc,mi pare?
 
si,in italia tra malati della sicurezza e pagliacci vari possiamo fare molto poco. In america è tutto piu' libero.

Qui pensa che i camper sono omologati come "posti viaggio" e posti "da fermo" anche se penso che dubito che possano intervenire qualora il camper da fermo si muova rabbiosamente e escano urla goduriose femminili.

Credete a me il camper prendetelo belle e fatto oppure fate una cosa "ultra stealth" io per esempio ho il 9 posti vw ,chiudo le tendine ,abbasso i sedili e il gioco è fatto
 
Ok-Ma nei camper o addirittura motor home quelli con la dinette, ...c'erano delle persone al tavolino durante la marcia,oppure era un filmato americano? ...
Decidi se ci vuoi "buttare un materasso dentro" o se vuoi allestirti un camper. Nel secondo caso mi sembra logico che ci voglia una omologazione. Poi ciascuno è libero di esser contrario a qualsiasi norma o regolamento, ma anche di essere favorevole, come lo sono io.
 
Ma vedete!!! non è che non si vogliono rispettare i regolamenti è che questo è proprio il paese dei trucchi escamotage imbrogli che però nascono dalle necessità di difenderci da balzelli regolamenti astrusi fatti sia per idiozia e sia per favorire certe situazioni e poi dal insopportabile "dipende da con chi capiti" perchè ogni regolamento non è chiaro oppure lacunoso oppure non contempla ecc.e che palle.Dai!!! Ma poi fosse un paese immacolato e sopratutto imparziale sarebbe per lo meno accettabile ma non è cosi.
 
Decidi se ci vuoi "buttare un materasso dentro" o se vuoi allestirti un camper. Nel secondo caso mi sembra logico che ci voglia una omologazione. Poi ciascuno è libero di esser contrario a qualsiasi norma o regolamento, ma anche di essere favorevole, come lo sono io.
Non voglio fare il fuorilegge o l'anarchico,sempre che questi regolamenti siano applicati a tutti.Ma se all'interno di un furgone "furgonato"senza fare buchi per finestre ecc,monto qualche struttura tipo dinette armadietto ecc. oppure lo trasformo in van con frigorifero,stereo,moquette tipo alcova diciamo e ci sto dentro da fermo ma che male faccio?
 
fai male perchè lo monti. se invece tu TRASPORTI attrezzature da campeggio e po quando ti fermi le appendi (magari è una cosa ultra veloce con i ganci rapidi) sarebbe ancora meglio.

Il furgone è a uso proprio,stai andando in campeggio (occhio che ci va l'assicurazione per 365 giorni e non solo quelli lavorativi) e casualmente hai anche una tenda nel sacchetto ERGO stai andando in campeggio ,e poi magari farai "soste lungo la strada".

Molto tempo fa avevo progettato l'"apecamper" (non ho piu' i disegni,sono passati 20 anni) per i ragazzini che fanno festaccia un giro si ubriacano come vacche e poi almeno evitano di dover tornare ciucchi.
Uno "scatolone " telescopico con centine e due piedi da mettere in fondo al cassone . Quando ti fermi lo apri ,lui si allunga del doppio e ci dormi dentro.

Al mattino lo riapri e sei sobrio. In caso di "controllo" stai trasportando un oggetto e una volta che è TUO ,autocostruito o sia è di fatto un oggetto sul cassone. Ovviamente legato. Arrivi a casa,4 catene sul soffitto e lo togli.
Facevano storie solo perchè prendevano la "corrente" per la luce interna dalla batteria....ergo "era fisso." Ma dalla nascita del led una comune batterietta da antifurto e si tirino! Si deve sempre cercare di essere il piu' legali possibile. Almeno nell'apparenza...Supponi di avere nel tuo furgone un "cubo" con fornello e lavandino,da chiuso è una cassa,chiudi il coperchio e lo leghi...

poi logico che il confort di una campina da 12 metri telescopica è tutta un altra cosa...ho girato un anno con mia zia mariuccia e che rottura tutte le volte entrare e uscire dal camion 22 macchine e montargli l'antenna e la frusta
 
Ultima modifica:
ciao a tutti, io ho camperizzato la mia dokker e mi sono informato chiamando Motorizzazione Civile, Polizia Stradale e Centro Prova Autoveicoli. Motorizzazione e Polizia non sapevano nulla, mentre l'ultimo Ente mi ha risposto come segue:

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Gentile Sig. X buongiorno.

Il caso di Suo interesse presenta diversi aspetti legati alla omologazione originaria del veicolo. Come si può intuire, l’autovettura è la categoria più “flessibile”, può eseguire qualsiasi tipo di trasporto nell’ambito della sua versatilità strutturale già prevista dal Primo Costruttore, ad esempio togliendo i sedili amovibili e ricavando spazio interno e portata, utilizzabili a piacimento.


Che si sappia, qualsiasi tipo di “merce” può essere trasportato in una vettura mantenendo inalterate le sue caratteristiche di omologazione, che sono definite nell’Allegato II della Direttiva “Quadro” 2007/46 CE per la omologazione dei veicoli stradali, con tutte le sue successive modifiche ed integrazioni (sito “eur-lex.europa.eu”), come segue: con tutti i passeggeri a bordo (75 kg a persona, convenzionali) deve essere rispettata la condizione “prevalenza massa passeggeri su massa merci”, di cui al punto 3.6.1. del suddetto allegato; ma questa condizione vale soltanto per la classificazione iniziale del tipo di veicolo, e non significa che poi la vettura per tutta la sua vita utile debba sempre avere a bordo più persone che cose.


L’unico obbligo nell’utilizzo flessibile della vettura è rispettare la massa complessiva e le masse massime ammesse sugli assi, che compaiono nella targhetta di omologazione sistemata a bordo in un punto normalmente sempre visibile (indicato nel libretto di uso e manutenzione); questi sono limiti funzionali e tecnici da non superare mai per il corretto utilizzo del veicolo e per mantenere integra la sua sicurezza attiva e passiva; per il resto, tutto può essere trasportato in vettura (ad esempio la damigiana di vino, il pallet di mattoni, gli scatoloni del trasloco, le valigie delle vacanze, etc.). Anche gli eventuali mobiletti lavello e cottura da campeggio, mobiletti armadio e tavolini, purché facilmente amovibili, possono essere “trasportati”, quindi non permanentemente installati all’interno del veicolo. Anche “merci paganti” di qualsiasi tipo, anche con “documento di trasporto o bolla di accompagnamento” possono essere trasportati in vettura perché da tempo non sono più previste le “licenze di trasporto merci” al di sotto dei 3500 kg di massa complessiva. Ricordiamo anche che la vettura è quella che paga la “tassa di possesso” più alta a parità di caratteristiche tecniche.


Diverso l’autocarro, tipico “mezzo da lavoro”, con tutte le limitazioni connesse (non trasporto bambini, non passeggeri qualsiasi ma solo personale addetto al carico e scarico delle merci trasportate, o in qualche modo connesso alla operatività del veicolo, non circolazione la domenica, etc.), motivate dalle relative agevolazioni fiscali legate all’acquisto e alla gestione da parte di imprese. Un veicolo simile ad una vettura M1 (furgoncino chiuso con persone e merci nello stesso vano) può essere inquadrato in categoria N1 (carro) soltanto se rispetta tutte le condizioni previste dalla Direttiva (sempre nello stesso allegato) relative alla “prevalenza massa merci su massa passeggeri”, alla superficie e altezza dell’apertura di carico, alla profondità e lunghezza del vano di carico, etc..


Diverso ancora il “camper”, considerato veicolo ricreazionale “ad uso speciale”, quindi non prettamente destinato al trasporto di persone anche se appartiene per definizione alla categoria M1, come le vetture; deve avere le attrezzature minime previste al punto 5.1. dello stesso Allegato II e queste devono essere permanentemente installate, requisito essenziale per poter rilasciare una diversa carta di circolazione in categoria “autocaravan” anziché “autovettura”; ancora diverso per questi veicoli il trattamento fiscale, più favorevole, ma con qualche limitazione a livello locale per l’accesso ai centri cittadini. Qui le attrezzature da campeggio devono essere sempre presenti a bordo, anche quando il veicolo non viene utilizzato per campeggio, proprio perché caratterizzano la categoria.


Si può dire quindi che è il diverso trattamento fiscale, oltre agli orientamenti normativi definiti dal legislatore europeo, che distingue le categorie in base all’allestimento ed alla finalità di utilizzo; ogni eventuale “collaudo singolo” di un veicolo, inizialmente omologato dal Primo Costruttore in una delle tre categorie, ma che deve cambiarla per esigenze intervenute successivamente, deve passare attraverso un Centro Prova Autoveicoli come il nostro (ce ne sono 12 in Italia) per il rilascio di un Certificato di Approvazione “EU” (Esemplare Unico) con tutte le incombenze amministrative e tecniche connesse; una vettura che rimane vettura, ma che viene utilizzata in maniera flessibile nell’ambito delle sue caratteristiche tecniche definite in omologazione, non ha bisogno di alcun collaudo.


Rimango a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti, grazie, saluti

Dott. Ing. XY – Centro Prova Autoveicoli

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Alla luce di quanto sopra e di altre considerazioni ho semplicemente smesso di preoccuparmi... ;)
 
mi inserisco per curiosita'. ottima risposta, ma questo e' sulla carta. a un mio amico hanno fatto storie perche' voleva montare sulla sua escort sw due serbatoi di metano invece che uno solo, inclusa la richiesta di calcoli dell'ingegnere "perche' non so se la struttura tenga e io non mi assumo la responsabilita' ecc ecc". un totale di credo 100 kg su un'auto che praticamente dietro ha un hangar, ha capacita' di carico assurde.
 
ciao a tutti, io ho camperizzato la mia dokker e mi sono informato chiamando Motorizzazione Civile, Polizia Stradale e Centro Prova Autoveicoli. Motorizzazione e Polizia non sapevano nulla, mentre l'ultimo Ente mi ha risposto come segue:

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Gentile Sig. X buongiorno.

Il caso di Suo interesse presenta diversi aspetti legati alla omologazione originaria del veicolo. Come si può intuire, l’autovettura è la categoria più “flessibile”, può eseguire qualsiasi tipo di trasporto nell’ambito della sua versatilità strutturale già prevista dal Primo Costruttore, ad esempio togliendo i sedili amovibili e ricavando spazio interno e portata, utilizzabili a piacimento.


Che si sappia, qualsiasi tipo di “merce” può essere trasportato in una vettura mantenendo inalterate le sue caratteristiche di omologazione, che sono definite nell’Allegato II della Direttiva “Quadro” 2007/46 CE per la omologazione dei veicoli stradali, con tutte le sue successive modifiche ed integrazioni (sito “eur-lex.europa.eu”), come segue: con tutti i passeggeri a bordo (75 kg a persona, convenzionali) deve essere rispettata la condizione “prevalenza massa passeggeri su massa merci”, di cui al punto 3.6.1. del suddetto allegato; ma questa condizione vale soltanto per la classificazione iniziale del tipo di veicolo, e non significa che poi la vettura per tutta la sua vita utile debba sempre avere a bordo più persone che cose.


L’unico obbligo nell’utilizzo flessibile della vettura è rispettare la massa complessiva e le masse massime ammesse sugli assi, che compaiono nella targhetta di omologazione sistemata a bordo in un punto normalmente sempre visibile (indicato nel libretto di uso e manutenzione); questi sono limiti funzionali e tecnici da non superare mai per il corretto utilizzo del veicolo e per mantenere integra la sua sicurezza attiva e passiva; per il resto, tutto può essere trasportato in vettura (ad esempio la damigiana di vino, il pallet di mattoni, gli scatoloni del trasloco, le valigie delle vacanze, etc.). Anche gli eventuali mobiletti lavello e cottura da campeggio, mobiletti armadio e tavolini, purché facilmente amovibili, possono essere “trasportati”, quindi non permanentemente installati all’interno del veicolo. Anche “merci paganti” di qualsiasi tipo, anche con “documento di trasporto o bolla di accompagnamento” possono essere trasportati in vettura perché da tempo non sono più previste le “licenze di trasporto merci” al di sotto dei 3500 kg di massa complessiva. Ricordiamo anche che la vettura è quella che paga la “tassa di possesso” più alta a parità di caratteristiche tecniche.


Diverso l’autocarro, tipico “mezzo da lavoro”, con tutte le limitazioni connesse (non trasporto bambini, non passeggeri qualsiasi ma solo personale addetto al carico e scarico delle merci trasportate, o in qualche modo connesso alla operatività del veicolo, non circolazione la domenica, etc.), motivate dalle relative agevolazioni fiscali legate all’acquisto e alla gestione da parte di imprese. Un veicolo simile ad una vettura M1 (furgoncino chiuso con persone e merci nello stesso vano) può essere inquadrato in categoria N1 (carro) soltanto se rispetta tutte le condizioni previste dalla Direttiva (sempre nello stesso allegato) relative alla “prevalenza massa merci su massa passeggeri”, alla superficie e altezza dell’apertura di carico, alla profondità e lunghezza del vano di carico, etc..


Diverso ancora il “camper”, considerato veicolo ricreazionale “ad uso speciale”, quindi non prettamente destinato al trasporto di persone anche se appartiene per definizione alla categoria M1, come le vetture; deve avere le attrezzature minime previste al punto 5.1. dello stesso Allegato II e queste devono essere permanentemente installate, requisito essenziale per poter rilasciare una diversa carta di circolazione in categoria “autocaravan” anziché “autovettura”; ancora diverso per questi veicoli il trattamento fiscale, più favorevole, ma con qualche limitazione a livello locale per l’accesso ai centri cittadini. Qui le attrezzature da campeggio devono essere sempre presenti a bordo, anche quando il veicolo non viene utilizzato per campeggio, proprio perché caratterizzano la categoria.


Si può dire quindi che è il diverso trattamento fiscale, oltre agli orientamenti normativi definiti dal legislatore europeo, che distingue le categorie in base all’allestimento ed alla finalità di utilizzo; ogni eventuale “collaudo singolo” di un veicolo, inizialmente omologato dal Primo Costruttore in una delle tre categorie, ma che deve cambiarla per esigenze intervenute successivamente, deve passare attraverso un Centro Prova Autoveicoli come il nostro (ce ne sono 12 in Italia) per il rilascio di un Certificato di Approvazione “EU” (Esemplare Unico) con tutte le incombenze amministrative e tecniche connesse; una vettura che rimane vettura, ma che viene utilizzata in maniera flessibile nell’ambito delle sue caratteristiche tecniche definite in omologazione, non ha bisogno di alcun collaudo.


Rimango a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti, grazie, saluti

Dott. Ing. XY – Centro Prova Autoveicoli

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Alla luce di quanto sopra e di altre considerazioni ho semplicemente smesso di preoccuparmi... ;)
Ho camperizzato il mio dokker. Alla motorizzazione mi hanno detto che non può circolare così, anche se tutto rimovibile. Stessa opinione della stradale. A chi dare retta? Ciao
 
ciao a tutti

camperizzare un auto/furgone e poi omologare il tutto in fai da te in italia è possibile. il punto e trovare la motorizzazione/ ingegnere che si assume tale responsabilità in mezzo al marasma di codici e codicilli. per carità direte voi è il loro mestiere, certo che si maaa...sappiamo tutti che in caso di incidente chi ci va di mezzo sono proprio gli ingegneri stessi quindi anche se ti fai tutto l allestimento a regola d arte che per legge in determinate situazioni deve essere...removibile...nn è detto poi che l ingegnere di turno approvi...a qualcuno e andata bene mentre ad altri no. morale della favola a tutti coloro che vorrebbero allestire un proprio mezzo sia esso un furgonato oppure un auto consiglio di rivolgersi direttamente ad...allestitori di mestiere..ce ne sono circa una dozzina nel nord italia basta fare una ricerca in internet essi stessi poi provvederanno ad omologare tali veicoli presso le varie motorizzazioni girando poi per strada in buona pace con noi stessi, chiaro che rivolgersi a degli specialisti del settore a certamente un costo personalmente altre strade nn ne vedo

un caro saluto a tutti... rapid...
 

Discussioni simili



Alto Basso